17°

salute

Tumori: Italia al primo posto per guarigioni in Europa

Oncologi, ma cittadini poco informati e per 54% è male incurabile

Tumori: Italia al primo posto per guarigioni in Europa
3

Oltre 2 milioni: sono tanti gli italiani che hanno vinto la loro battaglia contro il tumore, collocando il nostro Paese al primo posto per guarigioni in Europa. Si apre con questo dato incoraggiante il XVII Congresso nazionale dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), con la partecipazione di circa 3.000 esperti.
In 17 anni (1990-2007), infatti, gli italiani che hanno sconfitto il cancro sono aumentati del 18% (uomini) e del 10% (donne). Percentuali che collocano l’Italia al vertice in Europa per numero di guarigioni, soprattutto nei tumori più frequenti come quelli del colon (60,8% vs 57%), del seno (85,5% vs 81,8%) e della prostata (88,6% vs 83,4%). E oggi si stanno affermando nuove armi come l’immuno-oncologia, che ha già dimostrato di migliorare in maniera significativa la sopravvivenza a lungo termine nel melanoma e sta evidenziando risultati importanti anche in un big killer come il tumore del polmone e nel rene. Ma gli italiani non conoscono questi importanti risultati: per il 41% non esistono infatti terapie efficaci, la maggioranza (54%) ritiene che si debba ancora parlare di male incurabile e il 72% non ha mai letto nulla sull'immuno-oncologia. Lo scarso livello di conoscenza emerge da un sondaggio su quasi 3.000 cittadini condotto lo scorso settembre dall’Aiom e presentato al Congresso: «Il livello delle cure nel nostro Paese è alto. Ma i cittadini sono poco informati e per questo - annuncia il presidente Aiom Carmine Pinto - sbarchiamo sui social per fare cultura a 360 gradi».
I numeri fanno paura, considerando che nel 2015 sono previste nel nostro Paese 363mila nuove diagnosi di tumore, ma «il 60% dei pazienti guarisce - sottolinea Pinto -. Un risultato raggiunto anche grazie a terapie sempre più efficaci. E l'immuno-oncologia, che stimola il sistema immunitario contro le cellule malate, ha aperto una nuova era nel trattamento». E' dunque importante, rilevano gli oncologi, migliorare il livello di consapevolezza sulle nuove frontiere della lotta al cancro, anche al di fuori dei mezzi di comunicazione tradizionali: per questo l’Aiom sbarca sui social network, con una pagina Facebook e un profilo Twitter. E’ «forte la sete di conoscenza - continua Pinto - ed il 74% dei cittadini vorrebbe ricevere più informazioni su come prevenire la malattia e sulle nuove terapie. L’uso dei social network ci permetterà anche di contrastare i falsi miti che circolano online sui tumori».
Positivo, ad ogni modo, il giudizio dei cittadini sul livello dell’oncologia italiana: per il 56% è superiore a quello degli altri Paesi europei. E proprio per lanciare il messaggio che il cancro non è più una malattia 'invincibilè, l’Aiom ha raccolto le testimonianze di 16 pazienti curati con l’immuno-oncologia nel libro 'Si può vincerè, che verrà presentato nelle prossime settimane in un tour in 10 città italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    23 Ottobre @ 20.48

    QUESTO RISULTATO E' DOVUTO IN GRAN PARTE ALLA DIAGNOSI PRECOCE , che spesso viene erroneamente chiamata "prevenzione " , ma , in realtà , la prevenzione è un' altra cosa . La diagnosi precoce consiste nel fatto che in persone , in condizioni di salute apparentemente buone , che stanno bene , in occasione di alcuni esami , si trova un cancro , ancora in fase iniziale . LE PROBABILITA' DI GUARIGIONE DI UN CANCRO DIPENDONO IN LARGA PARTE DALLA PRECOCITA' CON CUI VIENE VISTO . Se è all' inizio , le speranze sono buone , se è avanzato tutto diventa più difficile . ALLORA VOI CAPITE QUALI CONSEGUENZE PUO' AVERE L' ATTUALE MINACCIA DEL GOVERNO DI SANZIONARE I MEDICI CHE CHIEDONO "TROPPI ESAMI" . E' vero che si eseguono molti esami inutili , ma , questa minaccia , rischia di indurre i Medici a non chiederne , anche quando sarebbero opportuni . Il nostro primato nella guarigione del cancro può essere messo seriamente a repentaglio da provvedimenti di questo genere . I Medici lo dicono . ma , ormai , nella Medicina , non contano più niente . La Sanità è in mano ai burocrati , pseudomanager dell' Amministrazione e della Politica .

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Ottobre @ 19.28

    PERALTRO , c' è una realtà "a macchia di leopardo" . Nei contesti più progrediti si applicano le terapie più avanzate , mentre in altri......... Non voglio fare pubblicità a nessuno , ma , per esempio , a Milano , all' Istituto Oncologico Europeo (IOE ) , fondato dal Professor Umberto Veronesi dopo che è andato in pensione dall' Istituto dei Tumori che aveva diretto per trent' anni , le donne operate di cancro della mammella , escono dalla sala operatoria già irradiate . In altre realtà la radioterapia la fanno ancora con macchine a vapore , e per mettere in trattamento una paziente ci vogliono mesi . Anche per le spese ed i bilanci c' è una realtà "a macchia di leopardo" ...............................

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Ottobre @ 16.41

    CHE' , POI , SE NON CI FOSSE LA "MALASANITA' " , POTREMMO ANCHE ABOLIRE I CIMITERI ! Abbiamo una delle aspettative di vita più lunghe del mondo . E , questo , poi , con costi che sono tra i più bassi dei Paesi industrializzati , ma gli stanziamenti per la Sanità vengono selvaggiamente "tagliati" di anno in anno . Anche per il 2016 sono previsti ulteriori "tagli" . I Medici vengono minacciati affinchè non prescrivano , non ricoverino , non chiedano esami . Gli Ospedali vengono chiusi . I posti-letto negli Ospedali che restano sono falcidiati . Negli ultimi quarant' anni , a Parma , siamo passati da quasi 3000 posti-letto a meno di 1300 . E' probabile che i "tickets" aumentino , in un contesto che va verso una strisciante soppressione del Servizio Sanitario Pubblico . Denunciate , fin che siete in tempo , chè poi vi accorgerete di quel che avete perso !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia