-2°

Il racconto della domenica

La fantasia di Carlino il monello

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

0

Era un ragazzino di nove anni e di buona famiglia, ma lo chiamvano Carlìn Bugia. Aveva una fantasia fervida e dicevano: «Due le pensa e tre le fa». E le marachelle finivano sempre in una bella risata. Aveva un viso furbetto, era buono con tutti. Frequentava la scuola, però non era certo uno studente modello. Abitava con la mamma, il papà e la sorellina davanti alla scuola, ma il suono della campanella lo sorprendeva regolarmente mentre stava giocando a figurine con i ragazzi più grandi. L'Arrivo della sorellina aveva rallegrato la casa dopo due bimbi volati in cielo: Franchino in tempo di guerra, a causa della difterite; la Rita nel sonno, la morte bianca. Adesso il nostro monello aveva il compito di portare la nuova arrivata a passeggio con la carrozzina, perché la mamma stava in casa a lavorare di cucito. Carlino lasciava spesso la Dorina sugli argini del Po al sole, e lui se ne andava a giocare a pallone. Diceva tra sé: «Ancora non parla, non farà la spiona...».
Un mattino di fine maggio, come al solito, era arrivato a scuola con molto ritardo. Questa volta la maestra non voleva che la passasse liscia. Ma lui, sempre pronto nelle giustificazioni, si scusò piangendo: «Signora maestra, è morta la mia sorellina».
L'insegnante rimase allibita e lo coccolò per tutta la mattinata. I compagni di classe, ritornati a casa, diedero a tutti la brutta notizia. Nel pomeriggio, conoscendo i precedenti della famiglia, le mamme si recarono in gruppo a casa di Carlino per fare le condoglianze. Ma con loro sorpresa trovarono la bimba che dormiva bella beata nella culla. La mamma di Carlino non fece che scusarsi per questa marachella, ma lui era fatto così: non aveva ancora capito che la realtà era un'altra cosa. La bugia, per lui, era un mezzo per susictare una risata con i compagni. A raccontare tutte le sue fantasie ci vorrebbe un libro.
Aveva sempre fame. La mamma lo teneva a stecchetto perché tendeva a ingrassare. Il furbetto, sembra una barzelletta, mentre giocava in cortile, chiedeva un pezzo di pane e dalla finestra si sentiva rispondere che era quasi ora di pranzo. Allora cambiava musica: «Buttami giù un ago». La replica: «Non posso, si perderebbe». E lui, con prontezza: «Infilalo in un pezzo di pane...». La mamma si arrese e gettò il pezzo di pane, però senza ago... In famiglia c'era uno zio che aveva in simpatia quel bambino e lo portava con sè a pescare.
Era la grande passione di Carlino che gli teneva in ordine le canne come fossero gioielli. Lo zio, però, mai gliene avrebbe regalata una, e allora il furbetto studiò uno stratagemma che gli costò caro. La nonna andava spesso a dormire da loro e ogni sera si portava dietro una borsa di pezza dove sistemava i suoi risparmi e, prima di coricarsi, li stendeva sul letto e li contava. Una sera Carlino rubò una banconota da diecimila lire. Felice, il giorno dopo andò a fare le sue spese. Dal ferramenta comprò subito la tanto sospirata canna da pesca, ma poi rimase un resto. Lui, generoso, corse nel negozio della Ricciotta e spese tutto il bottino in quaderni, gessetti, caramelle, una fionda e altri giocattoli che regalò ai compagni radunati sull'argine del Po. In cambio, questo era il patto, ognuno di loro doveva tenere a turno la sorellina in custodia intanto che lui si divertiva. Lo scoprirono subito perché la nonna se ne accorse e denunciò il fattaccio. Carlino, alle strette, confessò. Soltanto della canna da pesca si recuperarono i soldi: i regali dei compagni sparirono in un attimo. La punizione fu severa, la peggiore che gli potesse capitare: non andò più a pescare con lo zio. Gli rimase una sola cosa: il baratto con i compagni. Doris, la sorellina, sarebbe passata da un amico all'altro, mentre lui giocava a pallone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

3commenti

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

6commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

Parma

Incendio di canna fumaria a Porporano

Sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

13commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

10commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017