15°

29°

terrorismo

Isis, arrestato l'autore della propaganda in italiano

Jihadisti

jihadisti

Ricevi gratis le news
14

Una cellula di estremisti islamici che operava tra l’Italia e i Balcani è stata smantellata dall’Antiterrorismo della Polizia, al termine di una lunga indagine. La cellula, secondo quanto si apprende, era operante nei Balcani e dedita al reclutamento di aspiranti combattenti e al loro instradamento verso le milizie dell’Isis.  

Sono tre le persone arrestate. Gli arresti sono stati eseguiti in provincia di Torino e in Albania. Perquisizioni nei confronti di alcuni soggetti ritenuti simpatizzanti dell’Isis sono in corso in Lombardia, Piemonte e Toscana.  

I provvedimenti di custodia cautelare sono stati emessi dal Gip di Brescia nei confronti di due cittadini albanesi, zio e nipote: il primo è residente in Albania mentre il secondo vive in provincia di Torino così come il terzo arrestato, che è un ventenne cittadino italiano di origine marocchina. L’accusa ipotizzata nei confronti dei due albanesi è di reclutamento con finalità di terrorismo mentre nei confronti del 20enne il reato contestato è apologia di delitti di terrorismo, aggravata dall’uso di internet.
 Un ventenne italiano di origine marocchina arrestato oggi nell’ambito dell’operazione antiterrorismo sarebbe l’autore del documento di propaganda dell’Isis, un testo di 64 pagine interamente in italiano, apparso di recente sul web. Il documento si intitola 'Lo stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare».

I tre arrestati oggi dalla polizia nel blitz antiterrorismo erano in contatto, sia telefonico che tramite Facebook, con Anas El Abboubi, uno dei foreign fighters italiani che si troverebbe attualmente in Siria. Lo stesso Anas (arrestato dalla Digos nel giugno del 2013 e poi scarcerato dal tribunale del Riesame), pochi giorni prima di trasferirsi in Siria, aveva effettuato un viaggio in Albania, dove viveva uno dei presunti estremisti islamici bloccati dall’antiterrorismo.

L’indagine, rende noto il direttore della Direzione centrale della polizia di prevenzione (Ucigos), il prefetto Mario Papa, è durata due anni ed è stata coordinata dall’Ucigos e condotta dalla Digos di Brescia con il concorso delle questure di Torino, Como e Massa Carrara. Uomini dell’ Antiterrorismo, della questura di Brescia e del Servizio di cooperazione internazionale di Polizia stanno operando anche in Albania, nella zona di Tirana.(ANSA).

Padre autore propaganda, mio figlio e' stato fregato
«Se mio figlio ha fatto qualcosa, lo ha fatto di sicuro perchè qualcuno lo ha fregato». E’ disperato Mohamed Halili, papà di El Madhi, arrestato con l’accusa di apologia di terrorismo per avere tradotto un documento di propaganda per l’arruolamento nell’Isis. Il giovane, apprendista operaio in una ditta di materiale plastico di Villanova Canavese, vive con i genitori, un fratello e una sorella più piccoli in una vecchia casetta a Lanzo Torinese. Qui, all’alba, la polizia è venuta ad arrestarlo, poco prima che si recasse al lavoro.
«Non è possibile - aggiunge il padre - che abbia fatto questo di propria iniziativa. Mio figlio stava spesso al computer, però non abbiamo mai pensato che potesse fare qualcosa di sbagliato. Siamo senza parole, non sappiamo cosa pensare. Però crediamo che lui non c'entri nulla con quanto gli contestano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    25 Marzo @ 13.08

    Caro Vercingetorige, perché i vari governi di sinistra non la modificano o la cambiano. I numeri mi sembra che li abbiano avuti...

    Rispondi

    • Maurizio

      25 Marzo @ 19.02

      Semplicemente perchè conviene a tutti, destra e sinistra, un pò come l'innalzamento della prescrizione per alcuni reati..... come mai alcuni (non certo la minoranza pd come bersani ad esempio) componenti della maggioranza non vogliono questo innalzamento? Ok mi sta bene non aumentare i tempi di prescrizione ma allora fate norme per ridurre i tempi della giustizia, date meno spazio agli avvocati difensori e agli imputati per rallentare i processi

      Rispondi

      • Davide

        25 Marzo @ 19.53

        Già adesso gli avvocati difensori hanno tempi ridottissimi in confronto ai PM: vogliamo che la giustizia in Italia assomigli sempre più a quella della Corea del Nord?

        Rispondi

        • Maurizio

          26 Marzo @ 07.55

          Davide hai mai frequentato aule di tribunale? processi rinviati a magari tra un anno perchè l'imputato fa portare il certificato medico, perchè un avvocato solleva eccezioni varie, insomma di tutto per andare in prescrizione.... Secondo te ha più interesse a far condannare una persona un pm che ha fatto l'indagine o un avvocato difensore della persona indagata? Non dirmi la cavolata che ha detto moggi sui pm perchè al massimo i pm quando vedono che si sono sbagliati chiedono la non punibilità, proscioglimento o assoluzione....

          Rispondi

        • Davide

          26 Marzo @ 11.41

          Le ho frequentate tanto da essere arciconvinto che il processo penale in Italia è completamente sbilanciato a favore dell'accusa come in nessun altro Paese europeo. Non so chi sia il tizio da te citato. Mai visto comunque un PM ammettere un suo errore.

          Rispondi

        • Maurizio

          27 Marzo @ 18.46

          Beh, allora perchè così tante assoluzioni? Così tanti processi dove il pm chiede il non luogo a procedere? non è un'ammissione questa? La prescrizione poi chi è che la vuole? In Italia siamo sbilanciati a favore dell'accusa? Secondo me ti riferisci ad altri paesi che solitamente prendiamo come riferimento dove la giustizia non è giusta, innocenti finiscono in galera e delinquenti non vi entrano, come da noi solo che da loro le leggi ci sono mentre da noi è la legge che ti permette di rimanere fuori tal volta

          Rispondi

    • marirhugo

      25 Marzo @ 18.31

      Perche non vogliono, gli va benissimo cosi'

      Rispondi

  • Gio

    25 Marzo @ 12.05

    Giorgio R.

    PACE ! VENITE IN PACE ! SCAMBIO CULTURALE FRA FRATELLI ............MA DENTRO HANNO QUALCOSA CHE CI ODIA E PRIMA O DOPO ......OVUNQUE CREANO PROBLEMI dalle mense al voler escludere il crocefisso nei luoghi pubblici dimenticando che fa parte della nostra storia che ci ha fatto maturare lo spirito dell'accoglienza quindi la nostra storia va rispettata e dobbiamo farla rispettare diversamente vadano a prendere ciò che i loro sceicchi o sultani gli davano.....NULLA nonostante le ricchezze petrolifere fortunose.

    Rispondi

  • Lavapiatti

    25 Marzo @ 10.30

    assolutamente allucinante

    Rispondi

  • Gio

    25 Marzo @ 10.06

    Giorgio R.

    ORIGINI NON ITALIANE COME TUTTI GLI ALTRI. Dagli la scuola, dagli la casa, dagli la possibilità di un lavoro e dagli anche la casa ma.....PER INTEGRARSI .NON C'E' DA FIDARSI.

    Rispondi

  • filippo

    25 Marzo @ 09.51

    Ieri il sig Fuksas, noto architetto con studio in Parigi aveva auspicato l'abolizione e breve dei passaporti e dei permessi di soggiorno....lui "il terrorismo non lo vedeva".....ma questa gente di sinistra dove vive? Ma poi a Parigi non si è accorto di Charlie Hebdo?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      25 Marzo @ 11.02

      MENTRE L' IMMIGRAZIONE IN ITALIA continua ad essere regolamentata dalla Legge dei noti esponenti di sinistra Bossi e Fini.

      Rispondi

      • Davide

        25 Marzo @ 13.06

        La legge Bossi - Fini è in vigore dal 2002 (non è stata abrogata né dai 2 governi Prodi né dai 2 governi D'Alema né dal governo Dini nè dai 3 governi 'presidenziali' Monti, Letta e Renzi). Il problema è che non viene applicata né dal ministro dell'Interno né tanto meno dalla magistratura..

        Rispondi

    • Gio

      25 Marzo @ 10.57

      Giorgio R.

      .....di sinistra dove vive? Uno adesso ha la residenza in Svizzera. L'ha presa qualche giorno prima dell'avvento TRASPARENZA BANCARIA sui conti svizzeri. Quel tal DE i tali Benedetti loro ! Chissà perché adesso ha residenza in Svizzera.....diversamente sarebbe risultato un italiano con patrimonio all'estero. E del fatto che era presidente di quell'azienda di Savona si sa più nulla ?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scoppia il motore della barca, si tuffa ma muore annegato

roccabianca

Barca inizia a inabissarsi per una rottura: 75enne si tuffa ma muore annegato

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

5commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

tg parma

Agosto 1984, quando i parmigiani andavano alla piscina Ex Enal Video

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti