11°

17°

carcere

Confalonieri da Dell'Utri in via Burla: "Si sente sequestrato"

Confalonieri da Dell'Utri in carcere, si sente sequestrato
Ricevi gratis le news
11

«Marcello, che finora si sentiva un carcerato, adesso si sente un sequestrato». Lo dice il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, che è stato a trovare Dell’Utri nel carcere di Parma, dove è detenuto. Un incontro, afferma in un colloquio con il Corriere della Sera, che «è stato diverso rispetto ai precedenti».
La «nuova condizione mentale», spiega Confalonieri, è dovuta al «caso Contrada» e alla sentenza con cui la Corte europea dei diritti dell’uomo ha ritenuto ingiusta la condanna comminata dalla giustizia italiana all’uomo del Sisde per concorso esterno in associazione mafiosa. «Anche per Marcello è così - a suo avviso - anche lui ha subito una condanna per fatti antecedenti all’introduzione della norma». «Perciò - aggiunge - va fatta giustizia. E mi auguro che il suo caso venga affrontato senza guardare a Dell’Utri come all’amico di Silvio Berlusconi, come al politico. Qui non c'entrano le toghe rosse, non c'entra la politica. Anzi, la polemica politica deve restare fuori da questa storia: questo è un caso di giustizia che va risolto il prima possibile».
«Marcello - dice Confalonieri - ha appena compiuto 74 anni, è rinchiuso da 18 mesi, ha perso 15 chili... No, non si abbatte, si fa le sue due ore d’aria, si è occupato della biblioteca interna... Per lui i libri sono come per me il pianoforte... Si è iscritto anche all’università: il mese prossimo darà l’esame di storia medievale... Insomma, si fa forza. Ma adesso, con questa sentenza, è cambiato tutto e ho capito che ha bisogno di sostegno».

Le reazioni

«Confalonieri non si illuda e all’ amico Dell’Utri farebbe meglio a consigliare di raccontare la verità». Così il deputato del Pd Davide Mattiello, componente delle Commissioni Antimafia e Giustizia, al presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, che è stato a trovare Dell’Utri nel carcere di Parma, dove è detenuto e a cui ha rilasciato un’intervista su Corsera.
«Confalonieri facendosi porta voce di Dell’Utri condannato a 7 anni per mafia - afferma Mattiello - auspica che quanto accaduto alla Cedu, la Corte europea dei diritti dell’uomo, per Contrada, possa toccare pure all’amico. Non si illuda: la sentenza della Cedu è frutto di una interpretazione delle norme superficiale, nella quale hanno una responsabilità gli agenti del Governo italiano presso la Cedu, che dipendono dal ministero degli Esteri. Bisogna smetterla di affermare che questo reato è un reato di genesi giurisprudenziale, definito soltanto a partire dal '94». Il così detto «concorso esterno» è un reato come tutti gli altri, spiega il parlamentare, «frutto del combinato disposto di 110 e 416 bis del cp, semmai la giurisprudenza di Cassazione è intervenuta autorevolmente per fissare i perimetri della condotta, come succede sempre».
«All’amico Dell’Utri varrebbe piuttosto la pena consigliare di mettersi a raccontare la storia recente italiana, anzichè studiare quella medioevale: c'è sempre tempo per un ravvedimento operoso che può cambiare anche le condizioni della detenzione. Ma per chi è condannato per mafia, l’unico modo per ravvedersi è collaborare con lo Stato, vuotando il sacco. In tutti i sensi. Prospettiva questa complicata per chi considera un mafioso come Mangano un eroe», conclude l’esponente del Pd. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fortunato

    23 Settembre @ 16.36

    sequestrato ? mah......

    Rispondi

  • burdlazz

    23 Settembre @ 16.22

    Dell'Utri sta scontando, a 74 anni, una pena per un reato che non esiste: "Concorso esterno in associazione mafiosa". Esiste il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso, il reato di complicità ma non il concorso esterno. Pura invenzione fantasiosa della magistratura italiana che quando non riesce a trovare prove s'inventa reati inesistenti nel Codice Penale il cui primo articolo recita: "Nessuno può essere punito per un fatto che non sia espressamente preveduto come reato dalla legge, né con pene che non siano da essa stabilite.". Ai tempi del terrorismo i giudici s'inventarono il reato di "concorso morale". Sono un garantista e queste forzature le ritengo indegne di uno stato di diritto. Allo stesso modo sono solidale con Erri De Luca, le cui idee sono lontanissime dalle mie, per aver espresso un’opinione, cioè che la Tav va boicottata: non può né deve essere condannato per un reato d'opinione. Vivendo all'estero, sono preoccupato per la deriva autoritaria che questi atti giudiziari comportano. Salvo poi non punire i reati quando essi vengono realmente commessi. E questo è un altro grande capitolo altrettanto grave.

    Rispondi

    • annamaria

      25 Settembre @ 00.23

      Sono un pò perplessa: se questo reato,come dice lei, non esiste nel codice Italiano, com'è che nessuno di quei grandi avvocati che ruotano attorno a Berlusconi e ai suoi compari, si è fatto avanti riuscendo a dimostrare questa presunta forzatura? Dell'Utri non ha abbastanza soldi per pagarli? Non serve più alla sicurezza di Berlusconi? O semplicemente è colpevole?

      Rispondi

    • Michele E

      23 Settembre @ 19.45

      Il fatto che sia andato in galera a 73 anni è anche dovuto alle leggi, votate da lui stesso e da altri politici inguardabili, che permettono di allungare un processo all'infinito. Quanti politici di dubbia moralità, invece di dimettersi e sparire, tra cavilli, ricorsi e gradi di giudizio (che solo in Italia esistono) sono invecchiati in Parlamento? E gli paghiamo pure una corposa pensione? In un paese "normale" il signore in questione primo non sarebbe stato un politico, secondo sarebbe stato condannato 20 anni prima.

      Rispondi

    • Virginia

      23 Settembre @ 17.02

      Questo è garantismo ipocrita frutto del lavaggio del cervello mediatico del Cav.

      Rispondi

      • burdlazz

        23 Settembre @ 19.31

        In Germania dove abito il lavaggio del cervello non funziona. La giustizia sì e ben diversamente che nell'ex Belpaese. Qui si sentenzia interpretando le leggi non inventandole ad hoc.

        Rispondi

  • anna

    23 Settembre @ 13.47

    la mafia è duecento anni che tiene in ostaggio l'Italia.

    Rispondi

  • Virginia

    23 Settembre @ 11.56

    Ti senti sequestrato? Ma sequestrato come? Come quando uno è vittima della mafia?

    Rispondi

  • PEPOMAN

    23 Settembre @ 11.44

    SIAMO ALLA FARSA D'ALTRONDE SIAMO IN ITALIA

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va