12°

RIMINI

Indossa il velo: hotel nega stage a studentessa marocchina

Velo islamico (foto d'archivio senza riferimenti alla notizia)
Ricevi gratis le news
16

Indossa il velo e un hotel le nega lo stage: è accaduto a Cattolica, sulla riviera riminese, ad una studentessa 17enne di origine marocchina che frequenta il quarto anno dell’Istituto superiore per il turismo. La vicenda, segnalata sul sito di un giovane giornalista nato in Marocco che vive nel riminese, Brahim Maarad, e ripresa dai media locali, ne ricorda una analoga di tre anni fa: anche allora una ragazza, Halima, che frequentava l’istituto alberghiero, aveva dovuto rinunciare allo stage causa velo, perchè quell'abbigliamento - le era stato detto dall’hotel dove avrebbe dovuto lavorare – va "contro la politica aziendale".
La studentessa 17enne avrebbe dovuto fare tre settimane di stage alla reception di un albergo di Cattolica, ma quando la direzione dell’hotel ha saputo che porta il velo è stata esclusa, perchè "gli stagisti si devono comportare e vestire in un certo modo. Mi avrebbero accettata - ha spiegato la ragazza – solo se lo avessi tolto. Ho risposto 'nò. Mi hanno discriminata ancora prima di vedere le mie capacità e competenze solo per un foulard che è segno irrinunciabile della mia fede e identità culturale". La ragazza ha poi svolto lo stage nel municipio di un comune della zona, con mansioni che però nulla ha a che fare con le materie studiate a scuola.
"Quando la scuola ci ha contattati – ha spiegato il direttore dell’albergo al Corriere Romagna – abbiamo fatto presente che la studentessa non avrebbe potuto indossare il velo relazionandosi con i clienti. Così come non accettiamo piercing, orecchini particolarmente vistosi, capigliature stravaganti. Il nostro regolamento è chiaro, la religione non c'entra nulla. Il nostro compito è fare accoglienza. Un cappuccino servito con un sorriso è più buono, con un velo il sorriso non si vede".
Critico il presidente regionale di Federalberghi, Sandro Giorgetti: "E' un errore impedire a questa ragazza di svolgere lo stage – ha detto al Resto del Carlino – i colleghi hanno sbagliato".

(foto d'archivio senza riferimenti alla notizia)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • annamaria

    29 Aprile @ 02.30

    Sono del tutto d'accordo con Angela. Ci sono regole che in certi contesti tutti devono rispettare ,quindi smettiamola di strumentalizzare ogni più piccolo avvvenimento, urlando al razzismo. Qui la religione non c'entra un bel niente, è, come al solito una questione di potere: più si urla più qualcosa si ottiene. Comumque un pò di umiltà da parte di questi immigrati sarebbe gradita.

    Rispondi

  • Nanni

    28 Aprile @ 20.30

    Vengono a casa nostra e vogliono imporci le loro regole, quello che intristisce è sentire persone e istituzioni che definiscono le nostre regole "discriminazioni". Cosa direste se qualcuno di noi volesse fare stage o addirittura sostenere esami con un passamontagna in testa??? In tal caso chi avrebbe il dovere di identificare chi c'è nascosto dietro? E ancora chi avrebbe il dovere, durante un esame o durante un concorso, di controllare che sotto il velo o il passamontagna non ci sia nascosto un auricolare???? La colpa non è loro , casa loro certamente non rivendicherebbero con la stessa arroganza quello che pretendono qui, la colpa è dei nostri falsi buonisti . Continuano a ergersi a paladini dei poveri extracomunitari e si dimenticano dei nostri connazionali.

    Rispondi

  • gigiprimo

    28 Aprile @ 12.35

    vignolipierluigi@alice.it

    questi si approfittano della nostra 'libertà' per imporre le loro leggi! alla faccia del 17 Marzo, 25 Aprile, 24 Maggio, 2 Giugno. La nostra 'democrazia' è il loro 'cavallo diTroia' (non è offensivo). loro non hanno problemi, si moltiplicano e in poco tempo ci metteranno i piedi in testa! Però non lamentiamoci, in definitiva, come ha recitato Benigni, è la più bella del mondo! e i nostri Padri sono morti per poterla scrivere ! e domani ? cosa terranno della stessa quando imporrano la jarya (o come si scrive) ? sarà sempre questione di democrazia ! cioè di 'maggioranza' ?!

    Rispondi

  • roberto

    28 Aprile @ 12.26

    Le solite inutili polemiche.......esistono delle regole di vita che impongono di presentarsi in pubblico puliti e senza veli.........le regole dell'Islam vanno praticate e rispettate dai musulmani ...a casa loro...qui abbiamo le nostre regole...... che si adattino...altrimenti...addio....non tornate piu'.....

    Rispondi

  • presente

    28 Aprile @ 12.22

    Giusto, come noi, che quando si va in " certi" paesi dobbiamo adattarci a determinate regole, così devono adattarsi alle nostre regole chi viene da noi. Hanno fatto non bene, benissimo a non piegarsi a questa PREPOTENZA..

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260