19°

29°

processo

Yara seviziata e uccisa in quel campo

Yara seviziata e uccisa in quel campo
Ricevi gratis le news
0
 

«Un’agonia in condizioni di ipotermia che ha determinato un lento rallentamento delle funzioni vitali, fino al decesso». Il linguaggio necessariamente rigoroso e asettico degli anatomopatologi incaricati dalla Procura di Bergamo di accertare le cause della morte di Yara Gambirasio non riesce a tener fuori dall’aula la sensazione di terrore che la tredicenne provò in quel campo di Chignolo d’Isola nel quale, secondo l’accusa, fu aggredita e lasciata morire.

Secondo la professoressa Cristina Cattaneo - tra i massimi esperti in Italia di accertamenti su morti violente - numerosi elementi, che derivano dalla biologia, dalla botanica e dell’entomologia, autorizzano a ritenere che Yara sia morta in quel campo: il suo corpo non aveva segni che potessero far pensare a un trasferimento dopo l’aggressione. «Lavoro in questo campo da 20 anni - ha spiegato il medico legale - e non ho mai visto corpi trasportati da un luogo a un altro che non presentassero tracce di quell’altro luogo. Così è stato anche in questo caso».

Yara morì il giorno della sua scomparsa («al massimo una o due ore dopo la mezzanotte») per una serie di concause: la debolezza derivante dal sanguinamento provocato dalle ferite d’arma da taglio, nessuna delle quali letale; per via di alcune lesioni al capo, anch’esse non mortali, e per il fatto di essere rimasta per ore nel campo di Chignolo d’Isola in stato di ipotermia.

Poi un dettaglio, già emerso dalle carte dell’inchiesta ma che raccontato in aula è parso ancora più agghiacciante: la ragazza presentava ferite da «armi da taglio» delle quali una sola «di punta e taglio» sotto la mandibola, presumibilmente causate da un coltello. «Erano tagli precisi che, pertanto - ha detto il medico legale -, furono fatti mentre Yara non si muoveva e, inoltre, non vi è alcuna ferita da difesa». La ragazza fu quindi seviziata mentre era viva, ma immobile.

Cristina Cattaneo si è inoltre dilungata sulle tracce di calce riscontrate sul corpo e sugli indumenti e sulle microsfere di metallo che, invece, furono trovate sotto le scarpe della ragazza: materiale che conducevano al mondo dell’edilizia, quando la figura di Massimo Bossetti sarebbe comparsa sulla scena dopo oltre quattro anni. Yara rimase in quel campo nei tre mesi dalla scomparsa al ritrovamento del cadavere. Anche una foglia trovata sotto la sua guancia apparve ben conservata, nonostante le intemperie di quelle settimane. Nel pugno stringeva erba del campo e, conficcata in un braccialetto di stoffa, una spina, sempre di quel fazzoletto di terra.

Il difensori di Bossetti, che anche ieri ha seguito l’udienza con estrema attenzione, anche mentre su uno schermo scorrevano alcune drammatiche immagini del corpo martoriato della ragazza (in quei frangenti il pubblico è stato tenuto fuori dall’aula del processo), promettono battaglia. Le avvisaglie sono chiare nelle parole del loro consulente medico legale: nelle relazioni della Procura - ha detto - ci sono «solo dubbi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

SOCIETA'

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

curiosità

Squalo volpe di 200 chili pescato nel crotonese

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti