13°

adozioni

Congo: tutte le famiglie italiane torneranno senza figli

Ente adozioni: "Il governo di Kinshasa non vuole più pressioni"

Congo: tutte le famiglie italiane torneranno senza figli
Ricevi gratis le news
2

 

ROMA, 8 GEN – Alla fine dovranno tornare tutti a casa senza figli, almeno per il momento: i genitori italiani che hanno adottato bambini nella Repubblica democratica del Congo, e che da mesi sono bloccati a Kinshasa perchè le autorità non autorizzano l’espatrio dei minori, si dovranno rassegnare a lasciare i figli e rientrare in Italia in attesa che le loro pratiche, così come quelle di tutte le altre famiglie adottive straniere, vengano riesaminate.
La notizia, anticipata stamani su Facebook da un un papà barese bloccato a Kinshasa, è stata poi confermata all’ANSA da Cristina Nespoli, presidente di 'Enzo B', uno dei tre enti (gli altri sono I cinque pani e Aibi) che seguono l’iter adottivo delle famiglie italiane bloccate a Kinshasa. "Sono ancora a Kinshasa, ma presto torneremo a Bari, purtroppo senza nostra figlia, per ora...", ha scritto sul social network Massimo De Toma. Lo stesso genitore barese, qualche giorno fa, aveva dichiarato che "tornare senza i nostri figli sarebbe una evidente sconfitta politica del nostro Paese". Nel pomeriggio la presidente di Enzo B, che segue sei delle 24 famiglie coinvolte, ha confermato: i genitori dovranno tornare tutti in Italia, in attesa che le autorità congolesi riesaminino le relative pratiche. Sono state le stesse autorità di Kinshasa, ha precisato Nespoli, a chiederlo, impegnandosi però allo stesso tempo a verificare quanto prima i documenti delle coppie italiane.
I visti degli italiani, scaduti da un pò, dunque non saranno rinnovati e il motivo, ha spiegato Nespoli, è che "le autorità congolesi non vogliono più subire pressioni" e vogliono riesaminare i casi con calma. Troppa eco mediatica intorno a questa vicenda, insomma. "Ciò non vuol dire comunque – ha precisato – che siano state riscontrate irregolarità nelle procedure italiane. È solo che vogliono non avere dubbi". "Forse l’eccessiva pressione non ha giocato a favore di una soluzione a breve. In questo momento, in ogni caso, bisogna rispettare la decisione congolese e avere pazienza" ha aggiunto la presidente di Enzo B. I bambini, ha continuato, "per la legge congolese sono legittimamente figli dei genitori adottivi, ma sono cittadini congolesi e dunque non possono uscire se non con l'autorizzazione delle autorità di Kinshasa".
Quanto ai tempi di soluzione della vicenda, Nespoli non si sbilancia: "Non dipendono da noi, dobbiamo lasciarli lavorare e sperare che sia un tempo breve. Confido nella volontà del governo congolese di fare le verifiche in un tempo ragionevole". Ieri anche il ministro Cecile Kyenge, che è presidente della Commissione adozioni internazionali, aveva ribadito che si tratta di una vicenda delicata e non aveva voluto pronunciarsi sulla tempistica. Ma per Crisrina Nespoli "un fatto positivo è che le coppie italiane sono le uniche ad aver depositato il proprio dossier presso la Dgm, l’autorità preposta e verificare i documenti". Un buon segnale, dopo tutto, che dà un briciolo di speranza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    09 Gennaio @ 12.17

    IO SONO CONVINTO DELL' ONESTA' E DELLA BUONA FEDE DI QUESTI ASPIRANTI GENITORI , PERO' , con certe "adozioni internazionali" di bambini , bisogna stare attenti , perchè , accanto alle persone animate da sincera bontà di cuore , ci sono , purtroppo, anche situazioni equivoche. Ci sono bambini che vengono deportati per servire da fornitori di organi per trapianti clandestini . Molti di loro muoiono . Ci sono stati casi di bambini e bambine "adottati" a scopo sessuale. Ci sono stati casi di piccoli adottati come se fossero cagnolini da compagnia , e , dopo un paio d' anni , abbandonati in orfanatrofio. Ci sono stati casi di coppie in crisi , senza figli , che hanno adottato bambini per cercare inutilmente di rinsaldare un legame spento . Ci sono casi di persone che , scoraggiate dalla procedura lunga e complessa necessaria per fare un' adozione in Italia , vanno all' estero , in zone povere , e comprano bambini pagandoli , con l' intermediazione di qualche personaggio equivoco. ALLORA , IO POSSO ANCHE CAPIRE IL GOVERNO CONGOLESE SE DICE : "NOI NON SIAMO QUI A VENDERE BAMBINI" . QUESTE SONO CONSIDERAZIONI CHE FACCIO IN LINEA DI MASSIMA, E NON HANNO RIFERIMENTI PERSONALI A CHI E' COINVOLTO IN QUESTA VICENDA.

    Rispondi

  • Roberto

    09 Gennaio @ 09.03

    Che disastro! Da genitore adottivo tutta la mia vicinanza e il mio affetto alle sfortunate famiglie e ai bambini, con l'augurio di poter dare loro quanto prima la felicità che meritano Roberto Ranalli

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano

L'INTERVISTA

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano Fotogallery

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

musica

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio  per l'Italia"

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

FRONERI

I sindacati vedono Renzi. L'azienda ribadisce la chiusura, "Soluzioni attive per i lavoratori"

Il segretario: "Salvaguardare le nostre migliori capacità produttive"

Mafia

Morto all'ospedale di Parma Totò Riina

Il boss era detenuto da anni nel carcere di via Burla

10commenti

IL CASO

Ricorso accolto, non paga la Tari

3commenti

carabinieri

Sotto sequestro il campeggio di Berceto

2commenti

Tg Parma

Sicurezza, decoro urbano, disabilità e inclusione: i quattro delegati

2commenti

FONTEVIVO

Sabato i funerali di Mattia Carra

1commento

Carabinieri

Inseguimento all'auto rubata

Il ladro molla la vettura e fugge a piedi

1commento

VARANO

Per i suoi 81 anni l'ingegnere si regala la "Dallara Stradale" Video

Tg Parma

Sci: domani e domenica a Schia snowpark e tapis roulant Video

Condanna

Omicidio stradale: 4 anni a Bulgarani

2commenti

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

20commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

LUTTO

E' morta a 103 anni Luisa Bertoli la nonnina di Borgo del Correggio

sicurezza

Task force dei carabinieri in azione a Fidenza (Per esercitazione) Gallery

OSPEDALE

Andrei e Fabi: «Ecco la nostra idea di sanità»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

WEEKEND

La top 5 del fine settimana

ITALIA/MONDO

ULTIMA ORA

Allarme bomba a Milano, trovata granata

La lettera

La moglie di Brizzi: "Barricata in casa con mia figlia: è un tribunale mediatico"

2commenti

SPORT

rugby

Roselli: "Il rugby italiano sta facendo bene, occorre tempo" Video

Rugby

Parisse sogna un'altra impresa

SOCIETA'

A macchia d'olio

Violenze, accuse (anche) a Stallone. Lui: "Falso e ridicolo"

MILANO

Berlusconi, stop al mensile da 1,4 milioni a Veronica. Lei dovrà anche restituire 60 milioni

1commento

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto