RIMINI

Indossa il velo: hotel nega stage a studentessa marocchina

Velo islamico (foto d'archivio senza riferimenti alla notizia)
16

Indossa il velo e un hotel le nega lo stage: è accaduto a Cattolica, sulla riviera riminese, ad una studentessa 17enne di origine marocchina che frequenta il quarto anno dell’Istituto superiore per il turismo. La vicenda, segnalata sul sito di un giovane giornalista nato in Marocco che vive nel riminese, Brahim Maarad, e ripresa dai media locali, ne ricorda una analoga di tre anni fa: anche allora una ragazza, Halima, che frequentava l’istituto alberghiero, aveva dovuto rinunciare allo stage causa velo, perchè quell'abbigliamento - le era stato detto dall’hotel dove avrebbe dovuto lavorare – va "contro la politica aziendale".
La studentessa 17enne avrebbe dovuto fare tre settimane di stage alla reception di un albergo di Cattolica, ma quando la direzione dell’hotel ha saputo che porta il velo è stata esclusa, perchè "gli stagisti si devono comportare e vestire in un certo modo. Mi avrebbero accettata - ha spiegato la ragazza – solo se lo avessi tolto. Ho risposto 'nò. Mi hanno discriminata ancora prima di vedere le mie capacità e competenze solo per un foulard che è segno irrinunciabile della mia fede e identità culturale". La ragazza ha poi svolto lo stage nel municipio di un comune della zona, con mansioni che però nulla ha a che fare con le materie studiate a scuola.
"Quando la scuola ci ha contattati – ha spiegato il direttore dell’albergo al Corriere Romagna – abbiamo fatto presente che la studentessa non avrebbe potuto indossare il velo relazionandosi con i clienti. Così come non accettiamo piercing, orecchini particolarmente vistosi, capigliature stravaganti. Il nostro regolamento è chiaro, la religione non c'entra nulla. Il nostro compito è fare accoglienza. Un cappuccino servito con un sorriso è più buono, con un velo il sorriso non si vede".
Critico il presidente regionale di Federalberghi, Sandro Giorgetti: "E' un errore impedire a questa ragazza di svolgere lo stage – ha detto al Resto del Carlino – i colleghi hanno sbagliato".

(foto d'archivio senza riferimenti alla notizia)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • annamaria

    29 Aprile @ 02.30

    Sono del tutto d'accordo con Angela. Ci sono regole che in certi contesti tutti devono rispettare ,quindi smettiamola di strumentalizzare ogni più piccolo avvvenimento, urlando al razzismo. Qui la religione non c'entra un bel niente, è, come al solito una questione di potere: più si urla più qualcosa si ottiene. Comumque un pò di umiltà da parte di questi immigrati sarebbe gradita.

    Rispondi

  • Nanni

    28 Aprile @ 20.30

    Vengono a casa nostra e vogliono imporci le loro regole, quello che intristisce è sentire persone e istituzioni che definiscono le nostre regole "discriminazioni". Cosa direste se qualcuno di noi volesse fare stage o addirittura sostenere esami con un passamontagna in testa??? In tal caso chi avrebbe il dovere di identificare chi c'è nascosto dietro? E ancora chi avrebbe il dovere, durante un esame o durante un concorso, di controllare che sotto il velo o il passamontagna non ci sia nascosto un auricolare???? La colpa non è loro , casa loro certamente non rivendicherebbero con la stessa arroganza quello che pretendono qui, la colpa è dei nostri falsi buonisti . Continuano a ergersi a paladini dei poveri extracomunitari e si dimenticano dei nostri connazionali.

    Rispondi

  • gigiprimo

    28 Aprile @ 12.35

    questi si approfittano della nostra 'libertà' per imporre le loro leggi! alla faccia del 17 Marzo, 25 Aprile, 24 Maggio, 2 Giugno. La nostra 'democrazia' è il loro 'cavallo diTroia' (non è offensivo). loro non hanno problemi, si moltiplicano e in poco tempo ci metteranno i piedi in testa! Però non lamentiamoci, in definitiva, come ha recitato Benigni, è la più bella del mondo! e i nostri Padri sono morti per poterla scrivere ! e domani ? cosa terranno della stessa quando imporrano la jarya (o come si scrive) ? sarà sempre questione di democrazia ! cioè di 'maggioranza' ?!

    Rispondi

  • roberto

    28 Aprile @ 12.26

    Le solite inutili polemiche.......esistono delle regole di vita che impongono di presentarsi in pubblico puliti e senza veli.........le regole dell'Islam vanno praticate e rispettate dai musulmani ...a casa loro...qui abbiamo le nostre regole...... che si adattino...altrimenti...addio....non tornate piu'.....

    Rispondi

  • presente

    28 Aprile @ 12.22

    Giusto, come noi, che quando si va in " certi" paesi dobbiamo adattarci a determinate regole, così devono adattarsi alle nostre regole chi viene da noi. Hanno fatto non bene, benissimo a non piegarsi a questa PREPOTENZA..

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery