-2°

pisa

Vigilante tenta di rapinare sala Bingo: ucciso da un collega

Gli ha sparato 2 colpi, guardia giurata indagata

Ricevi gratis le news
0

Lo ha visto spuntare all’improvviso dal buio: in testa un casco da motociclista e in mano la pistola. La guardia giurata, che oggi, poco prima dell’alba, aveva prelevato l’incasso della serata al Palabingo di Cascina (Pisa), circa 6 mila euro, si è chiuso in auto e quando quella sagoma scura si è spostata verso la sua sinistra sul lato guida ha fatto fuoco sfondando il finestrino laterale e ferendo a morte il rapinatore. Anche lui un vigilante, dello stesso istituto, ma in congedo parentale da un anno.
La vittima, Davide Giuliani, 46 anni, di Santa Maria a Monte (Pisa), stando al racconto della guardia che ha esploso i colpi di pistola letali, Simone Paolini, pisano di 37 anni, dopo gli spari avrebbe anche ingaggiato una colluttazione con lui. E' stato a quel punto che Paolini ha riconosciuto il collega: «Mi ha anche detto di avere tentato la rapina per problemi di famiglia», ha riferito poi agli investigatori.
Giuliani era sposato e padre di due figlie piccole e aveva chiesto il congedo per assistere il padre malato. Poche ore dopo la sparatoria, l’istituto di vigilanza per il quale lavorava, le 'Guardie di citta» di Pisa, ha emesso una nota nella quale spiegava di avere «fatto riconsegnare il decreto di guardia giurata, il porto d’armi e tutte le divise d’istituto» a Giuliani perchè era rimasto coinvolto in «accadimenti che avevano lasciato da pensare». Una tesi smentita poco dagli accertamenti fatti dai carabinieri, che hanno invece evidenziato l'irregolarità dello stato di servizio di Paolini (il porto d’armi e gli altri titoli autorizzativi a svolgere la mansione di portavalori erano scaduti da mesi) mentre era pienamente valido (anche se assente dal lavoro) quello di Giuliani.
Paolini, ha spiegato il viceprefetto Valerio Romeo che ha già disposto «un’accurata ispezione amministrativa» all’istituto di vigilanza, «aveva i titoli scaduti dal febbraio e non vi è stata nessuna richiesta di rinnovo da parte della società, quindi non poteva svolgere il lavoro che stava svolgendo la scorsa notte e deteneva abusivamente l’arma». La guardia giurata nel pomeriggio è stata di nuovo convocata in procura, anche alla luce delle irregolarità amministrative emerse, e gli è stata formalizzata l'iscrizione nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio preterintenzionale e porto abusivo d’arma.
L’interrogatorio differito in 'due tempì si è chiuso nella prima fase con la facoltà di non rispondere per oggi, mentre domani Paolini tornerà davanti al pm Antonio Giaconi. Gli sarà chiesto di ricostruire nuovamente la dinamica dei fatti e anche di chiarire perchè si trovasse in servizio senza averne titolo.
La prima versione del vigilante avrebbe trovato conferme anche in altre testimonianze dirette: Giuliani dopo la colluttazione è fuggito, ha raggiunto a piedi la sua auto posteggiata poco distante con il motore acceso, è salito a bordo e ha percorso poche centinaia di metri prima di perdere le forze. Prima ha travolto il cancello di una villetta, poi ha abbandonato l’auto cadendo a terra privo di vita. Sul sedile del passeggero c'era la sua pistola con colpo in canna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande