21°

Scuola

Allarme dei sindacati: a settembre classi-pollaio

+34 mila studenti, in città rischio classi con oltre 30 alunni

Allarme dei sindacati: a settembre classi-pollaio
8

 

A settembre si siederanno sui banchi di scuola 34mila studenti in più rispetto a questo anno scolastico, nel quale il numero degli alunni era comunque già aumentato rispetto all’anno precedente. Nessuna variazione invece per il corpo docente e così soprattutto in qualche grande città del Nord si rischiano «classi-pollaio» con oltre trenta alunni. L’allarme arriva dall’Anief, associazione sindacale del settore scuola, che evidenza anche come «tra il 2007 e il 2012
l'amministrazione abbia soppresso oltre 100 mila cattedre».
Nel dettaglio per il prossimo anno scolastico sono previsti 33.997 allievi in più: l’incremento più consistente sarà nelle classi superiori con +25.546 allievi (+ 1,03%); in aumento anche gli scolari della primaria (+9.216, +0,36%). Previsto invece un lieve decremento nella scuola media: ci saranno 785 alunni in meno (-0,05% rispetto all’anno scolastico in corso). «Ma anzichè adeguare l’organico dei docenti a questo importante boom di allievi, il ministero dell’Istruzione – denuncia l’Anief – ha comunicato ai sindacati che non ci saranno variazioni del corpo docente. A ben vedere, però, la forbice prof-alunni si sta sempre più allargando. Scorrendo gli ultimi dati forniti dalla Ragioneria Generale dello Stato si scopre che tra il 2007 e il 2012 il personale della scuola ha perso oltre 124 mila posti».
L'incremento degli alunni per l’anno scolastico 2014-2015 è stato comunicato in un incontro tecnico tra ministero e sindacati. «L'incremento riguarda soprattutto alcune regioni del nord – riferisce Massimo Di Menna della Uil scuola – e il rischio è che soprattutto nelle grandi città avremo classi particolarmente numerose, con oltre trenta alunni». Ora è atteso un atto amministrativo, un decreto interministeriale (Istruzione-Economia) per la determinazione degli organici. «Sarebbe più opportuno prima provvedere alla formazione delle classi e poi verificare i posti da assegnare», dice ancora il sindacalista della Uil.
Tra i problemi – spiega Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo Confedir – c'è anche «la legge del 2011 con la quale il legislatore ha fatto cadere l’autonomia delle scuole d’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, accorpandole in mega-istituti senza capo nè coda, rette da dirigenze in perenne affanno. Non è un caso che il nostro sindacato abbia deciso di contrastare questa impostazione, patrocinando gratuitamente i ricorsi ai Tar contro il dimensionamento selvaggio. Un’opera che abbinata al blocco degli organici, anche a fronte di un incremento sostanzioso di alunni, come avverrà nel prossimo anno, sta producendo timori sempre maggiori, purtroppo fondati, sulla funzionalità del servizio scolastico».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    24 Febbraio @ 18.57

    QUI , ALL' UNIVERSITA' DI PARMA , DI " 6 POLITICI" NON NE SONO MAI STATI DATI , a parte il fatto che il "6" non è un voto universitario . La sufficienza minima è notoriamente 18. L' UNICA CONCESSIONE CHE OTTENEMMO FU LA SESSIONE D' ESAME CONTINUA , cioè le commissioni d' esame si riunivano una volta alla settimana , o una volta ogni quindici giorni al massimo , sicchè ci si poteva presentare all' esame quando si era pronti , senza dover aspettare un appello ogni tre o quattro mesi . Poi, i criteri di valutazione erano gli stessi di prima. COMUNQUE ANCH' IO , ALLA SCUOLA ELEMENTARE , ERO IN UNA CLASSE , SE BEN RICORDO , DI TRENTATRE BAMBINI , CON UN SOLO MAESTRO , che non solo riusciva ad insegnarci quanto prescritto dai programmi ministeriali , ma ci faceva lezioni anche di educazione civica e codice della strada. Una sola volta lo vidi in difficoltà : quando arrivò un bambino "handicappato" , che correva urlando per la classe , non seguiva minimamente la lezione e , qualche volta , aggrediva anche gli altri bambini . L' anno dopo , però , non c' era più. Credo sia stato mandato in un apposito Istituto. E' VERO CHE C' ERANO ALTRI INSEGNANTI ED ALTRI GENITORI . Insegnanti che non prendevano un incarico annuale per poi stare tre o quattro mesi in malattia , e genitori che, se tornavi a casa con un brutto voto , ti prendevano a scappellotti , con buona pace del "telefono azzurro" , e non andavano a protestare con l' insegnante.

    Rispondi

  • Biffo

    24 Febbraio @ 16.22

    Hai ragione, anche quella dei genitori attuali; prof e genitori sono ora quelli usciti dal "rinnovamento" del '68, 6 politico, laurea regalata agli agit-prop di sinistra o di destra, aver sempre ragione e mai torto, solo diritti, nessun dovere, scooter a 14 anni ed auto propria a 18, sempre e comunque, Smartphone, Iphone a gogò, dai 700€ in su, abitini gridati costosissimi, a ricoprire miserie umane in fieri.

    Rispondi

  • gherlan

    24 Febbraio @ 15.07

    @ Biffo 11:51; anche la capacità educativa degli insegnanti era molto diversa da quella dei "prof" attuali...

    Rispondi

  • Biffo

    24 Febbraio @ 11.51

    In I Liceo Classico, al Romagnosi, eravamo in 32 o 34, ora non ricordo con esattezza; ma era la qualità educativa degli alunni, a fare la differenza con quelli di oggi. Non si sentiva ronzare un moscerino; nessuno di noi avrebbe mai osato solo rispondere, con cortesia, ad un rimprovero di un prof. Ora bastano 10 imbecilli, in una classe, che il docente dovrebbe usare una frusta elettrica.

    Rispondi

  • gherlan

    24 Febbraio @ 10.43

    Se le prigioni sono sovraffollate, anziché costruirne di nuove, si preferisce fare amnistie e indulti. Per coerenza, se ad essere sovraffollate le scuole, si dovrebbe mettere il numero chiuso fin dalle elementari. Chi entra studia, gli altri possono andare a lavorare. Mio nonno ha cominciato come famiglio a sette anni e non è mica morto, anzi è campato fino a 89 anni...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

2commenti

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"