15°

29°

Guardia di Finanza

Infermiera in malattia a Reggio, lavorava a Parma

La donna è stata licenziata dall'Ausl di Reggio Emilia e denunciata

Infermiera in malattia a Reggio, lavorava a Parma
Ricevi gratis le news
16

Un'infermiera dipendente dell'Ausl di Reggio Emilia è stata denunciata per truffa dalla Guardia di Finanza e licenziata: svolgeva "contemporaneamente" l'attività all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio e in una struttura di Parma, dove lavorava anche quando era assente dall'ospedale reggiano per malattia o infortunio. Era inoltre rappresentante legale di una srl e di un'associazione di promozione sociale: aveva svolto prestazioni infermieristiche ed aveva percepito oltre 100mila euro in 5 anni. (ANSA). 

Video: la cronaca del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    22 Ottobre @ 15.28

    Per una notizia esaustiva la gazzetta ci deve dire In quale area politica orbitava? Grazie.

    Rispondi

    • 22 Ottobre @ 15.31

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - La notizia, come quasi tutte le news non parmigiane, è riportata dalla agenzia Ansa e come tale l'abbiamo riportata. Nè ci risulta che tale dato sia stato fornito dalle autorità (come del resto mai accade), tanto è vero che nulla in tal senso si può leggere neppure sui siti reggiani. Le ho risposto seriamente: ovviamente resta a lei la libertà delle ironie e dei commenti di natura politica.

      Rispondi

      • Biffo

        22 Ottobre @ 17.15

        Io invece sarei curioso di sapere l'appartenenza etnica della novella, indefessa e zelante Florence Nightingale.

        Rispondi

        • antonio

          22 Ottobre @ 22.04

          Biffo non mi meraviglierei se fosse parmigiana o reggiana, so benissimo che esistono anche tra di noi, non sono strumentalizzato

          Rispondi

  • jan solo

    22 Ottobre @ 14.28

    leggo licenziata e non ci credo!!!!!! qualcuno mi assicuri di ciò! quindi i 35 di san remo, agli arresti per analoghi motivi, sono già stati licenziati oppure attendono di essere reintegrati in servizio tramite i buoni ugffici dei protettori dei fannulloni cioè i vari tipi di sindacati?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      22 Ottobre @ 17.41

      35 gli arrestati , ma gli inquisiti sono 195 ! A momenti sono di più degli abitanti di San Remo !

      Rispondi

      • Vercingetorige

        22 Ottobre @ 18.51

        PERO' "JAN SOLO" , tutti i diritti che ha ( o forse sarebbe meglio dire "aveva" ) , sul lavoro , li deve ai Sindacati , perchè , se aspetta che venga a regalarglieli Squinzi ......

        Rispondi

        • Paolo

          22 Ottobre @ 21.15

          paolo.regg@email.it

          È proprio così, bisogna stare molto attenti con le generalizzazioni, che buttano via il bucato insieme all'acqua di lavaggio. Il mondo è fatto a bilancine a giogo dove ad ogni piatto è attaccata un'altra bilancina e così via; basta mettere un sassolino in uno qualunque dei piatti e tutto l'insieme si sposta. Nella realtà non si risalirà mai al piatto a cui è stato messo il sassolino guastafeste.

          Rispondi

  • Massimiliano

    22 Ottobre @ 13.50

    Fosse l'unica. Andate a controllare nelle famose "case protette" quante OSS, infermiere e operatrici lavorano con un "contratto" di VOLONTARIATO..... Percependo un "rimborso spese".... Tutta gente pagata che ruba il lavoro a chi non ne ha....

    Rispondi

  • sindaco

    22 Ottobre @ 13.27

    e nessuno controlla?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Ottobre @ 12.21

    GRANDE ! Ma siamo sicuri che un genio del genere sia reggiano ? Mi sembra impossibile !

    Rispondi

    • Paolo

      22 Ottobre @ 12.53

      paolo.regg@email.it

      Giusto caro Vercingetorige, simili geni spuntano dappertutto, non hanno nazionalità o cittadinanze definite o preferenziali. Piuttosto vedrei nell'alacre lavoratrice un esempio di quel libero mercato che il capuzziello di piazza Colonna vuole imporre in Italia, scimmiottando gli USA, come dire quella nazione che è passata dalla barbarie alla decadenza senza toccare la civiltà ed ancor meno la democrazia (pur riempiendosene la bocca) . E noi (europei) pirla la prendiamo ad esempio da imitare. Quella ragazza merita la medaglia della libera iniziativa modello libero mercato, dove tutto è lecito pur di far soldi.

      Rispondi

      • Medioman

        22 Ottobre @ 17.14

        Che c'entra, il "libero mercato" con la truffa (arte in cui noi italiani non abbiamo niente da imparare dagli USA)?? Anzi, se la signora fosse stata dipendente di una impresa privata, forse sarebbe stata un pochino più "controllata". Mi risulta che, tra i dipendenti pubblici, certi atteggiamenti siano abbastanza diffusi.

        Rispondi

        • Paolo

          22 Ottobre @ 21.52

          paolo.regg@email.it

          Gentile Medioman, la mia era una metafora collegata alle variegate attività della signora rapportata ai nostri giorni ed alla società in cui ci sta spingendo il governo, appunto quella del libero mercato in cui contano soltanto i soldi e quelli che si riescono a razziare con inventiva, fantasia ed in qualunque modo. La ragazza non manca certo di queste doti. Per intenderci non andava alla spesa o al bar (tipico degli assenteisti pubblici) ma a svolgere due lavori più quello ufficiale (dove ha truffato). Sono d'accordo con Lei che non abbiamo nulla da imparare dagli USA ... ed allora perché ci stanno lentamente portando (Europa e governo in testa) a quel sistema farlocco e socialmente squilibrato? La riduzione progressiva dello Stato Sociale (dagli inglesofili detto Welfare) ne è la più lampante dimostrazione. E per tacer del resto. Il caso in questione è un buon esempio di mostrare i rischi del fasullo libero mercato.

          Rispondi

        • Medioman

          23 Ottobre @ 11.07

          Ho colto la metafora, ma si sembra totalmente sballata. Come può parlare di "libero mercato", se l'Europa ci dice persino quanto devono essere lunghe le banane, o quando devono pesare le vongole? Addirittura, ci "impongono" le forme di pagamento? Spesso il "welfare" è solo uno specchietto per le allodole, utilizzato per truffe colossali. Comunque, di dipendenti pubblici con "doppio lavoro" ne conoscevo parecchi (quando c'era lavoro....)

          Rispondi

        • Paolo

          26 Ottobre @ 10.58

          paolo.regg@email.it

          Medioman, concordo con Lei in quel che dice su questa Europa sballata e, praticamente, fallita in quanto è l'Europa della "partita doppia", ovvero una forma di plutocrazia troppo imitante gli USA: falsa democrazia e assoluta plutocrazia. Non bisogna confondere il welfare con l'uso truffaldino che ne fanno alcune orribili persone da perseguire. Il doppio lavoro di dipendenti pubblici e privati è legittimo a patto che non incida sul primo e che non ne sia in contrasto, ma quella signora ha illecitamente usato quella possibilità e non per un giusto incremento di reddito ma per un ancor più illecito arricchimento. È, appunto, una metafora del libero mercato, della finanza creativa: l'unico errore è la truffa iniziale, ma io parlavo del metodo di comportamento, tipico dei pescecani del cosiddetto sistema liberistico; un OK Corral in cui ognuno concorre con la propria fantasia.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti