-1°

statistiche

Un anno a tutto clic

Da Nelson Mandela a Valentino Rossi, le classifiche del web e dei social network. Laura Pausini, con quattro milioni di fan, è la regina italiana di Facebook

Ricevi gratis le news
0

 


Riccardo Anselmi

E' Nelson Mandela, il leader della lotta contro l’apartheid, a dominare la classifica dei cento termini più cercati nel 2013 attraverso Google, che anche quest’anno aiuta a «fotografare» gli ultimi dodici mesi con le statistiche del suo Zeitgeist (www.google.com/zeitgeist), organizzato come una sorta di maxischermo a mosaico dove, cliccando su ciascuna tessera-icona, si scopre il suo posto occupato nell’elenco e come si è evoluta la sua popolarità nell’arco di tempo preso in esame. Un video riassume i fatti del 2013, dalla nascita del royal baby ai gesti di umanità di Papa Francesco. Ma non è soltanto a Mountain View che si è scelto di raccontare il flusso di notizie di internet per immagini. Yahoo (http://it.notizie.yahoo.com/fattidellanno), altro big delle ricerche online, ha organizzato una sorta di bacheca con affissi gli scatti della sua «timeline». D’altronde è la stessa natura del web a essersi fatta oggi sempre meno scritta e più multimediale, con canali come YouTube (www.youtube.com/user/ theyearinreview) saldamente in cima alle preferenze degli internauti, al punto che per molti, a cominciare dalle star della musica, è diventato più importante un passaggio qui che in radio o in tv. È però Facebook, tallonato da Google+ e Twitter, il sito più seguito dagli italiani secondo la top ten di Bing (http://notizie.it.msn. com/2013-in-foto/bing-trends), che registra comunque il crescente interesse anche verso i fenomeni tumblr e Instagram. Social network che a loro volta non hanno mancato l’appuntamento con le classifiche di fine anno. Su Facebook (www.facebookstories.com/2013/it -it) Papa Francesco è stato eletto personaggio del 2013, mentre per Twitter (https://blog.twitter.com/it/2013/ 2013-lanno-su-twitter) il cinguettio più popolare sono state le parole con cui l’attrice di «Glee», Lea Michele, ringraziava i fan per i messaggi d’affetto ricevuti all’indomani della scomparsa del collega e compagno Cory Monteith. Spunti che confermano come il palcoscenico di internet si sia ormai trasformato in un moderno rito collettivo dove vengono amplificate le emozioni fino a una scala globale, che si tratti di commuoversi o di divertirsi.

PERSONAGGI
La popolarità ha diverse facce. Anche su internet a finire in evidenza ogni anno sono spesso gli addii. Tutta la Rete ha salutato il leader africano Nelson Mandela, ma a colpire il web sono state pure le tragiche scomparse degli attori Paul Walker, il protagonista del film «Fast and furious» morto, triste ironia del destino, in un incidente d’auto, e James Gandolfini, l’acclamato interprete di origine parmigiana del boss della serie tv «I Soprano» deceduto improvvisamente mentre si trovava in vacanza in Italia. Online si fanno largo però anche le nuove generazioni. Tra i teenager più influenti del web figurano tanto l’attivista pachistana Malala quanto, all’estremo opposto, la boy band degli One direction che, sommando gli account dei sei membri, raggiunge su Twitter la ragguardevole somma di oltre 29 milioni di follower. Da noi i più seguiti sono Valentino Rossi e Jovanotti, intorno ai due milioni di follower (per un confronto, la triade americana Katy Perry-Justin Bieber-Lady Gaga si aggira sui 50 milioni ciascuno). La regina italiana di Facebook è Laura Pausini, con circa 4 milioni di fan, dietro agli sportivi Rossi e Balotelli, veri e propri divi del sito. Altra musica su Instagram, il mezzo preferito per condividere fotografie, che nel 2013 incorona selfie e scatti sexy di Belén Rodríguez, Claudia Galanti, Melissa Satta ed Elisabetta Canalis. Rimane comunque Twitter il social network più di tendenza tra i vip. Nel 2013 hanno fatto il loro primo cinguettio anche il maestro del brivido Stephen King e il calciatore Mario Balotelli, che viaggia già sopra un milione e 600mila follower e potrebbe diventare presto l’italiano con più seguaci online. Discorso a parte per Papa Francesco e il blogger e politico Beppe Grillo, che guadagnano invece la testa della classifica dei trend di Google: ogni volta che parlano raccolgono subito l’interesse della Rete.

FATTI
Dalla nascita del royal baby all’elezione di Papa Francesco, ma anche il raddrizzamento della Costa Concordia e i disastri naturali. Se nel 2012 a calamitare l’interesse del popolo del web era stato il terremoto in Emilia, quest’anno ci si sono messi il tifone Haiyan nelle Filippine e l’alluvione in Sardegna. Hanno colpito molto pure l’attentato alla maratona di Boston e il conflitto in Siria. Il 2013 è stato anche un anno di nuove proteste: da piazza Tahir a Il Cairo si è passati al Gezi Park e a piazza Taksim di Istanbul, simboli della mobilitazione contro il premier turco Erdogan, seguita dal mondo via Twitter, social network che però incorona come evento dell’anno la Giornata mondiale della gioventù insieme al Pontefice a Rio de Janeiro. Ha poi commosso tutti la storia di San Francisco, con la metropoli californiana trasformata per un giorno in Gotham city, come regalo a un bambino ammalato di leucemia il cui sogno era incontrare il suo idolo, Batman. Una nota positiva, in un anno altrimenti funestato dai morti del naufragio di Lampedusa e dallo scandalo intercettazioni portato alla ribalta dalle rivelazioni di Edward Snowden.

VIAGGI
E' Londra la destinazione più cliccata su Bing dagli italiani, che hanno utilizzato il motore di ricerca di Microsoft anche per preparare trasferte a Parigi e a Barcellona, come pure in Croazia, in Grecia, a Miami, a Praga, ad Amsterdam e a Vienna, con una spiccata preferenza dunque per le capitali europee dell’arte. L’Italia in generale è invece in cima ai sogni degli australiani, davanti al Brasile e a Parigi, ma alle nostre latitudini si dirigono volentieri anche inglesi (dopo aver fatto tappa in Francia e in Spagna), brasiliani (per loro però è Barcellona il top) e tedeschi (al decimo posto di una classifica aperta dall’eleganza fin de siècle di Vienna e dalle spiagge delle Hawaii). Tra i turisti della Rete c'è anche chi ha spiccate preferenze per una località del Bel Paese: gli spagnoli si documentano su Bing per un viaggio a Roma (su cui converge l’attenzione anche di indiani, statunitensi e francesi) o a Venezia, nella cui piazza San Marco si concentrano pure molte delle «registrazioni» di Facebook, che ha raccolto in un planisfero i luoghi famosi visitati nel 2013 dai suoi utenti in tutto il mondo effettuando sul posto un apposito log-in, da Disneyland in California alle Ramblas di Barcellona.

CURIOSITA'
Tra le classifiche che in questi giorni fanno il giro del web ci sono anche le gaffe. Non si contano i vip colti in fallo per un tweet, come il tennista Nadal che si affrettava a partecipare al cordoglio per la morte di Mandela, quando il Premio Nobel per la pace era sì gravemente malato, ma ancora in vita. C'è poi chi, per non perdere il treno di internet, incappa nelle disavventure dei principianti. È accaduto al premier inglese Cameron, il cui account Twitter figurava seguire quello di un’agenzia di escort, senza che il politico ne fosse a conoscenza. Cliccatissimo anche il video dell’attrice Jennifer Lawrence che inciampa alla cerimonia degli Oscar. La vera clip tormentone del 2013 è però l’Harlem shake, un meme, ossia una moda diffusa per mezzo di internet e imitatissima. In questo caso si tratta di un filmato in cui, sulle note dell’omonima canzone, si osserva la stessa scena in due momenti, uno apparentemente tranquillo, l’altro, subito dopo, nel quale una folla di persone si scatena in balli assurdi. Su YouTube si è arrivati ad avere migliaia di video diversi, ma dal medesimo tono, caricati ogni giorno da utenti in tutto il mondo e al fenomeno non sono rimasti indifferenti neppure i giocatori della Juventus.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5