20°

Politica

Renzi presenta l'Italicum, legge elettorale con premio di maggioranza per chi prende almeno il 35%

La direzione del Pd ha approvato la proposta con 111 sì e 34 astenuti

Il segretario del Pd Matteo Renzi durante la direzione del Pd

Il segretario del Pd Matteo Renzi durante la direzione del Pd

0

Doppio turno di coalizione. È questa la novità del Partito Democratico sulla legge elettorale che Matteo Renzi ha proposto alla direzione del partito. Il sistema elettorale è stato ribattezzato «Italicum». La legge elettorale viene inserita da Renzi in un pacchetto di riforme che include la trasformazione del Senato in Camera delle Autonomie (non più organo elettivo) e la modifica del titolo V della Carta, con un taglio dei costi degli enti locali.
La proposta di legge elettorale prevede «l'assegnazione di un premio di maggioranza» a chi abbia preso «almeno il 35%» dei voti «che porti al 53% minimo e al 55% al massimo». Il premio dunque sarà «al massimo del 18%», in modo da evitare profili di incostituzionalità. «Abbiamo messo una soglia massima - ha detto Renzi - perché con la fine del bicameralismo, con la mancanza di un tetto massimo si sarebbe potuto arrivare con il 49% a modificare la Costituzione». Se nessuno raggiunge almeno il 35% dei voti si va al ballottaggio. 
La proposta prevede una soglia di sbarramento del 5% per chi si coalizza e dell’8% per chi non è in coalizione e del 12% per le coalizioni. Con meccanismo per evitare le liste civetta.
Matteo Renzi indica la tempistica per l'approvazione della nuova legge elettorale. Approvare «entro maggio» le riforme costituzionali in prima lettura e la legge elettorale in via definitiva. «Rifiuto l'idea di legare la legge elettorale al termine delle riforme costituzionali - avverte -. L'accordo sulle riforme sta in piedi tutto insieme o non sta, ma no a strane alchimie sui tempi».
La direzione del Pd ha approvato con 111 favorevoli e 34 astenuti la proposta di riforma elettorale avanzata da Renzi. Nessun voto contrario.

 

I PUNTI PRINCIPALI DELL'ITALICUM

I COLLEGI – I seggi vengono distribuiti con metodo proporzionale, su base nazionale. Ci saranno circa 120 collegi plurinominali: circoscrizioni piccole di circa 500mila elettori, per l’assegnazione di 4 o 5 seggi. Sulla scheda ci saranno i nomi di tutti i candidati nelle liste, che saranno bloccate ma corte, con criteri di riequilibrio di genere. Il Pd, ha annunciato Renzi, sceglierà i propri candidati con le primarie.

IL PREMIO E IL DOPPIO TURNO – Alla lista o coalizione che riceva almeno il 35% dei voti, viene assegnato un premio di maggioranza del 18%. Ma c'è un limite al numero di seggi che potrà ottenere con tale premio: non oltre il 55% (se ad esempio una lista avrà il 40% dei voti, sommerà un premio del 15%).

Solo nel caso in cui nessuno raggiunga il 35% dei voti, si svolge un secondo turno fra le prime due liste o coalizioni di liste. Fra il primo e il secondo turno non sono possibili apparentamenti. Chi vince il ballottaggio, prende un premio di maggioranza che gli assegna il 53% dei seggi. I restanti seggi vengono distribuiti proporzionalmente tra le altre coalizioni.

LE SOGLIE DI SBARRAMENTO – Per accedere alla Camera le coalizioni dovranno prendere almeno il 12% dei voti. Le singole liste coalizzate dovranno arrivare al 5%, all’8% le liste non coalizzate. Sono previsti criteri contro le "liste civetta".

LA "CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA" PER IL SENATO – Quando arriverà in porto la riforma del bicameralismo, il Senato non sarà più organo elettivo. Ma nel frattempo, nell’Italicum viene inserita una "clausola di salvaguardia" che rende applicabile la legge elettorale anche al Senato. Percentuali, soglie e premio di maggioranza sono le stesse della Camera, ma l’attribuzione dei seggi avviene su base regionale, come prevede la Costituzione.
Con il superamento del bicameralismo perfetto, solo la Camera darà il voto di fiducia al governo. Il Senato diventerà una Camera delle autonomie, con l’eliminazione dell’elezione diretta dei suoi membri e di ogni indennità. In questo modo, i parlamentari si ridurranno da 945 a 630.

VIA LE PROVINCE - Con la riforma del Titolo V si eliminerà la materia concorrente tra Stato e Regioni. Torneranno nella competenza statale alcune materie come le reti strategiche di trasporto, l’energia e il turismo. Alla riforma costituzionale si affiancherà l’eliminazione dei rimborsi elettorali per i consiglieri regionali e l’equiparazione dell’indennità dei consiglieri regionali a quella del sindaco della città capoluogo di regione. Verrà condotto a termine il ddl Delrio che "svuota i poteri" delle province.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

9commenti

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

15commenti

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

2commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

4commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

roma

Massacrato dal branco: due fermi. La ragazza: "Sembravano bestie"

NUORO

Volevano trafugare la salma di Enzo Ferrari: sgominata una banda

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

2commenti

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017