-2°

Il racconto della domenica

L'ultima portata di gatto Belisario

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

Malgrado le scarse disponibilità, il Teatro aprì la stagione con uno spettacolo annunciato e più volte rinviato...

L’azione scenica si ambientava in una località alpina, dove gli abitanti vivevano serenamente. Eppure non tutti godevano di tranquillità economica. Il signor Federico, un distinto quarantenne, languiva nell’indigenza. La famiglia, principi Zanni di Montecaprino, possedeva un patrimonio considerevole che il padre di Federico, dopo la morte della moglie Clelia, sua indispensabile guida, aveva in gran parte ridotto, giocando a scopa e tresette con una squadra di scioperati. Quanto lasciò di eredità venne succiato da Carlo, il figlio maggiore che, tramite ambigue manovre, escluse Federico dalla spartizione.

Tuttavia, per non figurar male, lo ospitava in una stanzetta del proprio alloggio. La moglie Rosetta preparava il pranzo anche per il cognato, e i vicini lodavano la zelante donnina. Ma cosa gli dava lei a Federico?... Pochi cucchiai di minestra malcotta, un fetta di mortadella, qualche frittatina smilza come carta velina, pane quasi mai, verdura niente, niente frutta. Eppure Carlo e i figli, dopo un pasto come si deve, esibivano certe merende, certe fettone imbottite!...

Aveva fame Federico. La stamperia, con la quale si guadagnava da sopravvivere, era fallita. Ora il comportamento del fratello stava portandolo alla disperazione, denutrito al punto che la pelle si attaccava alle ossa. D’inverno indossava abiti così lisi che il freddo lo martoriava. Quando usciva di casa, mostrava un aspetto ordinato, pulito, ma... cosa portava sotto la vecchia giacca o il vecchio maglione, al posto della camicia intera? Il colletto, un po’ del petto e non sempre le maniche tranne i polsini. La gente rideva, anche i nipoti, Mara, la grande, e Alberto il piccolo, facevano le boccacce allo zio. Soltanto la Serena, la nipotina di mezzo, era gentile, gli accarezzava il viso sciupato e avvilito, ne asciugava le lacrime: “Vedrai zio, quando sarò eletta in Comune, penserò io a te... Licinio, il mio amico sindaco, mi nominerà assessore”.

Ma la buona Serena non visse abbastanza, precipitò con l’amico in un incidente aereo. E lo zio andò ancora più giù, fin quasi a morirne. I maliziosi gli suggerivano: “Trova moglie, intanto che sei ancora in garanzia col tuo titolo”… Ma sentili! Sposarsi!... ma se non aveva un soldo, per forza le ragazze lo piantavano.

Il suo magnifico persiano Belisario lo guardava con l’indifferenza interessata dei gatti e sembrava consigliarlo ben diversamente “Al mondo bisogna arrangiarsi, un principe va a caccia, è un suo privilegio”... “Sì però, per cacciare mi vorrebbero almeno lo schioppo e un cane”, pensava sconsolato il povero Federico – senza contare che non avrebbe sparato neanche a una mosca. E nel delirio dell’appetito immaginava di aiutare Belisario ad alleggerire i piatti che prendevano il fresco sulle finestre dei vicini. Con la corda di Raf, un parente rocciatore, imbragava il persiano, lo calava sui davanzali e lo tirava su col bottino stretto fra le zampe, intatto, neanche un morsetto d’assaggio… quel caro Belisario! L’anima di sua madre, la dolcissima Clelia, era entrata in lui, non poteva essere altrimenti. E adesso, a Natale, di sicuro avrebbe ricevuto un bel ruspante arrosto con patatine... Sorridendo si addormentò profondamente; ed ebbe un trapasso quieto... Però Natale non era... Ma cos’importa? Il Natale dei ladri segue un altro calendario.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

13commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

7commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande