23°

32°

rimini

Il Cocoricò riapre dopo 4 mesi di stop. E vieta l'ingresso ai minorenni

Ingresso vietato ai minori, installate 70 nuove telecamere

cocoricò
Ricevi gratis le news
0

Cocoricò: si torna in pista con nuove regole. Ieri sera, dopo uno stop di quattro mesi imposto dalla questura dopo la morte di un sedicenne per overdose di ecstasy, la discoteca di Riccione ha riaperto i battenti puntando molto sul fattore sicurezza. Prima novit, gi annunciata nei giorni scorsi, il divieto di ingresso per i minori di 18 anni. Una decisione ritenuta «saggia, ma tardiva" dal pap di Lamberto Lucaccioni, il ragazzo umbro deceduto lo scorso luglio.
I controlli sono rigidissimi e il personale all’ingresso irremovibile: documento di identit alla mano o si resta fuori. Qualcuno ieri sera ha gi avuto dimostrazione che non ci sono margini di manovra. Due ragazze arrivate a Riccione in treno per la serata Tunga, programmata per l’inaugurazione, non avevano con s la carta di identit e i buttafuori non hanno voluto sentire ragioni: «Spiacenti sono le regole». Si torna a casa. Stessa sorte per una ragazza che, pur avendo la tessera universitaria e la tessera sanitaria, stata costretta a fare dietrofront. Altra novit, gi consuetudine nella maggior parte dei locali all’estero, il divieto di rientrare una volta usciti. O meglio: chi vuole rientrare deve pagare nuovamente il biglietto per intero. È stato dunque abolito il sistema del 'timbrò sulla mano che consentiva di uscire e poi rientrare. "Questo - ha spiegato il direttore del Cocoric Mauro Bianchi - per evitare il 'nomadismò da e per il parcheggio dove qualcuno potrebbe andare per bere o assumere stupefacenti». E proprio i parcheggi sono stati fra l’altro transennati e illuminati a giorno. Vietato naturalmente entrare con bottiglie di alcolici. Qualcuno ci ha provato, ma stato subito intercettato prima della selezione all’ingresso e le bottiglie sono state sequestrate. Nuove anche le due ampie aree relax fuori dalla 'piramidè. Il tutto vigilato, dentro e fuori, da 68 telecamere ad alta definizione. «Non un Cocoric blindato ma controllato - precisa Bianchi -. Come abbiamo sempre fatto, cerchiamo di rendere il divertimento sicuro. Non ci siamo certo svegliati oggi. Manteniamo rapporti stretti con questura e carabinieri e segnaliamo persone sospette. Pi teniamo fuori i malintenzionati, meglio . Ci prendiamo le nostre responsabilit come prima della tragedia di questa estate». Il riferimento appunto alla morte di Lamberto Lucaccioni, il 16enne sentitosi male al Cocoric a luglio per un’overdose di ecstasy. Proprio questo episodio, sommato ad altre «irregolarit» verbalizzate dalle forze dell’ordine negli ultimi tre anni, avevano portato al provvedimento di chiusura per 4 mesi disposto dal questore di Rimini Maurizio Improta. La serata inaugurale, intanto, scivolata via tranquilla. Centinaia di ragazzi, gi in fila dalle 23, aspettavano dall’estate di tornare in pista al Cocoric. Il prossimo banco di prova sar domani: dopo la parentesi Tunga si riprende con la classica serata 'Coccò. Per l'occasione, ricorda il direttore Bianchi, verr proiettato il filmato di sensibilizzazione contro l’uso di droghe. «Speriamo che i nostri giovani colgano il messaggio», chiude.

Il commento del papà del 16enne morto per overdose di ecstasy

E’ una decisione «saggia, ma tardiva» quella di vietare ai minorenni l'ingresso al Cocoric di Riccione, secondo i genitori del sedicenne umbro Lamberto Lucaccioni, che cos hanno commentato - con l’ANSA - la riapertura del locale avvenuta ieri sera dopo quattro mesi di stop.
Lo hanno fatto attraverso il loro legale, l’avvocato Roberto Bianchi, il quale ha spiegato che sono ancora distrutti dal dolore il pap e la mamma del sedicenne di Citt di Castello morto nel luglio scorso per una overdose di ecstasy dopo essersi sentito male nella discoteca di Riccione, ma hanno ripreso il lavoro e sentono forte intorno a loro l’affetto di tutta la comunit cittadina.
Non hanno invece mai incontrato i familiari dell’unico indagato per questa vicenda, un 19enne fratello di un amico di scuola di Lamberto, che confess ai carabinieri di Riccione di aver dato la droga al ragazzino, n la famiglia del ragazzo che ospit Lamberto la sera del tragico evento.
Quanto ai gestori della discoteca, «con questi quattro mesi di stop - ha detto l’avv. Bianchi all’ANSA, commentando alcune dichiarazioni che gli stessi avrebbero fatto in passato - hanno pagato il conto alla giustizia amministrativa, ma non con la famiglia Lucaccioni» che li ritiene «corresponsabili di quanto successo». (ANSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

SERIE A

Higuain, Dybala, Mandzukic: la Juve travolge il Cagliari

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti