sinodo

Comunione ai divorziati, i preti decideranno caso per caso

 Sinodo: apre a comunione a divorziati, caso per caso
Ricevi gratis le news
7

Via libera alla comunione per i divorziati risposati ma sarà il sacerdote a valutare «caso per caso». Nessuna apertura invece sulle unioni omosessuali per le quali non si possono fare analogie, «neppure remote», con il matrimonio e la famiglia. Per le coppie di fatto vanno «valorizzati i segni d’amore». Queste le linee principali della Relazione finale del Sinodo sulla famiglia, il documento che i vescovi mettono ora nella mani del Papa, al quale spettano le decisioni. E Papa Francesco nel suo discorso conclusivo ha messo in evidenza che il Sinodo «ci ha fatto capire meglio che i veri difensori della dottrina non sono quelli che difendono la lettera ma lo spirito, non le idee ma l’uomo, non le formule, ma la gratuità dell’amore di Dio e del suo perdono». E comunque la Chiesa «non ha paura di sporcarsi le mani discutendo francamente e animatamente sulla famiglia», ha detto Bergoglio, uscendo con un grande applauso da questo confronto complesso tra le varie anime dell’episcopato.
L’apertura arriva dunque sul fronte di quelle coppie che si trovano a vivere una seconda unione e che per questo non possono avere vita piena nella Chiesa. Ma l’indicazione è quella di valutare «caso per caso», affidando il «discernimento» ai pastori. Tradotto in termini concreti, la riammissione dei divorziati alla vita piena della Chiesa (la comunione ma anche il poter fare da padrini, per fare degli esempi) passerà per un percorso con il confessore. Nel documento si parla di "integrazione nei diversi modi possibili», non citando esplicitamente i sacramenti. Ma l’apertura è stata interpretata proprio in questo senso (senza smentite).
Una valutazione, quella del discernimento caso per caso, che 'passà ottenendo la maggioranza qualificata dei due terzi, ma che si rivela il punto più controverso tra i vescovi: un solo voto di scarto, 178 'si» rispetto ai 177 richiesti dal quorum. E ben 80 padri sinodali che dicono invece 'nò.
Apertura sui gay ma nessun passo avanti sulle unioni civili. Il coming out di monsignor Cristoph Charamsa, proprio alla vigilia del Sinodo, non sembra avere ottenuto i risultati sperati. Tuttavia la Chiesa chiede un’attenzione particolare per quelle famiglie nelle quali vive un omosessuale. «Ogni persona, indipendentemente dalla propria tendenza sessuale», va "rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione».
Ma a parte il capitolo delle «situazioni complesse" (divorziati risposati, omosessuali, coppie di fatto ma anche matrimoni misti), come titolato testualmente nella Relazione finale, i vescovi ribadiscono la centralità della famiglia, quella costituita da un uomo e una donna, aperta alla vita e basata sulla fedeltà reciproca.
E allora arriva anche un messaggio alla politica: «Non deve limitare i diritti delle famiglie» e ben vengano quei cristiani che per far passare questi valori, anche la «libertà di educazione» (si scrive senza citare la parola gender), si impegnano nella politica.
Si parla anche della pedofilia, in relazione alle violenze in famiglia sulle donne e sui minori e la Chiesa ribadisce la "tolleranza zero».
Focus infine sulle donne: ancora discriminate in molte realtà dovrebbero invece essere maggiormente valorizzate anche nella Chiesa. E i vescovi entrano direttamente dentro le case, dove qualche volta c'è uno squilibrio nei carichi tra marito e moglie. «L'emancipazione femminile richiede un ripensamento dei compiti dei coniugi - scrivono i vescovi nel documento - nella loro reciprocità e nella comune responsabilità verso la vita familiare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • bila

    26 Ottobre @ 10.00

    Anche la Chiesa deve andare in deriva verso il basso come tutto il resto?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      26 Ottobre @ 10.10

      Scusi , la "deriva verso il basso" dove la vede ?

      Rispondi

  • LaoTzu

    25 Ottobre @ 11.46

    E chissenefregaaaaa!!!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    25 Ottobre @ 11.25

    UN COLPO AL CERCHIO ED UN COLPO ALLA BOTTE , CON UN RASSEGNATO RICONOSCIMENTO DELLO "STATUS QUO" ! Fino ad oggi i divorziati risposati non avrebbero potuto ricevere la Comunione , ma , in realtà , la ricevevano lo stesso , perchè si presentavano all' altare con tutti gli altri , ed , ovviamente , il Prete non poteva conoscere lo stato civile di ciascuno . Adesso non si dice nè "si" , nè "no" . Si lascia il Prete a decidere volta per volta. E' chiaro che le cose continueranno come ora . Il Sacerdote darà la Comunione sempre a tutti . QUESTA CONCLUSIONE SINODALE E' PASSATA CON UN SOLO VOTO DI SCARTO . A molti Cardinali fumeranno le orecchie.........

    Rispondi

  • Biffo

    25 Ottobre @ 10.23

    Potranno accedere ai Sacramenti i divorziati risposati solo di certe correnti politiche filoclericali e delle formazioni settarie di CL e dintorni.

    Rispondi

    • Oberto

      25 Ottobre @ 14.25

      io e te, abbiamo pensato la stessa cosa ! chissà perché. ( senza contare che gli unici divorziati o separati che conosco io sono persone assssssssolutamente di chiesa)

      Rispondi

      • Biffo

        25 Ottobre @ 18.14

        Ma loro, Oberto, sono tutti povere vittime innocenti di coniugi perversi e pervertiti; gli altri, tra cui anch'io, sono tutti dei sottanieri libertini che hanno divorziato e poi si sono risposati solo per avere a letto un'altra donna, oltre quella sposata dentro ad un sacro tempio cattolico.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Filippine

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova