il caso

Greta e Vanessa: festa, insulti, sessismo sul web

Greta e Vanessa: festa, insulti, sessismo sul web
Ricevi gratis le news
72

E' l'argomento del giorno. Negli uffici, nei bar, nelle piazze televisive e soprattutto sui social network. Dove non ci sono filtri e le persone dicono quello che vogliono, dove gli scambi di opinione montano e a volte arrivano a scontri verbali difficilmente accettabili (e noi non li abbiamo accettati).

La liberazione di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, e quella possibilità di riscatto pagato (ma non c'è conferma ufficiale) stanno accendendo il web. Accade anche sulla nostra pagina Facebook. E a leggere quelle decine e decine di commenti arrivati c'è molto su cui riflettere.

Chi le contesta cita la loro imprudenza e incoscienza nel scegliere di partire per la Siria dei tempi peggiori, e non vanno giù quei 12 milioni di riscatto di cui ha parlato il leghista Matteo Salvini. Ilaria, ad esempio, scrive: 12 milioni di euro li avrei fatti tirar fuori dalle tasche dei genitori.....ci sono famiglie che vivono in macchina.....alla fine hanno deciso di loro iniziativa di partire e fare volontariato....libere di fare ciò che meglio credono.....però credo che in Italia ci siano altre priorità".

"Per me potevano rimanere tranquillamente la, sono volute andare la a tutti i costi sapendo bene i rischi che avrebbero corso - è l'opinione di Francesco - Perfetto allora affari loro, che trovino loro un modo per tornare a casa...I Maró sono sempre in balia della "Giustizia" indiana..Ma per loro nessuno si indigna o si preoccupa..". Ed il caso Marò è quello più citato da chi parla di disparità di trattamento.

La preoccupazione più grande è che quei soldi, se realmente versati, vadano a finanziare l'acquisto di armi per i terroristi, con possibilità di nuovi "Charlie Hebdo". "L'ignoranza non ha latitudine, incazzatevi pure e bestemmiate. Sono a casa, tutto il resto è vuoto a perdere", posta Claudio sul nostro Facebook. "Nel caso con i soldi del riscatto ci fosse un attentato in Italia tu non ignorante non andare in piazza contro il terrorismo ... SII COERENTE", gli replica Davide. "Intanto paga le tasse per i soldi spesi per armarli e addestrarli e non lamentarti, sii coerente", è il proseguo del battibecco.

Ma poi c'è il resto, ed è un campionario impressionante di squallidi insulti che vanno ben oltre ogni libertà di critica e opinione, che sulla nostra pagina Facebook abbiamo cancellato e continueremo a cancellare: il mantra di "troie, merde, poco di buono, stronze, puttanelle". "Cosa sono andate a fare se non a zoccolare?". E lo dice una donna. Come in tanti altri casi. E anche questo fa riflettere. Perché da donne ci indigniamo per la violenza di genere, la combattiamo, promuoviamo le campagne sulle nostre pagine Facebook, nei profili Whatsapp e poi ci ritroviamo ad augurarla (qualcuno nei commenti cancellati parla perfino di stupri...) a due ragazze di vent'anni.

E infine c'è il rimpianto ripetuto che Greta e Vanessa non siano morte laggiù, come accaduto ad altri ostaggi. Come i video-choc delle decapitazioni dell'Isis non siano stati per molti abbastanza choc, come se fosse possibile sopportarne - di cuore, di stomaco, di testa - altri.

"Potevano essere le vostre figlie! - si ribella Sara -  Le vostre figlie che con una nobile causa sono andate ad aiutare i CIVILI e sono state rapite da una forza terroristica! Facile dare giudizi da grandi uomini dietro un pc, eh? Ma per favore, meno male che sono tornate!!".

E poi c'è la lunga argomentazione di Giulia, che potrebbe dare spunti per un dibattito serio, civile e stimolante: "Io, sono felice anzi entusiasta della liberazione delle due cooperanti rapite in Siria, mi vergogno in modo assoluto che rappresentanti dello stato alla liberazione di due connazionali riescano solo a sputare insulti e facili illazione su un riscatto di cui non esistono ne conferme ne notizie affidabili giusto per prendere qualche consenso. Chi rappresenta lo stato nella attuale condizione di dati in possesso (almeno del pubblico) dovrebbe semplicemente complimentarsi per l'ottimo lavoro dei mediatori.
E comunque qualsiasi commento che contenga parole come " queste due stupide" "cretine" o "tipe" come se nemmeno fossero da ritenersi persone, beh io credo che possa permetterselo il vecchietto al bar ma non chi rappresenta una nazione (pensalo ma non dirlo per rispetto alla posizione che ricopri almeno).
Detto questo però non voglio nemmeno sentire chi le loda come se non ci fosse niente da dire sul loro operato; due cretine? no...sicuramente due ragazze con valori che volevano dare una mano... Due idealiste sprovvedute di 20 anni con idee troppo grandi ed esperienza troppo piccola? beh io direi proprio di si... non si opera in un paese di guerra senza un adeguata preparazione, senza avere prima fatto esperienze serie in situazioni meno problematiche e pericolose per se stessi e per chi opera con te. Il coraggio non è sempre da lodare...salire su una ferrari quando fai ancora fatica a guidare una punto è pericoloso e stupido. Spero che la leggerezza di queste ragazze di cui comunque stimo i valori sia di lezione anche per le associazioni che hanno modo di valutare i candidati volontari per queste missioni.
Sul riscatto (ripeto che questa è solo un ipotesi che nessuno può confermare o dare per certezza), se fosse stato pagato, sarei contraria a questa mossa per ovvi motivi, ma non potrei mai dire che le vite di due ragazze sono da disprezzare o addirittura pensare che se lo meritavano... dov'è l'umanità di chi scrive certe cose? se fosse vostra figlia...vorrei sapere cosa avreste pensato anche non condividendone le scelte!"

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    17 Gennaio @ 22.19

    Greta e Vanessa, la furia cinica (e maschilista): «Se la sono cercata» La scrittrice Silvia Avallone: sono stanca di non capire, ho un gran desiderio di ascoltare la loro voce. Ci si sofferma molto sugli errori, si sorvola sull’altruismo. di Silvia Avallone http://www.corriere.it/esteri/15_gennaio_17/greta-vanessa-se-la-sono-cercata-silvia-avallone-28b723c6-9e16-11e4-a48d-993a7d0f9d0e.shtml

    Rispondi

  • Andrea

    17 Gennaio @ 14.22

    Abbiamo un debito pubblico di quasi il 140% del PIL e con i soldi spesi per il riscatto potevamo fare tanto, tantissimo. Abbiamo speso tanto e in cambio ci troviamo due ragazze e la loro leggerezza. Non ne avevamo bisogno.

    Rispondi

  • eugenio

    17 Gennaio @ 08.19

    Hanno già detto di non veder l'ora di tornare, come già successo in altri casi simili?

    Rispondi

  • MLK

    16 Gennaio @ 20.21

    Mi sembra che sia un nostro diritto sapere se sia stato pagato il riscatto

    Rispondi

    • Medioman

      17 Gennaio @ 01.50

      Non è stato pagato nessun riscatto: molto più semplicemente, le abbiamo comprate! Oppure, i rapitori si sono spaventati perché Renzi gli ha fatto buuuuuu!!!

      Rispondi

      • marirhugo

        17 Gennaio @ 08.38

        leggeteli gazzetta gli insulti del nick Medioman. Perche' non gli avete tolti?

        Rispondi

        • 17 Gennaio @ 09.07

          A volte con te e con quelli come te qualcosa scappa: tu inizia a pensare al tono dei tuoi commenti, poi verrai a farci lezioncine su come gestiamo i commenti degli altri. Ma non te ne accorgi proprio di quanto sei supponente?

          Rispondi

        • marirhugo

          17 Gennaio @ 15.32

          balle, che ogni tanto vi scappano; balle, che vi è scappato "le abbiamo comprate" Filoleghisti

          Rispondi

        • Medioman

          17 Gennaio @ 18.49

          Gentile marirhugo (che tu ci creda o no, in fondo mi sei pure simpatico), forse non lo sai, ma si è sempre usato (anche in Italia) "vendere" il sequestrato: tra bande di "professionisti", ognuno ha la sua specializzazione. Quando poi si tratta di "giovani ragazze", penso che la cosa sia ancora più diffusa. Non so se le abbiamo pagate in dollari o franchi svizzeri (l'euro è sempre più in disuso), oppure se c'è stata un'altra contropartita, ma, per me, sempre di "vendita" si tratta.

          Rispondi

        • patti

          17 Gennaio @ 13.12

          Lasciatelo perdere, e' quello cerca. Ignoratelo e non farete il suo gioco.

          Rispondi

        • marirhugo

          17 Gennaio @ 15.33

          dicevate gazzettaa propsito di lezioncine? Mah!!!

          Rispondi

  • marirhugo

    16 Gennaio @ 19.51

    Ma non si era mai visto una cosa del genere: una carrettata di insulti verso due ragazze che hanno passato 6 mesi in mano a integralisti. E fino a quando sono i vari quaquaraqua che commetano qui sopra, si prova un po' schifo, ma sono quaquaraqua'. Ma questi insulti arrivano anche da chi sta anche in parlamento di nome Lega nord. E questa e' roba molto piu' seria.

    Rispondi

    • Davide

      16 Gennaio @ 21.49

      Hanno passato cinque mesi in mano agli integralisti di organizzazioni di cui loro esponevano cartelli di sostegno in piazze italiane. Vedi, l'arabo io lo conosco abbastanza per inorridire. E conosco la Siria non per sentito dire. E inorridisco ancora di più. La Torretta e la Pari fecero anche loro una cretinata ma erano in buona fede. Sulla Ramelli e la Marzullo la mano sul fuoco non ce la metterei

      Rispondi

    • marirhugo

      16 Gennaio @ 21.34

      Ma questi insulti arrivano anch e da chi sta anche in parlamento di nome Lega nord. E questa e' roba molto piu' seria. in mezzo c'era scritto " ricettacolo di immondizia" e proprio voi che fate vedere la vignetta di un islamico che prega, culo all'aria, la togliete, E' ovvio siete, e in particolare il moderatore del sito, dei filioleghisti

      Rispondi

      • 17 Gennaio @ 06.45

        Stavolta me la togli dal cuore: tu sei un presuntuoso, un arrogante e anche uno sciocco. Continui a pretendere di giudicare chi non conosci (io e il leghismo viaggiamo su binari diversissimi). Ti avevo tolto un insulto altrettanto violento dela violenza che dici di combattere: vuoi rimetterlo? Ecco: mostra a tutti il livello e la qualità dei tuoi ragionamenti ( e prima o poi ti starebbe bene anche una querela da quelli che insulti9. Quanto alla vignetta, prima di tutto era appunto una vignetta (quindi sei anche un ignorante), secondo non raffigurava "un islamico" ma un terrorista con mitra, che è tutta un'altra cosa. Quindi apri le orecchie: 1) giudica i tuoi sodali, non chi non conosci e non frequenti; 2) Impara l'educazione 3) Ringrazia la mia pazienza se sei ancora qui a pontificare e non nel cestino come meriteresti e come prima o poi finirà.

        Rispondi

        • marirhugo

          17 Gennaio @ 08.25

          " Luca Zaia, governatore della Regione Veneto: «In Italia si introduca una norma per cui chi si mette nei guai, si arrangi a tirarsi fuori»] Luca Zaia, governatore della Regione Veneto: «In Italia si introduca una norma per cui chi si mette nei guai, si arrangi a tirarsi fuori»" ------------------------------------------------------------------------------------------ Questa e' lega nord !!!

          Rispondi

        • marirhugo

          17 Gennaio @ 08.05

          il terrorista stava pregando; come pregano i musulmani vedete un po' voi che intendevate dire o che cosa un lettore dovrebbe intendere, Se il moderatore non e' un filo leghista, non faccia scelte filoleghiste dietro la scusa dell'insulto. Su questo sito di insulti verso altre forze politiche, ne avete lasciato a quintali; e guardate quanti insulti state lasciando contro le due ragazze. Certo, troia lo avete tolto, ma c'e' cretina, che in questo contesto per chi lo scrive e' per chi legge e' sinonimo Non avete tolto un insulto perche' violento, ma perche' contro la Lega nord. Quindi lasciate perdere i predicozzi, non avete certo le carte in regola per farli

          Rispondi

        • 17 Gennaio @ 09.14

          Più insisti e più fai la figura dell'ottuso e dell'ignorante. 1) La vignetta era chiarissima: non riguiardava GLI islamici, ma chi nel nome di quella religione (cojme altgri lo fecero in nome del cattolicesimo) uccide e terrorizza. Punto. 2) Il moderatore, come ti ho già detto, non lo conosci: quindi evita di sparare giudizi "ad minchiam" (citazione dal prof. Scoglio); 3) Se non ti piace la nostra gestione dei commenti il web è così ampio che sarà lieto di ospitare le tue perle di saggezza anche altrove 4) Comunque tu inizia a pensare ai tuoi commenti e ai tuopi insulti 5) Sugli insulti alle due ragazze abbiamo scritto un articolo con giudizi chiarissimi: sei capace almeno di leggere? 6) I predicozzi li facciamo solo in risposta ai predicozzi: a iniziare da quelli dei lettori più arroganti....

          Rispondi

    • Straiè

      16 Gennaio @ 20.13

      Per caso alle due “cooperanti” glielo ha ordinato il medico di andare a infilare la testa nella bocca del leone? Non erano laureate in medicina, non erano neppure infermiere, appena Greta era studentessa infermiera e il capo della loro ONG era un fabbro, non un esperto di relazioni internazionali. Avevano competenze particolari da offrire ad una popolazione IN ZONA DI GUERRA? NESSUNA!!! Come lo chiameremmo uno che volesse fare il BAGNINO senza neppure essere capace di nuotare? Io lo chiamerei….

      Rispondi

      • marirhugo

        16 Gennaio @ 21.19

        e tutti quelli che sono andati in quei paesi e non sono piu' tornati o sono ancora la magari prigionieri, "glielo ha ordinato iil medico di andare a infilare la testa nella bocca del leone?" Ti dispiace che non le abbiano ammazzate, o sei felice perche cosi' le puoi insultare? meschino

        Rispondi

        • gigiprimo

          17 Gennaio @ 09.08

          vignolipierluigi@alice.it

          Quelli che ci sono andati e non sono tornati, in maggior parte, ci sono andati a nome dell'onu! poi ci sono quelli che c'erano per motivi religiosi e sono stati rapiti. Infine e non ultimi, ci sono giornalisti 'liberi' che sanno il rischio che corrono per una passione e per soldi e incoscienti che fanno le martiri ! Le potevano tenere come quelle migliaia che hanno rapito in nigeria e altri paesi del mondo? e senza che alcuno alzi la voce!

          Rispondi

        • Straiè

          17 Gennaio @ 08.55

          Quelli che sono andati in Siria sono tutte persone competenti in grado di dare un aiuto concreto a quella gente! NON ATTRIBUIRMI SENTIMENTI E PAROLE CHE NON HO PRONUNCIATO. E modera i termini altrimenti una bella querela per diffamazione a mezzo stampa non te la leva proprio nessuno! Ultimo avviso!

          Rispondi

        • Valerio

          17 Gennaio @ 08.55

          raq.cantiere.hera@gmail.com

          Malgrado tutto, dispiacere per la loro famiglia, lo Stato prova ogni mediazione, ma alla fine, non arrivano a risultati tanto soddisfacenti. L'hai scelto? Lo sai, sei stato avvertito che non e' softair quello che fanno laggiu'.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Grazie la collaborazione di un commerciante straniero denunciato ladro d’auto italiano

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

14commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

7commenti

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

6commenti

PARMA

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

SALUTE

In calo l'incidenza dei tumori a Parma, Piacenza, Reggio e Modena

Presentati i dati dell'Area Vasta Emilia Nord

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

GAZZAREPORTER

Un lettore: "Via Bassano del Grappa buia da più di una settimana" Foto

1commento

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

1commento

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

Salute

Le sigarette elettroniche pericolose per gli adolescenti

ALTO ADIGE

Slavine in Vallelunga: travolta una casa, evacuato anche un albergo Foto

SPORT

Tuffi

Tania Cagnotto è diventata mamma

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

2commenti

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

2commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video