12°

Italia-Mondo

Federica, l'uruguaiano Victor è ricercato per omicidio. Ma lui è sparito

Federica, l'uruguaiano Victor è ricercato per omicidio. Ma lui è sparito
0

Il 28enne Victor Diaz Silva, il barista uruguaiano già interrogato dalla Polizia spagnola dopo il ritrovamento del cadavere di Federica Squarise, è ricercato per omicidio. La sua foto è stata diffusa alle auto di pattuglia dei "mossos d'esquadra" di Barcellona. Nel frattempo, dopo l'autopsia effettuata a Girona, il Consolato italiano di Barcellona ha avviato le pratiche per il rimpatrio della salma.

Le risposte sulla causa della morte arriveranno dall'autopsia. La salma ritrovata a Lloret de Mar è quella di Federica Squarise, la 21enne di Camposampiero (Padova) scomparsa lo scorso 30 giugno. L'esame autoptico, i familiari della ragazza volevano bloccarlo. Volevano esserci anche loro, mentre i medici studiavano quel corpo «in pessimo stato, irriconoscibile», come l’ha definito il vicedirettore dell’Istituto di medicina legale di Girona, il professore Bardalet. Ma l’autopsia è avvenuta ugualmente. I risultati si avranno solo fra 4-5 giorni, ma dalla Spagna sono arrivate conferme alle prime indiscrezioni. Segreti, almeno ufficialmente, anche i risultati del test sul dna.

Il corpo è quello di Federica. Uccisa, forse per strangolamento o con un colpo in testa. Nessun segno di armi da tagli o da fuoco. Secondo quanto riferito oggi da un quotidiano di Girona (http://www.diaridegirona.cat) uno stupro potrebbe essere avvenuto prima della morte della ragazza, ma anche la risposta a questo dubbio arriverà dai risultati ufficiali dell'autopsia. Sull'ipotesi della violenza sessuale, l’avvocato Stefano Squarise sottolinea che si tratta di un’indiscrezione riferita solo da un giornale iberico e «mi sembra - ha detto lapidario - che i giornali spagnoli siano meno seri di quelli italiani».

Gli avvocati criticano la polizia. Intanto, gli avvocati della famiglia di Federica criticano la Polizia spagnola: "Qui sanno più i camerieri italiani che la polizia - ha detto uno dei legali degli Squarise appena arrivato a Lloret de mar, dopo un viaggio di quasi dieci ore da Padova -, ma che indagini sono queste?". Il legale si è anche lamentato del fatto che l'area del ritrovamento del cadavere non sia rimasta inaccessibile al pubblico ancora per qualche giorno. "La Spagna ha tutto il diritto di attenersi alle proprie procedure, ma se questo è il modo di operare di un Paese dell’Unione Europea, anche il nostro Governo dovrà intervenire": lo afferma Stefano Squarise, uno dei legali della famiglia di Federica Squarise (a sua volta è cugino della vittima). L'avvocato ha mosso critiche alla gestione delle indagini, anche perché uno dei principali indagati è irreperibile. Squarise inoltre ha sottolineato che "non vi è alcuna attenzione alle istanze dei legali della famiglia. Io, fra i legali della famiglia, sono finora sempre stato il più moderato, ma se le notizie che stanno giungendo dalla Spagna sono vere, sarà davvero uno scandalo". E secondo quanto riferiscono le agenzie, l'avvocato Squarise rincara la dose e fa "appello al Premier Berlusconi e al ministro Frattini perché intervengano". Ma dall'Italia a spezzare una lancia per i «mossos d'esquadra» di Barcellona è il capo della Polizia italiana, Antonio Manganelli. Interpellato dai cronisti, Manganelli ha detto che a suo giudizio la polizia spagnola «sta lavorando molto bene, in silenzio. Se le cose non si dicono non vuol dire che non si conoscono, significa solo che si è sufficientemente riservati. Io credo che la polizia spagnola lavori molto bene».

La cronaca di ieri. Troppo evidenti le prove, dai tatuaggi dietro l’orecchio e il piede al diamante sul dente, sino alla corporatura e all’età apparente del cadavere. I fratelli di Federica, Roberto e Mattia, in Spagna da alcuni giorni, ormai pensano solo ritornare in Italia con la salma, come ha ammesso il loro legale. Ieri mattina i due ragazzi hanno incontrato il console italiano a Barcellona, da cui Llorte de Mar dista circa 70 chilometri, chiedendogli di intercedere presso le autorità locali. Impresa non facile, perché la linea del massimo riserbo decisa dagli inquirenti, che hanno secretato gli atti dell’inchiesta, ostacola le richieste della famiglia. Ciò che è certo è che la polizia è decisa a fare quanto prima chiarezza sulla vicenda.

Ieri pomeriggio, nel centro di Lloret de Mar, gli agenti hanno fermato con posti di blocco tutte le macchine con a bordo giovani biondi. L’identikit del possibile assassino di Federica, descritto da un superteste tedesco. Il principale sospettato rimane Victor «El gordo» (Il grasso), il barista uruguaiano per cui gli inquirenti hanno emesso un ordine di comparizione, ma che sembra aver fatto perdere le proprie tracce. L’uomo, che sostiene di aver conosciuto Federica nel locale in cui lavora, respinge le accuse: «La notte tra il 30 giugno e il 1° luglio siamo stati assieme per alcune ore, poi l’ho riportata davanti alla discoteca dove ci eravamo visti (lo Yates, noto locale della costa, ndr). Stava bene, e voleva tornare in albergo». Ma la sua versione non convince gli inquirenti. Troppe contraddizioni sugli orari, proprio come quelle emerse nel racconto di un altro ragazzo, anche lui sudamericano. Un altro oscuro personaggio di quella maledetta notte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

8commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia