-2°

Il racconto della domenica

Da un diario di viaggio in appennino

Rubrica: il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

Rosone, ladroncello di cianfrusaglie miserabili, punito fin troppo severamente col supplizio della corda e l’esilio, l’avevamo preso in consegna noi, che in quel principio di settembre andavamo oltre Appennino. Lo sfortunato rischiava di finire in mezzo a una strada, anche se dava garanzie di saper prendere la buona. Benché fosse ancora dolorante per i postumi del supplizio, durante il viaggio si rese utile. Andava per frutta selvatica e in due e due quattro agguantò alcuni leprotti, interventi provvidenziali per noi che avevamo fatto male i conti, le ceste di cibarie erano vuote e non ne rimaneva il sapore neanche nella memoria. Altra rimanenza scarsa, la moneta, ci tenne sulle prime rampe alla larga dalle poche locande, squallide stamberghe. Trascorremmo tre notti rifugiati alla meno peggio nelle capanne dei pastori, un occhio chiuso e uno aperto per vigilare che i cavalli non riprendessero il viaggio da soli, guidati da qualche accompagnatore improvvisato. I razziatori di bestiame avevano i loro covi in faggete e castagneti quasi impenetrabili, dai quali uscivano a spingere le bestie quando veniva il buio. Ma occorreva guardarsi da altri predatori, orsi, volpi e lupi per i quali non erano meno complici le tenebre. Tutta notte i cani dei pastori, inquieti, ringhiavano e ululavano. I concerti non infastidivano le greggi, che ormai c'erano abbonate dall'infanzia, ma rovinavano il sonno ai pellegrini, che già dormivano per finta. I cavalli poi s'innervosivano, stanchi morti del viaggio. La via ripida, una mulattiera stretta e scomposta, sgusciava fra i pericoli dei precipizi e offriva la probabilità di spaccarsi le gambe. Dopo che il percorso aveva cominciato ad appianarsi entrando nei paesi, al tramonto del quarto giorno facemmo ingresso finalmente in una valle che scendeva senza sbalzi. Munis, la mia giovane governante negretta, volle visitare l'oratorio di Bramapane, frazioncina di Lupagallo. Nel tempietto si conservava la mandibola di un beato che ai suoi tempi pronunciava benefici consigli. Ormai disattivata, non esercitava più alcuna influenza, con dispiacere evidente anche di Munis, che sperava ancora di conoscere per suo mezzo il nome di qualche buon partito, io certamente fra i primi. Su una parete dell'oratorio era dipinta la scena della crocifissione. Alberi morti, rami nudi, ritorti dagli uragani, facevano uno spettrale contorno al corpo del suppliziato, appeso sanguinante per le braccia. Rosone apparve molto colpito e si affrettò a uscire sul sagrato, dove le foglie vive trasalivano alle punture della brezza e nella vasca della fontana quattro cannelli buttavano altrettanti getti freschi e copiosi, dai quali ci dissetammo insieme ai cavalli. Ormai eravamo di là, oltrepassato il crinale. Dopo i boschi piumosi cominciava l'onda della collina coltivata. All'imbrunire, la valle si aprì nella piana del Mulino. Un mulino tutt'altro che modesto, accanto al quale si affiancava l'abitazione padronale, un complesso maestoso, per essere di montagna. La proprietaria, la contessa Dardani, che investiva in opere d'arte i proventi del macinato di grano e castagne, con ospitale disponibilità apriva le stanze ai visitatori. Fu qui che Rosone da visitatore divenne mugnaio e mise a frutto l’esperienza manuale acquisita nelle piccole ruberie e non riconosciuta dalla giustizia punitiva, che non seppe giustificare perché prendesse tanto a cuore le robe altrui. Così l’avevano allevato in una famiglia senza risorse, con una sola regola, «aiutati che Dio t’aiuta» – rivelò egli stesso alla caritatevole Signora: devota al punto da prendere la confessione come un indubbio atto di fede.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande