12°

Il racconto della domenica

Il grande fiume e la coniglia

il Racconto della Domenica

Rubrica: il Racconto della Domenica

Ricevi gratis le news
0

Paride girava irrequieto intorno al casello, non poteva certo prendere sonno con le ultime notizie diffuse dai tecnici del Magistrato del Po. Era il novembre 1951. Quell'anno, assieme a Bianca, aveva preso una decisione: le due stanze in paese gli stavano troppo strette, la libertà degli anni trascorsi al casello 34 lo aveva spinto ad accettare una nuova sistemazione. Di là dal torrente Crostolo c'era una casa cantoniera disabitata. Appena due chilometri fuori dal paese. Erano arrivati in primavera e si erano sistemati bene. Ma pensando a quella notte di novembre sembrava che quella scelta non fosse stata felice. Le piogge abbondanti avevano ingrossato il grande fiume e il terreno golenale era già stato sommerso dalle acque.
Paride si soffermò a guardare la coniglia bianca nella gabbia che si stava preparando il nido con la sua lanuggine. «Dove te li farò fare quei coniglietti?», pensò. Le galline nel pollaio svolazzavano qua e là, non erano sulla rastrelliera dove di solito si appollaiavano con il capo tra le ali.
Verso l'alba tagliarono l'argine e le acque cominciarono ad arrivare a forte velocità. Paride portò un po' di cose al piano superiore e, prima che l'acqua giungesse alla ferrovia, caricò Bianca e la ragazzina, la coniglia e le galline su un carrello che si usava per il trasporto dei materiali sulle rotaie. Dopo un avvio faticoso, a metà percorso si trovarono di fronte alla salita che portava al ponte sul torrente Crostolo. Bianca non riusciva a far scorrere il bastone con forza sulla massicciata. Lei e Paride scesero e cominciarono a spingerlo con le mani. Qualche metro in avanti e poi il carrello ritornava indietro. Paride era sempre pronto a frenare con il bastone.
Intanto, sulla strada degli argini, in mezzo a una fitta nebbia, si sentivano i suoni più strani: il pianto dei bambini, il ragliare di un asino, il muggito delle mucche piene di latte e già in attesa della prima mungitura mattutina. Finalmente, spinta su spinta, il carrello arrivò sul ponte. Era fatta: adesso giù giù per la discesa fino al paese, usando soltanto qualche colpo di bastone. La nonna e Badiali li accolsero ancora una volta nella loro casa. C'era però qualche ospite in più: la coniglia bianca e le galline, che trovarono posto in cortile sotto la colombaia. La ragazzina era felice. Ancora il suono di tromba, ancora gli amici della lunga strada. Molti alluvionati avevano trovato rifugio alla meno peggio. Paride e la sua famiglia potevano considerarsi fortunati, con il ritorno alla casa di Badiali. I nonni, però, li potevano ospitare soltanto di giorno. Il padrone della colombaia aveva lì vicino una vecchia casa che stava sistemando e offrì a Paride una stanza per dormire. La sera, dopo cena, la nonna preparava una piccola padella di braci fatte nella grossa stufa a legna, e lei e Bianca andavano a riscaldare i letti infilando tra le lenzuola un aggeggio di legno che chiamavano «prete». Faceva molto freddo.
Capitò che, durante quei mesi, dovessero cambiare spesso stanza. Ogni volta che il lavoro dei muratori avanzava, la sera diventava un'incognita. Con ironia Paride chiedeva a Bianca: «In quale stanza dormiamo stanotte? Al primo, al secondo o al terzo piano?».
Il disagio era stato grande. Finalmente venne la primavera. Tornarono al casello, pieno di fanghiglia, ma soltanto per raccogliere le poche cose ancora servibili. Il trasloco fu un colpo secco, come quando si stacca il cordone ombelicale. La loro madre terra, terra della Bassa, a volte ingrata, ma ricca di gente coraggiosa, solidale, amica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS