19°

34°

ospedale

Giro di vite sugli orari dei medici

medico
Ricevi gratis le news
1

«Giro di vite» sugli orari dei medici. Il 25 novembre infatti scadrà il termine entro cui l'Italia, ultima in Europa, dovrà adeguarsi ad una direttiva Ue del 2003 sull'orario di lavoro, da cui i medici italiani del Servizio sanitario erano stati esclusi da una serie di normative nazionali. Ora però l'Europa ha avviato una procedura di infrazione ricorrendo alla Corte di Giustizia, e previsto sanzioni amministrative in caso di mancato adempimento.
Le norme prevedono i limiti massimi di 12 ore e 50 minuti di lavoro giornaliero e di 48 ore di lavoro settimanale, straordinario compreso. In un giorno, il limite minimo di riposo è di 11 ore.
Regole che, se applicate alla lettera, «rischiano di mettere in crisi o far chiudere diversi reparti ospedalieri», dice a denti stretti un medico dell'ospedale Maggiore. E non è il solo. «È una legge che non condivido e che può mettere in ginocchio l'organizzazione del lavoro - fa notare un altro - Altro che 48 ore settimanali, io sono arrivato a farne 61 in tempi di penuria di personale. Non è solo indispensabile per la vita del reparto, ma anche per garantire la continuità assistenziale». «Non siamo operai alla catena di montaggio, il nostro lavoro mal si concilia con vincoli di orario» dice un altro professionista.
Il problema non è da poco e all'Azienda ospedaliero-universitaria stanno già preparando riunioni e incontri per affrontarlo. L'Italia finora è riuscita ad eludere la norma Ue inquadrando i medici come dirigenti, quindi senza obblighi stringenti di orario. Ma ora le regole Ue pongono anche problemi di copertura assicurativa, che potrebbe essere negata in caso di errore compiuto fuori dagli orari stabiliti.
Per rimediare ai turni che rimarrebbero scoperti con questa legge sarebbero necessarie, secondo alcune stime, dalle 4 alle 5 mila nuove assunzioni di medici in Italia.
«Sono misure facilmente comprensibili: chi vorrebbe farsi curare od operare da un medico stanco? Ma sono norme ampiamente disattese nei nostri ospedali, dove a causa del blocco del turn over e dei pesanti tagli nel finanziamento, i medici sono sempre più frequentemente obbligati a saltare i turni di riposo ed a lavorare oltre 60 ore settimanali - dice Franco Masini della Cgil medici locale - Il Governo Renzi sta proseguendo in un progressivo impoverimento della sanità pubblica, con un nuovo definanziamento vero mascherato da falsa razionalizzazione. Contro queste misure i sindacati dei medici hanno indetto uno stato di agitazione, che avrà un primo momento in una manifestazione nazionale il 28 novembre a Roma». m.t.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    04 Novembre @ 10.53

    INSOMMA , MI PARE D' AVER CAPITO CHE , IN SOSTANZA , I MEDICI DIPENDENTI A "TEMPO PIENO" dovranno lavorare non più di 48 ore a settimana e dovranno avere almeno 11 ore continuative di riposo ogni 24 . Il problema può sorgere con le "guardie" . Oggi , in Reparto , c' è almeno un Medico che , dopo aver lavorato di giorno normalmente come i suoi Colleghi , si trattiene in Ospedale anche per la notte , a ricevere gli eventuali ricoveri d' urgenza e a dare assistenza urgente ai ricoverati . Spesso , il giorno dopo , deve di nuovo lavorare normalmente in Reparto come i Colleghi . Questo , dal 25 novembre , non sarà più possibile. Sinceramente io non ci trovo niente di scandaloso , anzi ! Oggi succede , per esempio , che un Chirurgo , che ha operato il giorno prima , debba eseguire un intervento d' emergenza , magari pure difficoltoso , nel cuore della notte , poi , il giorno dopo , debba tornare in Sala Operatoria di nuovo . NON DIMENTICHIAMO CHE , PIU' UN MEDICO E' STANCO , MAGGIORI SONO LE POSSIBILITA' CHE SBAGLI ! Certo , verrà meno la retribuzione delle "guardie" , e rimarrà solo una piccola indennità , notturna e festiva . E comunque , la situazione che vi ho descritto , è quella "storica" . Già oggi , in alcuni Reparti , il Medico di "guardia" di notte , il mattino seguente , va a casa . Spesso , specie nelle Cliniche Universitarie , si fa fare la "guardia" agli Specializzandi , cioè ai giovani Medici iscritti alla Scuola di Specializzazione , e non credo che questi rientreranno sotto la normativa europea . Può darsi pure che gli Ospedali , se non avessero Medici "strutturati" sufficienti a coprire le 24 ore , facciano "accorpamenti delle guardie " , cioè affidino , di notte e di festa , diversi Reparti ad un unico Medico. Comunque le divergenze tra Medici e gestori del Servizio Sanitario Pubblico ( Stato e Regioni) non si limitano all' orario di lavoro , ma riguardano anche altre questioni , come la limitazioni delle prescrizioni , l' attribuzione al Medico di funzioni burocratico-amministrative , la minaccia di sanzioni , le Convenzioni scadute da anni . Tutto ciò porterà allo sciopero nazionale dei Medici del prossimo 16 dicembre.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena

EMERGENZA

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena Foto

La circolazione dei treni è ripresa alle 17,45

tg parma

Charlie Alpha, 27 anni fa la tragedia: il racconto e le immagini dell'epoca Video

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta Pasimafi: negata la libertà a Fanelli Video

Le anticipazioni del vicedirettore Claudio Rinaldi

Tragedia

La disperazione degli amici di Diawara: «Non siamo riusciti a salvarlo»

1commento

POLESINE

Cavallo sprofonda nel fango: salvato dai vigili del fuoco Video

CONCORSO

Miss Italia, Bedonia incorona Asia. Secondo posto per Miss Parma Foto

Eletta la quinta delle 11 ragazze che andranno alle prefinali di Jesolo

DELITTO DI NATALE

Suicidio di Turco, si indaga per omicidio colposo

1commento

FONTANELLATO

L'incendio di Sanguinaro visto dal cielo: video

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

3commenti

SALSO

In nove giorni due visite dei ladri

BUSSETO

Auto fuori strada a Roncole: paura per una bimba di 4 mesi

La piccola non è grave

Medesano

Cade dalla finestra e resta sospesa nel vuoto: paura per una donna a Ramiola

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco

PARMA

L'«altro» Ferragosto all'insegna della solidarietà

CALCIO

Parma, domani amichevole con l'Empoli: Gagliolo, Dezi e Insigne osservati speciali Video

Il TgParma fa il punto sulla preparazione della squadra

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

3commenti

Traversetolo

Croce azzurra, volontari cercansi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

ATTENTATO

Tra i feriti e i soccorritori sulla Rambla a Barcellona

Bassa reggiana

Violenta brutalmente un minorenne: arrestato 21enne richiedente asilo

2commenti

SPORT

FORMULA 1

Alonso (McLaren): "Senza un progetto vincente lascio"

YOUTUBE

Totti passa la palla a un tifoso... da una barca all'altra

SOCIETA'

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

1commento

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti