11°

22°

salute

Suicidi in aumento Colpa anche della recessione

Nel 2014 a Parma tre morti al mese: la Regione corre ai ripari e punta sulla prevenzione

Suicidi in aumento Colpa anche della recessione
Ricevi gratis le news
0
 

A Parma e provincia, l'anno scorso, si sono tolte la vita 37 persone: in media tre ogni mese. Il dato mette i brividi, tanto più se si si considera «che per ogni gesto portato a termine, ce ne sono 11 tentati. E che tante morti, archiviate come incidenti, sono in realtà suicidi» dice lo psichiatra Franco Marzullo, ex direttore del Diagnosi e cura dell'Ausl.

La crisi economica, con il suo carico di incertezze, disagi e sofferenza, ha pesato: ad eccezione di una flessione nel 2013, i numeri a Parma sono in aumento dal 2007. Lo stesso a livello nazionale e mondiale: nel 2013, dice l'osservatorio della Link Campus University, 149 persone in Italia si sono tolte la vita per motivazioni economiche contro le 89 del 2012, e l'Organizzazione mondiale della sanità calcola che, a livello globale, entro il 2020 si passerà dai circa 800 mila suicidi all'anno (uno ogni 40 secondi) a un milione e mezzo.

A scegliere di farla finita sono, nel nostro territorio, soprattutto gli uomini fra i 30 e i 45 anni. I principali fattori di rischio sono «disturbi psichici e psichiatrici, un tentativo pregresso, familiarità, uso di droghe e alcol, malattie croniche, ma anche eventi traumatici come la perdita di una persona cara, del lavoro, della casa e del partner» elenca Maurizio Vescovi, medico di famiglia e psicoterapeuta. Fattori protettivi sono la presenza di una rete familiare e sociale, un'educazione di stampo religioso e, soprattutto per le donne, la presenza di figli.

Il fenomeno, come dice Maurizio Vescovi, interroga non solo il mondo sanitario, ma tutta la collettività, perchè mette a nudo le carenze di una rete «protettiva» che non ha saputo cogliere il disagio o non lo ha saputo affrontare.

Anche per questo la Regione ha messo al lavoro un gruppo di esperti (di cui hanno fatto parte anche Vescovi, Marzullo e Pietro Pellegrini, direttore del Dipartimento salute mentale dell'Ausl di Parma) che l'anno scorso ha elaborato un documento sulla prevenzione delle condotte suicidiarie mirato al mondo sanitario e in particolare ai medici di base. «Gli studi mettono in evidenza che frequentemente i soggetti che commettono suicidio si erano rivolti, nel mese o nei mesi precedenti alla tragedia, ad un operatore sanitario, e in particolare al medico di famiglia», dice Vescovi. Una richiesta di aiuto più o meno espressa, che deve essere colta indirizzando il paziente verso servizi e strutture ad hoc. La riprova? «Nel 1983-84 un programma sul riconoscimento della depressione rivolto ai medici di famiglia dell'isola Gotland, in Svezia, portò ad una significativa riduzione di suicidi», dice ancora Vescovi.

«Sono sorpassate le teorie secondo le quali chi parla di togliersi la vita raramente mette in atto il gesto, così come l'idea che il medico non specialista si debba astenere dall'affrontare la questione - dice Pietro Pellegrini - . Al contrario, non bisogna sottovalutare i messaggi lanciati dal paziente. Prima di un gesto estremo, c'è un periodo nel quale convivono il desiderio di morte e la spinta a vivere. È in quel momento che la persona è “agganciabile” e può bastare poco per riattivare la speranza», aggiunge Pellegrini.

Il documento della Regione invita a «leggere» la storia del paziente, indica come affrontare il colloquio, cosa chiedere e a quali risposte porre attenzione. «In soggetti fragili, come gli anziani che non hanno una rete di sostegno sociale o familiare, è anche molto importante comunicare nel modo giusto, magari dopo aver attivato una rete di aiuto, l'esordio di una patologia cronica e invalidante», porta ad esempio Vescovi.

Particolare attenzione, dice Marzullo, va rivolta ai giovani, spesso protagonisti di comportamenti «parasuicidiari», anche se non riconosciuti come tali. «Pensiamo ai ragazzi di Fidenza che camminano pericolosamente su un cornicione, all'abuso delle sostanze, ai tanti gesti che sfidano la morte. Di recente - dice Marzullo - ho incontrato un sedicenne della periferia romana che a 14 anni ha cominciato a fare rapine a mano armata. “Non hai paura di una sparatoria con la polizia?”, gli ho chiesto. “No”, risponde impassibile. “Ma vuoi cambiare?”. E lui: “Impossibile, non troverò mai un lavoro onesto”. È in questa assenza di futuro che nasce l'idea del suicidio».

Anche tanti incidenti stradali, ammonisce Vescovi, sono suicidi «mascherati». «Ricordo la visita in ospedale ad un mio paziente 23enne finito fuori strada in auto. Mi confessò che aveva guidato da pazzo di proposito: “Per i miei meglio così che trovarmi impiccato”. Oggi quel ragazzo è un adulto sereno, con un lavoro e una bella famiglia», aggiunge Vescovi. A riprova che alle lusinghe della morte si può sfuggire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro  Foto

MODA

Claudia Schiffer festeggia 30 anni di carriera con un libro Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

MUNICIPIO

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

TABLEAUX VIVANTS

Se bimbi e fotografi (over 60») fanno robe da circo

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

49commenti

Attacco dell'opposizione

«La sindaca di Felino si dimetta»

3commenti

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

BASKET

Fulgor, si presenta l'orgoglio di Fidenza

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

soccorso alpino

Andar per funghi in sicurezza: il vademecum

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'omaggio a Verdi: un dovere e un piacere

di Francesco Monaco

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

Germania

Elezioni: vince la Merkel, estrema destra in Parlamento

Terracina

Caccia italiano precipita in mare: trovato il corpo del pilota Video

2commenti

SPORT

Il caso

Sport e popstar Usa in ginocchio contro Trump. Lui ai tifosi: "Boicottateli"

Ciclismo

Sagan, leggendario tris mondiale con dedica a Scarponi

1commento

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano 30 anni dopo Gallery

il caso

Arabia Saudita, la prima volta delle donne allo stadio

3commenti

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery