15°

29°

Disfatta brasiliana

L'Italia riparte: cercasi ct (e presidente). Il toto allenatori

Tra venerdì e lunedì si riunisce il Consiglio federale. Assemblea l'11 agosto

L'Italia riparte: cercasi ct (e presidente). Il toto allenatori
Ricevi gratis le news
1

Le 15.55 di ieri a Natal (le 20.55 in Italia), gli azzurri da circa un’ora sono stati eliminati dal Mondiale. In sala stampa Prandelli annuncia le sue dimissioni, al suo fianco c'è Abete che sei minuti dopo lo segue a ruota. Seduto davanti ai giornalisti c'è anche Demetrio Albertini. Lui si era fatto da parte prima di arrivare in Brasile. Anche per l’ex Milan finisce l’esperienza da vicepresidente federale e presidente del club Italia. Nel giro di pochi minuti, dal gol di Godin alla conferenza stampa post-partita, il nostro calcio si ritrova senza Mondiali, senza presidente federale e senza commissario tecnico. E anche Pirlo dice basta. Un terremoto, anche perchè nel frattempo dallo spogliatoio azzurro si levano le voci di due senatori come Buffon e De Rossi che puntano il dito su "chi non fa", su "personaggi e figurine". Anche il gruppo presenta qualche crepa da non sottovalutare. Non c'è da perdere tempo per cominciare a ricostruire. E infatti Abete convocherà "tra venerdì e lunedì il Consiglio Federale", quindi l’Assemblea "l'11 agosto o in un’altra data utile affinchè la ripresa del campionato avvenga con una nuova dirigenza e un nuovo presidente che avrà il mio appoggio". Da 25 anni Abete è in Figc, ha ricoperto diversi ruoli, dal 2007 quello di numero 1 del calcio italiano. Chi sarà il suo successore? Difficile dirlo, ma qualche nome si può fare: da Carlo Tavecchio vicepresidente vicario e presidente della Lnd Nazionale, lo stesso Albertini, oppure Pancalli che ha fatto il commissario straordinario della Federazione o ancora Abodi, attuale numero 1 della Lega di Serie B. 
Nulla è da escludere, di nomi potrebbero essercene ancora, magari di dirigenti che da anni sono in Federcalcio e che hanno lavorato a stretto contatto con Abete. Si vedrà, ma chiunque sarà avrà subito grandi incombenze a cominciare dalla nomina del nuovo commissario tecnico. Anche qui si può soltanto ipotizzare. Per adesso sono ancora senza una sistemazione allenatori importanti come Roberto Mancini e Massimiliano Allegri. Il primo, nonostante sia ancora giovane, ha grande esperienza, ha vinto in Italia e all’estero (Manchester City). Ha carisma e personalità e, sempre che questa sia una priorità, sa come trattare Mario Balotelli. In realtà anche Allegri lo conosce bene. E’ libero anche Luciano Spalletti che ha chiuso con lo Zenit e che aspetta la chiamata giusta per ripartire. Ci sarebbe anche Guidolin che un tempo piaceva alla Federazione. Prima del rinnovo di Prandelli si parlava anche di Zaccheroni, non ha brillato in questo Mondiale con il Giappone e chiuderà il rapporto con la federazione nipponica. Ancelotti sarebbe l’uomo ideale, ma ha un contratto con il Real con cui ha appena vinto la "decima". E i giocatori? La nuova Italia ovviamente dipende anche dalle idee del nuovo ct. Non ci sarà Pirlo, ma i senatori non mancano, da Buffon che non ha nessuna intenzione di chiudere con l’azzurro nonostante i suoi 36 anni, a De Rossi che in fondo non è ancora 31enne. Barzagli ne ha 33 e si vedrà, Chiellini e Marchisio non sono in discussione e anche Bonucci è soltanto un 27enne.
Tra i pali dietro a Buffon dovrebbero esserci ancora Sirigu e Perin, senza dimenticare Scuffet e lo stesso Mirante. In difesa il futuro sono ancora Darmian e De Sciglio, c'è Criscito che Prandelli ha escluso dalla lista dei 23, Abate che deve tornare ai suoi livelli dopo una stagione difficile, Ranocchia che fino al giorno prima del debutto Mondiale è stato nel gruppo azzurro. A centrocampo non ci sarà più Pirlo, ma Verratti promette bene, anzi è già una certezza e lo ha dimostrato anche nel primo tempo di ieri contro l’Uruguay. Poi De Rossi, Marchisio, Montolivo che ha saltato il Brasile per infortunio, Aquilani, Candreva, Parolo, forse Thiago Motta, ma anche Florenzi che ha fatto tutte le qualificazioni per poi essere escluso. C'è Bonaventura che nelle ultime stagioni con l’Atalanta ha dimostrato di essere da Nazionale, possono tornare utili Diamanti e Giaccherini che forse hanno perso il Mondiale quando hanno scelto di andare all’estero. Vedremo se in attacco si ripartirà sempre da Mario Balotelli, nei quattro anni prandelliani prima scelta assoluta, ma sempre di difficile gestione e adesso c'è anche il rapporto con i senatori da ricucire. Un po' lo stesso discorso vale anche per Cassano, Gilardino e Pazzini non sono giovani ma almeno per gli Europei ci si può ancora pensare. Immobile ha 24 anni e se al Borussia Dortmund ripete la stagione fatta in granata ha un posto assicurato. Ci sono Cerci e Insigne e poi i due giovani del Sassuolo, Berardi e Zaza, che meritano attenzione così come Gabbiadini. Nella speranza che il calcio italiano sforni nuovi talenti e in attesa che la Figc trovi presto il suo presidente e la Nazionale il suo commissario tecnico, qualcosa su cui lavorare c'è. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • federicot

    25 Giugno @ 19.54

    federicot

    Guidolin allena l'Uruguay.....?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti