-2°

Il racconto della domenica

La notte dell'incontro

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0
 

La sera era buia, senza stelle. E la luna lontana, nell'altro emisfero. Faceva molto caldo, però. Un agosto da canto di cicale, dicevano i vecchi.

L'abito di panama bianco era ricamato con un sottile filo azzurro, smerlato tutt'intorno allo scollo e all'orlo. Sulla bicicletta, in quella notte, lei pedalava con vigore e l'abito svolazzava a ruota. Era la luna che correva, tornava a casa sua. Quell'argine della Bassa era un susseguirsi di curve, salite e discese, aveva quindici anni e aveva paura. A una svolta ecco avvicinarsi qualcuno in bicicletta, s'incrociarono, ma il buio era intenso. Ci fu un attimo di esitazione, ma quell'abito bianco era inconfondibile. Una voce la chiamò. Sì, era proprio lui: Paride. L'aveva riconosciuta. Quella pazza ragazzina non seppe che dire: «Papà, volevo dormire a casa mia».

La Magnanini era la sua compagna di banco e insieme avevano trascorso i tre anni di media inferiore. Era stata una convivenza molto tranquilla, un'amica discreta, senza troppi slanci, ma buona d'animo. Dopo la scuola non si frequentavano perché la Ida abitava a una decina di chilometri, nell'ultimo paese di qua dal Po. Terminati gli esami che chiudevano il ciclo di studi, le loro strade si sarebbero separate. Il giorno della consegna delle pagelle la mamma della Ida strappò a Bianca la promessa che per la fiera del paese avrebbe mandato la ragazzina da loro. Venne quel giorno d'agosto. Partì da sola in bicicletta, il regalo per la promozione. Paride la fece fare da un suo cugino che aveva una piccola officina artigianale. «Papà, - le aveva detto la ragazzina - di' ad Adelmo che vorrei il manubrio sportivo e la vorrei verniciata di color verdino come vanno di moda adesso». Invece si trovò una bicicletta tradizionale, verniciata di nero, ma molto solida. L'unica nota carina era che aveva stampato il suo cognome, che era anche quello del suo fabbricante.

La sua compagna era già sul cancello che l'aspettava. Una grande casa con un immenso cortile e un odore intenso, piacevole, di farina. I suoi genitori erano i mugnai del paese e lì c'era sempre un andirivieni di gente per comprare i sacchetti di farina appena macinata, bianca o gialla: polenta o pane cotto nel forno di casa.

La Ida aveva sfoggiato il vestito nuovo per la fiera e, vedendola senza il solito grembiule nero, sembrava ancora più goffa: aveva una gonna a fiori tutta arricciata, lei che era piuttosto grassottella, e la camicetta bianca che le faceva risaltare quegli occhi neri contornati da folte sopracciglia. Una ragazzona, con uno di quei volti che parevano nati già adulti.

Si divertirono tantissimo in quella giornata. Sulla giostra degli autoscontri trovarono i ragazzi, i «moscardini», che come messaggio d'approccio le tamponavano in continuazione. La Ida si fermava in ogni bancarella ricolma di croccanti: era golosissima. Lei, invece, pensava alla pesca di beneficienza, la sua grande passione. Quei grossi vasi di vetro con dentro i bigliettini arrotolati e fermati da un anellino di pasta cruda erano lì pronti per sentire la sua mano ansiosa alla ricerca della sorpresa. «Mamma, - sente la voce scherzosa dei suoi ragazzi - per queste feste di Natale ti facciamo la mappa delle parrocchie dove c'è la pesca di beneficienza». Conoscevano questa sua debolezza, non aveva mai vinto cose di valore, ma era il desiderio della scoperta. L'immaginario che ha sempre dominato i suoi pensieri e sollecitato la sua fantasia.

Era ormai sera. L'euforia della giornata si stava placando e un pensiero si stava insinuando nella mente. «Non starò qui a dormire, non mi ci trovo», disse ad alta voce, tutto d'un fiato. «Voglio andare a casa». I suoi ospiti la guardarono increduli. Lei prese la bicicletta e via.

Paride stava cenando, guardò Bianca e le chiese: «Tu pensi che rimarrà a dormire dai Magnanini? Io mi avvio lungo l'argine, non sono tranquillo!». Ecco che a metà strada quel vestito bianco e la sagoma scura s'incrociarono. L'incontro, partito da quella invisibile lunghezza d'onde che va al di là della spiegabile ragione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande