Italia-Mondo

Slovenia: sembrano esclusi rischi dopo l'incidente in una centrale nucleare

Slovenia: sembrano esclusi rischi dopo l'incidente in una centrale nucleare
5

Allarme nucleare in Slovenia, dove si è verificato un incidente in una centrale. Sono scattate tutte le procedure di emergenza. L'allerta è alta ma, secondo quanto fa sapere l'Unione europea,

Alle 17,38 di oggi la Commissione europea ha lanciato un’allerta per il rischio di radioattività in un incidente avvenuto nella centrale nucleare di Krsko, nel sud-ovest della Slovenia. Il sistema europeo d’allerta è scattato dopo che dallo Stato al confine con il Friuli è stato comunicato che si era verificata una perdita nel circuito di raffreddamento della centrale di Krsko. Dopo l'incidente sono scattate le procedure per lo spegnimento della centrale di Krsko: la centrale è chiusa "per qualche ora", per verificare che non ci siano stati danni all'ambiente circostante.

Secondo la Ue non è stata rilevata alcuna fuga radioattiva ma l'allerta è alta. La Protezione civile del Friuli-Venezia Giulia e i colleghi della Slovenia sono in contatto ma per il momento - fanno sapere - non c'è stata nessuna richiesta di allerta. Lo ha detto il direttore regionale della Prociv friulana, Guglielmo Berlasso. "Quando succedono simili incidenti - dice Berlasso - c'è l’obbligo di comunicarlo ai Paesi della Comunità internazionale. Penso che non si debba creare inutili allarmismi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • tega

    05 Giugno @ 11.00

    L'incidente dellaSlovenia(minimizzatogiustamente per non seminare il panico)spero faccia riflettere i sostenitori del nucleare e che non si risolva il problema alzando la soglia di rischio come è successo in passato per nitriti e nitrati nelle acque potabili

    Rispondi

  • Francesco

    05 Giugno @ 10.59

    In una centrale elettronucleare moderna le fughe radioattive sono praticamente impossibili, perche' il reattore e' chiuso in un bunker di cemento armato , e , in caso di rilascio, le sostanze radioattive rimangono imprigionate nel bunker e non si riversano nell' ambiente. La catastrofica strage di Chernobyl e' stata possibile perche' la centrale era vecchissima , ed il reattore era allo scoperto , dentro un capannone industriale qualsiasi. Un incidente analogo si e' verificato nella centrale americana di Three Miles Island, senza che ci fosse nessuna conseguenza. Pero' e' pur vero che le Nazioni che , in passato, avevano costruito diverse centrali nucleari , ora non ne costruiscono piu' , ed avranno le loro brave ragioni. Ma, poi, meraviglia che nessuno parli, in Italia , di centrali idroelettriche. Il nostro Paese e' ricco di montagne e di corsi d' acqua. L' elettricita' , prodotta a costi relativamente bassi , dalle centrali alimentate dai bacini delle dighe in montagna, sono state la fonte energetica che ha sostenuto il miracolo economico italiano degli anni cinquanta e sessanta. Poi, c' e' stato il Vajont. La catastrofe del Vajont non e' stata causata dal cedimento della diga , che ha retto benissimo, ma dal fatto che il bacino , per un' errata valutazione geologica , era stato fatto ai piedi di una montagna che franava. E la Societa' di Venezia che gestiva l' impianto lo sapeva benissimo , ma ha voluto metterlo in funzione lo stesso , perche' voleva venderlo all' ENEL , facendoselo pagare a caro prezzo , mentre e' chiaro che un impianto inutilizzabile non avrebbe avuto alcun valore. Dopo il Vajont , l' Italia ha abbandonato la preziosa energia idroelettrica. Abbiamo ancora impianti imponenti inutilizzati o sottoutilizzati. Andate a vedere il Cancano in Valtellina, andate a vedere Fedaja alla Marmolada ! Non utilizzare queste risorse e' un delitto !

    Rispondi

  • Paolo

    04 Giugno @ 23.52

    L'educazione al risparmio energetico e l'utilizzo di apparecchi di unltima generazione unito ad altre fonti alternative "eoliche ad esempio" avrebbero potenza superiore a tutte le forze date dal nucleare.......

    Rispondi

  • leone

    04 Giugno @ 22.00

    L'energia nucleare è molto utile, specialmente in epoche come queste. E poi l'Europa è piena di centrali, a "pochi" chilometri dai nostri confini. Ma nonostante tutto, è innegabile che il nucleare faccia un po' paura. Suscita come minimo delle inquietudini...

    Rispondi

  • Paolo

    04 Giugno @ 21.47

    Berlusconi..ne vuoi anche da noi????

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti