15°

29°

Parlamento

Sì definitivo: l'abolizione delle Province è legge

I Consigli diventano Assemblee dei sindaci. Nascono le Città Metropolitane

Sì definitivo: l'abolizione delle Province è legge
Ricevi gratis le news
7

(ANSA) - ROMA, 3 APR - Sì definitivo dell'Aula della Camera al ddl Delrio che abolisce le province. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 260 sì, 158 no e 7 astenuti. 

Ma è scontro con le opposizioni, Forza Italia in testa. "E' un golpe", grida in Aula il capogruppo degli azzurri a Montecitorio Renato Brunetta, che poi in una conferenza stampa convocata ad hoc si appella al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinchè non promulghi il provvedimento. "Non è vero", replica il vicesegretario del Pd Deborah Serracchiani, rivendicando l'impegno del governo sul fronte delle riforme.

Pura propaganda, attacca il partito di Nichi Vendola: il disegno di legge approvato dal Parlamento "non abolisce le province. Sel – interviene in Aula Nazzareno Pilozzi – non è contro il cambiamento ma contro i finiti innovatori che nascondono dietro la demagogia le peggiori pratiche spartitorie". Una "farsa", secondo la Lega che ricorda come anche "secondo la Corte dei Conti i costi non diminuiranno ma aumenteranno".

Domani (4 aprile) il presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli terrà una conferenza stampa. Ecco i dubbi che Bernazzoli esprime ai microfoni di TvParma

LE NOVITA' PRINCIPALI. Ecco cosa prevede il testo della legge. 

 

- PROVINCE: Il ddl Delrio, non potendo "cancellare" le amministrazioni provinciali, le svuota di competenze. Il ddl mira ad una riduzione dei costi, pertanto prevede un criterio di gratuità per l’esercizio delle funzioni di presidente e consigliere provinciale. I consigli provinciali, infatti, vengono trasformati in Assemblee dei sindaci: questi ultimi lavoreranno nei nuovi "enti territoriali di area vasta", percependo esclusivamente le indennità già corrispostegli in qualità di primi cittadini. I presidenti di Provincia non saranno più eletti dai cittadini, ma indicati all’interno di una assemblea formata dai sindaci dei Comuni del territorio di riferimento. Ad esempio, il futuro presidente della Provincia di Frosinone sarebbe scelto tra i sindaci dei Comuni del Frusinate e percepirebbe soltanto lo stipendio da sindaco.

Le competenze provinciali vengono trasferite a Regioni e Comuni, ad eccezione dell’edilizia scolastica, della pianificazione dei trasporti e della tutela dell’ambiente. Il personale continuerà a lavorare presso gli organi territoriali di riferimento dell’attività svolta, mantenendo retribuzione ed anzianità di servizio.

Il ddl prevede che questi nuovi enti provinciali prenderanno vita a partire dal 1° gennaio 2015. Fino ad allora le Province saranno rette da commissari (si tratterà degli attuali presidenti di Provincia che cambieranno nome in commissari) in quanto non si voterà per le rielezioni dei 52 organi provinciali in scadenza nel 2014.

- CITTA' METROPOLITANE: Napoli, Milano, Torino, Bari, Bologna, Firenze, Genova, Venezia e Reggio Calabria diventano Città Metropolitane. A queste va aggiunta Roma, già inquadrata con l’istituzione di Roma Capitale; in futuro anche Palermo, Messina, Catania, Cagliari e Trieste (l'istituzione deve passare attraverso un provvedimento delle Regioni a statuto speciale in cui ricadono) saranno Città Metropolitane. In totale, alla fine si tratterà di 15 nuove aree territoriali che vanno a sostituire le Province: ricopriranno il territorio della Provincia omonima e ne assumeranno le competenze. Saranno guidate da un sindaco metropolitano che, a differenza dei presidenti delle "nuove province" potrà anche essere eletto ma solo "previa" istituzione di una apposita legge. Altrimenti, il sindaco metropolitano coinciderà con il sindaco della principale città e non percepirà indennità aggiuntive per l’ulteriore incarico. Altri organi saranno il Consiglio metropolitano, indicato dal sindaco, e la Conferenza metropolitana. Quest’ultima sarà composta dai sindaci dei Comuni appartenenti alla città metropolitana. Il personale delle amministrazioni provinciali, pertanto, confluirà nel nuovo ente territoriale. Il ddl prevede che le Città Metropolitane prenderanno vita a partire dal 1° gennaio 2015.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oberto

    04 Aprile @ 16.30

    non so se sia vero quello che riporta " il fatto quotidiano" ma devo dire che come regola quello che dice poi avviene e si rivela vero, ma da quello che ho letto direi che le province in termini di costi e sprechi e personale inutile rimangono e anzi aumentano!!! Complimenti a Renzi che fa la supercazzola agli italiani e questo se la bevono!

    Rispondi

  • wpdev

    04 Aprile @ 10.19

    Ennesima bufala di questa classe politica bugiarda, infingarda e arraffona. Alle Europee mi auguro che la gente mandi un segnale di forte rottura contro questi lestofanti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    04 Aprile @ 09.46

    NON E' ABOLITO NIENTE ! Le Province saranno sostituite da altri Enti ( Area Vasta , Consorzio di Comuni , Città Metropolitane...........) . I Consigli non saranno più ad elezione diretta , ma costituiti dai Sindaci del Territorio . L' unico , piccolo risparmio , potrà forse essere nell' abolizione delle indennità che Consiglieri , Assessori e Presidente finora percepivano , ma è poca cosa , ed , inoltre , è probabile che i componenti del nuovo Consiglio se le ri - attribuiscano . E' chiaro che se , per fare un esempio , il Sindaco di Bedonia dovrà venire spesso a Parma per occuparsi dell' amministrazione dell' "Area Vasta" , un rimborso spese dovrà pur darselo. UNO STUPRO DELLA COSTITUZIONE E NIENT' ALTRO ! Per Bernazzoli state tranquilli. Un' altra casa la troverà .

    Rispondi

  • salamandra

    04 Aprile @ 09.23

    Le aboliscono per ricrearle sotto altro nome e aumentare le poltrone. O qualcuno ancora crede che il PD sia diverso dal PDL?

    Rispondi

  • Franco

    03 Aprile @ 20.33

    L'abolizione delle province? Seeeee... domani! http://www.lafucina.it/2014/04/03/di-maio-non-aboliranno-le-province-anzi/#

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Nada con A toys orchestra

musica

Nada a Parma con A toys orchestra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

4commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

1commento

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

usa

Scontro fra treni a Filadelfia, 33 feriti

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti