12°

coppia dell'acido

Adottabilità per il figlio di Alex e Martina: crudeltà o giustizia?

Su Martina Levato pesa anche perizia psichiatrica

Bimbo via da madre, pm Fiorillo, atti prassi e urgenti
Ricevi gratis le news
12

(ANSA) - MILANO, 16 AGO - La Procura dei minori di Milano ha avviato l’iter per stabilire l’adottabilità del figlio di Martina Levato, venuto alla luce l’altra notte alla clinica Mangiagalli, dove ancora si trovano madre e figlia ma separati, per decisione del pm minorile.
La studentessa della Bocconi, condannata a 14 anni per aver deturpato con l’acido il viso del suo ex Pietro Barbini e sotto processo per altri episodi, rimarrà in ospedale ancora qualche giorno, piantonata da un agente in borghese, il neonato nella stessa struttura.
Nel frattempo, la giustizia minorile farà il suo corso: sarà notificata ai legali della famiglia la fissazione di un’udienza in cui si discuterà la richiesta del pm Annamaria Fiorillo e l'avvocato Laura Cossar farà presente la disponibilità dei nonni materni a prendersi cura del piccolo (che la coppia vorrebbe chiamare Achille), cercando di scongiurare l’adozione presso un’altra famiglia. Alexander Boettcher, il broker padre del bambino e condannato come la Levato a 14 anni di carcere, dovrà invece riconoscere il piccolo per poter aver titolo a dire la sua nel procedimento. Sua madre, Patrizia Ravasi, ha già incaricato l’avvocato Valeria Barbanti che, però, non potrà muoversi fino a quando non avverrà il riconoscimento che Boettcher ha detto in passato di avere intenzione di fare.
La decisione di separare madre e figlio ha profondamente segnato i genitori di Martina e la madre del broker. «Oggi vogliamo solo pensare al bene del bambino e di Martina», ha spiegato la madre della giovane mentre il padre Vincenzo qualche ora dopo il parto si era lasciato andare a un doloroso sfogo: "E' stata un’atrocità vedere quel bambino portato via dalla madre. Nessuno poteva toccarlo, quasi fosse un appestato - aveva detto tra le lacrime - Abbiamo cercato di spiegarle che si tratta di un provvedimento provvisorio, perchè i giudici devono ancora decidere - racconta -, ma la notte scorsa quel bambino è stato portato via senza dirle una parola. Noi eravamo a distanza, dietro un vetro. Non capivamo: è stato mostruoso, un dolore indicibile». Un fatto che l’Unione delle Camere penali definisce «una vergogna di Stato»,"una pena inflitta a una donna supplettiva e non prevista da alcuna norma».
A difendere la scelta «presa, come deve essere, nell’unico interesse del minore» è il pm Annamaria Fiorillo, la stessa che, sempre da pm di turno, si occupò della vicenda dell’allora minorenne Ruby. Di nuovo nell’occhio del ciclone.
Nel suo ricorso il pm fa riferimento alla perizia psichiatrica depositata alla nona sezione penale che ha condannato la Levato e Boettcher per l’aggressione a Barbini. Gli psichiatri avevano escluso qualsiasi forma di incapacità di intendere e di volere, anche parziale dei due e descrivevano Martina Levato come una donna con una personalità con tratti "borderline": sarebbe stata proprio lei, a detta degli psichiatri, ad accollarsi il compito di agire e, quindi, di lanciare l’acido contro Barbini. La separazione dal bambino, è stata necessaria dunque, spiega Fiorillo, affinchè i giudici "prendano le loro decisioni nell’assenza di condizionamenti derivanti da aspettative» da parte delle persone coinvolte. Parole confortate dall’opinione di Giuseppe Magno, già direttore del Dipartimento sulla Giustizia minorile del ministero della Giustizia.
«Non giudico negativamente la scelta fatta, al contrario la ritengo inevitabile», ha spiegato Magno, secondo il quale, se i fatti fossero accertati, i due imputati avrebbero dimostrato "mancanza di rispetto per il prossimo» e non denotando «un particolare equilibrio psico-affettivo». Per questo, in casi simili, «la prima cosa da fare è un’operazione chirurgica di distacco, per limitare i danni al bambino».

Una decisione che sta facendo discutere, con pareri contrapposti: voi come la pensate? Dite la vostra nello spazio commenti sotto questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bila

    17 Agosto @ 22.45

    Bisogna stare dalla parte del bambino. Quindi non dovrà mai conoscere sua madre naturale e non dovrà mai sapere di quella storia orribile.

    Rispondi

  • Biffo

    17 Agosto @ 19.26

    Mi chiedo però come mai nessuno osi togliere alle madri e mogli di mafiosi i vari figli, tutti regolarmente allevati a diventare assassini, estorsori, spacciatori.

    Rispondi

  • Biffo

    17 Agosto @ 19.24

    Ma acme mai la Franzoni ha potuto tenere l'altro figlio ed addirittura metterne al mondo un altro? Lei aveva ucciso suo figlio, non aveva gettato acido in faccia ad un estraneo.

    Rispondi

    • gherlan

      17 Agosto @ 20.39

      forse in quel caso il pm era sulla stessa lunghezza d'onda di gente come silvana e bichouk, o voleva prevenirne i deliri per quieto vivere

      Rispondi

  • Silvana

    17 Agosto @ 15.47

    Togliere il figlio ad una madre appena nato è una barbarie inaudita, non degna di un paese civile, ma dell'Italia si. Quella bestia della pm andrebbe allontanata lei, ma a calci nel .....

    Rispondi

    • gherlan

      17 Agosto @ 20.35

      massì, lasciamo un neonato alla madre pazza criminale, poi però non lamentiamoci se gli fa il bagnetto nell'acido...

      Rispondi

    • danila

      17 Agosto @ 16.42

      silvana ma hi capito bene cosa ha fatto questo mostro che chiami madre? all sig PM tutti i MieI complimenti per un vero atto di giustiziaE LEI IN MANICOMIO senza figlio

      Rispondi

  • Oberto

    17 Agosto @ 13.20

    è giustizia, una persona che fa quello che ha fatto, e su cui una perizia psichiatrica ha rilevato quello che viene detto nell'articolo, non va lasciata ad accudire un neonato.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260