12°

Giallo

Un testimone: "Vidi Roberta Ragusa a Cannes"

E' un italiano che lavora in Francia, già sentito da inquirenti

Roberta Ragusa

Roberta Ragusa in una immagine di archivio

Ricevi gratis le news
0
E' italiano che lavora in Francia, già sentito da inquirenti

 

 

(di Gabriele Masiero)
PISA, 18 NOV – Un mistero lungo due anni con tre indagati, pochi testimoni e in contraddizione tra loro, nessuna certezza. E con un’ultima testimonianza che potrebbe ribaltare completamente il fronte. È l'inchiesta sulla scomparsa di Roberta Ragusa, l’imprenditrice pisana svanita nel nulla la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 a Gello di San Giuliano Terme (Pisa), e nella quale è indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere il marito Antonio Logli, in concorso con il padre Valdemaro e la sua attuale compagna Sara Calzolaio.
L'ultima testimonianza in ordine di tempo è quella di uno chef italiano che lavora in un ristorante di Cannes, in Francia, dove nel maggio del 2012, secondo quanto ha riferito agli inquirenti e ai difensori degli indagati che lo hanno sentito per le indagini difensive, l’ha incontrata e ci ha parlato. Pasquale Davi, intervistato in esclusiva da Linea Gialla (sarà trasmessa domani alle 21 su La7), ha detto che la donna «parlava toscano» e che gli disse di essere «dei dintorni di Pisa». Una conversazione di pochi minuti, secondo quanto appreso dall’ANSA, svoltasi il 17 maggio 2012, che lo chef volle subito condividere con gli inquirenti salvo poi attendere mesi senza essere contattato. Solo nelle settimane scorse, e dopo un suo nuovo sollecito, la procura inviò alcuni agenti di polizia giudiziaria per ascoltarlo. Nei giorni successivi Davi è stato sentito anche dai difensori degli indagati. L’incontro con la presunta Roberta Ragusa avvenne alla fine del suo turno di lavoro: la vide fuori dal locale mentre osservava la locandina del menù. Pochi convenevoli tra due connazionali, poi Davi che aveva visto le foto dell’imprenditrice scomparsa nelle trasmissioni Tv italiane le porse una domanda diretta: «Signora, lei è Roberta Ragusa? Lei non rispose, sorrise. L'uomo che era con lei, brizzolato, sui cinquant'anni, invece si irrigidì e disse 'scheiβè, letteralmente merda in tedesco. Avrà pensato, 'ti hanno riconosciutò. L’ha detto in tedesco, ma era italiano».
Sulla nuova testimonianza la procura mantiene il riserbo, ma intanto ha deciso di interrogare Antonio Logli. L’esame avverrà entro dicembre, per avere il tempo, qualora il marito della donna decidesse di rispondere al pm e di non avvalersi della facoltà di non rispondere, di trovare riscontri alle sue dichiarazioni. Quasi due anni dopo il destino di Roberta Ragusa sembra ancora tutto da scrivere: gli investigatori sono convinti che sia stata uccisa e puntano forte sulla testimonianza di un giovane, Loris Gozi, che la notte della scomparsa disse di avere visto Logli in auto e di avere sentito poco dopo una donna gridare e litigare in una strada vicina alla casa della coppia. La difesa pensa invece a un allontanamento volontario e scommette sulle deposizioni di due commesse di una paninoteca di Pisa che dissero di avere visto la notte della scomparsa una donna che le somigliava scendere da un Suv scuro e su quella del pompiere Filippo Campisi, che ha riferito di avere visto quella notte una donna in vestaglia salire su una vecchia jeep parcheggiata davanti a casa. Ora lo chef, che non solo si è fatto vivo spontaneamente ma lo avrebbe fatto a più riprese neltempo e confermando sempre la stessa versione dei fatti.

(Gabriele Masiero - Agenzia Ansa)

 

Un mistero lungo due anni con tre indagati, pochi testimoni e in contraddizione tra loro, nessuna certezza. E con un’ultima testimonianza che potrebbe ribaltare completamente il fronte. È l'inchiesta sulla scomparsa di Roberta Ragusa, l’imprenditrice pisana svanita nel nulla la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 a Gello di San Giuliano Terme (Pisa), e nella quale è indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere il marito Antonio Logli, in concorso con il padre Valdemaro e la sua attuale compagna Sara Calzolaio.
L'ultima testimonianza in ordine di tempo è quella di uno chef italiano che lavora in un ristorante di Cannes, in Francia, dove nel maggio del 2012, secondo quanto ha riferito agli inquirenti e ai difensori degli indagati che lo hanno sentito per le indagini difensive, l’ha incontrata e ci ha parlato. Pasquale Davi, intervistato in esclusiva da Linea Gialla (sarà trasmessa domani alle 21 su La7), ha detto che la donna «parlava toscano» e che gli disse di essere «dei dintorni di Pisa». Una conversazione di pochi minuti, secondo quanto appreso dall’ANSA, svoltasi il 17 maggio 2012, che lo chef volle subito condividere con gli inquirenti salvo poi attendere mesi senza essere contattato. Solo nelle settimane scorse, e dopo un suo nuovo sollecito, la procura inviò alcuni agenti di polizia giudiziaria per ascoltarlo. Nei giorni successivi Davi è stato sentito anche dai difensori degli indagati. L’incontro con la presunta Roberta Ragusa avvenne alla fine del suo turno di lavoro: la vide fuori dal locale mentre osservava la locandina del menù. Pochi convenevoli tra due connazionali, poi Davi che aveva visto le foto dell’imprenditrice scomparsa nelle trasmissioni Tv italiane le porse una domanda diretta: «Signora, lei è Roberta Ragusa? Lei non rispose, sorrise. L'uomo che era con lei, brizzolato, sui cinquant'anni, invece si irrigidì e disse 'scheiβè, letteralmente merda in tedesco. Avrà pensato, "ti hanno riconosciuto". L’ha detto in tedesco, ma era italiano».
Sulla nuova testimonianza la procura mantiene il riserbo, ma intanto ha deciso di interrogare Antonio Logli. L’esame avverrà entro dicembre, per avere il tempo, qualora il marito della donna decidesse di rispondere al pm e di non avvalersi della facoltà di non rispondere, di trovare riscontri alle sue dichiarazioni. Quasi due anni dopo il destino di Roberta Ragusa sembra ancora tutto da scrivere: gli investigatori sono convinti che sia stata uccisa e puntano forte sulla testimonianza di un giovane, Loris Gozi, che la notte della scomparsa disse di avere visto Logli in auto e di avere sentito poco dopo una donna gridare e litigare in una strada vicina alla casa della coppia. La difesa pensa invece a un allontanamento volontario e scommette sulle deposizioni di due commesse di una paninoteca di Pisa che dissero di avere visto la notte della scomparsa una donna che le somigliava scendere da un Suv scuro e su quella del pompiere Filippo Campisi, che ha riferito di avere visto quella notte una donna in vestaglia salire su una vecchia jeep parcheggiata davanti a casa. Ora lo chef, che non solo si è fatto vivo spontaneamente ma lo avrebbe fatto a più riprese nel tempo e confermando sempre la stessa versione dei fatti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery