Il racconto della domenica

Il diplomatico e la signora

Rubrica: il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

Viaggiavo in treno in Svizzera. Ero diretta in Germania a Friburgo per frequentare un corso di diritto penale incaricata dall’università dove svolgo il mio lavoro. Mi allontanavo da casa, all’estero, per la prima volta, con i dovuti e santi timori di una nuova avventura di studio e di lavoro: la difficoltà della lingua e della città fino a quel giorno del tutto sconosciuta. Ero sola. Non conoscevo nessuno.
Mi lasciavo prendere dalla lettura del libro e vagamente immaginavo le prossime nebbie invernali, il gelo duro nell’aria feroce quando sarei tornata al mio paese, tre mesi dopo, a riprendere l’impegno all’università, i mille problemi, che sorgevano ogni giorno fiondati improvvisamente nella realtà dalla roulette della vita.
Era entrato il controllore salutando i viaggiatori, la borsina al collo e la pinza per convalidare i biglietti. Il signore che mi era seduto di fronte aveva mostrato i suoi documenti da agente diplomatico con cittadinanza Svizzera, svegliando la curiosità della signora napoletana comoda al suo fianco con domande sul suo lavoro, interessata soprattutto a scoprire la magia di come si diventa agenti diplomatici; perché, secondo la signora napoletana, ci doveva essere un trucco, come in tutte le cose umane, della realtà e della vita, e lei era decisa a scoprirlo. Era una donna con una cascata di capelli neri, voluttuosi, li lasciava muovere in libera caduta con sorrisi dipinti di rosso dalle labbra morbide con il fascino di chi conosce gli uomini e le loro armi quasi sempre spuntate, scoperte, spesso fucili che sparavano a salve e la cilecca era un fatto compiuto.
«Qual è la strada per diventare agenti diplomatici? Esistono corsi, scuole di partito votate a preparare persone dotate di talento all’arte della diplomazia che spesse volte mette in riga la politica forte e salva una situazione compromessa?».
«Per fare i diplomatici bisogna essere dotati di lunga pazienza, di tessere ragnatele in ogni occasione senza mai dare nell’occhio all’avversario, con cautela e candore, come se si lavorasse per il nemico, trarlo nella gabbia e costringerlo a firmare un patto di non belligeranza, di pace proficua e amica. La diplomazia è l’arte del possibile».
I viaggiatori ammiccavano. Sorridevano. Sfogliavano il quotidiano, gli occhi sfuggenti al disopra della pagina a seguire il dialogo ingaggiato dalla donna.
«Vede, io sarei portata alla diplomazia perché amo la società dei salotti, mi piace viaggiare, conoscere paesi e città sconosciute».
Parlava, la signora, e mostrava le mani, le unghie laccate di rosso carminio, i polsi ingabbiati in braccialetti d’oro, anelli che sprizzavano luce nell’elegante scompartimento del treno. Il diplomatico dava segni di stanchezza, d’impazienza; la sua educazione non gli permetteva di rispondere con malcelata gentilezza; la formazione professionale gli aveva insegnato la lunga attesa del silenzio; niente risposte avventate a compromettere l’arte della diplomazia e la sua storia che aveva fatto incontrare la politica attiva della società con la preghiera della chiesa, della religione cattolica e il mondo del lavoro e del proletariato.
«Non basta signora avere la passione per i salotti e i viaggi, occorre anche una base, un minimo di preparazione al lavoro diplomatico, che spesso deriva dalla famiglia in cui si è nati. Non è così facile, mi creda».
«Eppure per me conoscere e conversare con persone del tutto sconosciute è come parlare con i miei in casa, in famiglia. Mi viene del tutto naturale. Io la sento come una dote che non riscontro in molte persone e amici che conosco».
A quel punto avevo chiuso il libro e smesso del tutto di leggere. Il diplomatico era visibilmente scocciato, qualcuno dei viaggiatori aveva aperto di nuovo il giornale e ripreso la lettura. La signora forse era venuta a corto di fiato o aveva capito che il dialogo con il diplomatico era finito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS