11°

AREZZO

Morto Licio Gelli: P2 e misteri d'Italia. Fu in supercella a Parma

Licio Gelli

Ricevi gratis le news
4

(ANSA) - AREZZO, 15 DIC - E' morto Licio Gelli. L'ex venerabile della loggia P2, 96 anni, è deceduto nella sua dimora, Villa Wanda a Arezzo. L'ex imprenditore famoso per la vicenda legata alla loggia massonica P2 si è spento poco prima delle 23 di martedì a Villa Wanda dove risiedeva.

Da due giorni le sue condizioni già precarie erano peggiorate: era stato ricoverato nella clinica di S.Rossore a Pisa, poi all'ospedale di Arezzo. Era stato dimesso perche'in fin di vita e la famiglia ha deciso di riportarlo a Villa Wanda.

L' imprenditore nel '75 fece rinascere la disciolta loggia massonica, coinvolta direttamente o indirettamente nei maggiori scandali degli ultimi trent'anni della storia italiana. Arrestato in Svizzera nel 1982, fu estradato in Italia nel 1988 e per la sua reclusione fu allestita a Parma una speciale cella alla Certosa di via Mantova: qui Gelli rimase solo due mesi, prima di essere rimesso in libertà per motivi di salute.

AL CENTRO DI TANTI CASI GIUDIZIARI: ECCOLI

- Oltre che alla vicenda della loggia P2 il nome di Licio Gelli, l’ex venerabile della loggia P2 scomparso nella serata di martedì 15 a 96 anni nella sua casa di Arezzo, è legato a decine di inchieste giudiziarie e a vari lati oscuri della storia recente d’Italia: dal tentato golpe Borghese a tangentopoli, dalla scalata a gruppi editoriali al caso Moro.
Questo un elenco dei principali fatti che lo hanno visto coinvolto e indagato negli ultimi anni.
- STRAGE DI BOLOGNA (2 agosto 1980 - 85 morti e 200 feriti): assolto definitivamente dall’accusa di associazione eversiva Gelli nel 1994 è stato condannato per calunnia (10 anni) al processo d’appello-bis. Nell’ambito del processo l’ex ''venerabile» fu protagonista anche della misteriosa rinuncia all’incarico da parte di uno dei legali di parte civile Roberto Montorzi che abbandonò il collegio dopo due incontri con Gelli a villa Wanda.
- BANCO AMBROSIANO: al processo di primo grado a Milano, Gelli è stato condannato a 18 anni di reclusione per il ruolo avuto nella bancarotta dall’istituto di Calvi (che aveva la tessera n.519 della P2). Il suo nome è da sempre anche al centro delle indagini sulla morte del «banchiere di Dio». Nel processo di secondo grado la pena venne ridotta a 12 anni. Il 6 maggio 1998 Gelli, che doveva scontare la condanna divenuta definitiva, fugge da villa Wanda e si rende irreperibile. Il 10 settembre viene fermato e arrestato a Cannes.
Gelli entrò anche nell’inchiesta sull'omicidio del banchiere, ma il procedimento venne archiviato il 30 maggio 2009.
- CONTO «PROTEZIONE»: il 29 luglio 1994 Gelli è stato condannato a Milano a sei anni e mezzo, in primo grado, per la vicenda del conto 633369 di Silvano Larini all’Ubs di Lugano, del quale fu trovata traccia nel 1981 a Castiglion Fibocchi con riferimenti a soldi destinati al Psi di Craxi e Martelli. La pena fu ridotta a 5 anni e 9 mesi in appello. La Cassazione decise l’annullamento della condanna per Gelli per improcedibilità dell’azione penale, essendo stata la sua posizione definita nel processo per il crac del Banco Ambrosiano.
- ATTENTATI AI TRENI IN TOSCANA: accusato di aver finanziato le organizzazioni eversive «nerè' per gli attentati degli anni Settanta, Gelli è stato prima condannato a 8 anni e poi dichiarato non processabile.
- MAFIA-POLITICA-AFFARI: Gelli era uno dei 126 imputati al processo a Palmi sui presunti collegamenti tra mondo politico ed imprenditoriale e organizzazioni mafiose. Secondo l’accusa, si sarebbe adoperato per «aggiustare» un processo in Cassazione a due presunti mafiosi di Taranto. Venne assolto il 3 marzo 1995 dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Nel 1998 è chiamato in causa dal procuratore capo di Palermo Giancarlo Caselli nell’inchiesta 'Sistemi criminalì poi archiviata nel 2000.
- INCHIESTA OPERAZIONI FINANZIARIE: tra il 1993 ed il 1994, Gelli è stato al centro dell’attenzione dei magistrati di Arezzo e Roma per una serie di operazioni finanziarie miliardarie che avrebbe disposto in varie banche. Le indagini sono legate in particolare al fallimento della holding Cgf del gruppo Cerruti. Un ruolo di primo piano nelle vicende è rivestito dall’ex vicepresidente del Csm Ugo Zilletti.
- LEGAMI CON LA CAMORRA: la Dda di Napoli ha indagato sui rapporti tra Gelli ed alcuni esponenti della camorra.
- INCHIESTA CHEQUE TO CHEQUE: Gelli venne iscritto nel registro degli indagati, insieme al figlio Maurizio, nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla procura di Torre Annunziata (Napoli) in relazione ad un presunto traffico internazionale di armi e valuta. Una trentina le persone arrestate. L’inchiesta venne poi trasferita a Milano.
- CASO BRENNEKE: le presunte rivelazioni fatte al Tg1 dal sedicente ex agente della Cia Richard Brenneke sui rapporti tra servizi segreti Usa e P2, duramente smentite da Gelli, estate del 1990 provocarono tensioni e polemiche, anche per il coinvolgimento dell’allora presidente della Repubblica Francesco Cossiga.
- FALLIMENTO DI NEPI: Il 10 giugno 1997 la procura di Roma emette 9 ordini di arresto per il fallimento della holding Di Nepi e di numerose società legate al gruppo. Per Gelli scatta l'obbligo di dimora a Arezzo. Il 18 aprile 2005 venne condannato a 2 anni e 3 mesi di reclusione per associazione a delinquere e bancarotta insieme ad altre 9 persone.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Fausto

    16 Dicembre @ 18.15

    mah...non credo sia una persona da invidiare... leggendo queste sfilza di fatti e misfatti, mi chiedo, ma non ho risposta, come mai Callisto Tanzi non sia riuscito ancora a tornare a casa.... sarà perchè lo ritengono più pericoloso di Gelli?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      16 Dicembre @ 19.39

      Calisto ( con una "elle" sola , mi perdoni la pedanteria) non ha neanche la millesima parte della potenza di Gelli . L' elenco degli iscritti alla Loggia Massonica P2 è ( anche "on line" ) agli Atti della Commissione Parlamentare d' inchiesta . Guardi che roba !

      Rispondi

      • Vercingetorige

        17 Dicembre @ 12.08

        Alti Ufficiali dell' Esercito e dei Carabinieri , Capi di Stato Maggiore , Alti Funzionari di Polizia e Servizi Segreti , Alti Magistrati , Alti Funzionari della Pubblica Amministrazione, Personaggi Politici , Giornalisti di prestigio , Impresari , Finanzieri , Banchieri......................

        Rispondi

  • Vercingetorige

    16 Dicembre @ 12.34

    SARA' MORTO CONTENTO , PERCHE' IL SUO "PIANO PER L' ITALIA" DEGLI ANNI SETTANTA , E' SEMPRE STATO APPLICATO , ED E' APPLICATO TUTT' OGGI , DA GOVERNI DI DESTRA E DI SINISTRA . Detenuto a Parma c' è stato un paio di mesi. Mi sembra fosse stato allestito un alloggio apposta per lui nella Certosa di via Mantova . Non si poteva mettere con gli altri detenuti , per carità ! Poiché si diceva che avesse una cardiopatia ischemica , era seguito dai Medici del carcere ed anche da un consulente cardiologo esterno , ma, dopo un paio di mesi , arrivò un "Professore" ( non di Parma) a dichiarare che le sue condizioni di salute erano incompatibili col regime carcerario , ed evidentemente aveva ragione , perchè uscire di galera gli ha fatto indubbiamente bene. E' morto dopo trent' anni . Con lui se ne va un altro ( l' ultimo ? ) di quelli che sapevano tutto dei più oscuri Misteri d' Italia. Andreotti , Cossiga , il prefetto D' Amato ( "dominus" del temibile Ufficio Affari Riservati del Viminale ). Sulla strage della stazione di Bologna diceva , per esempio , che era stato un incidente : l' esplosione di una valigia di esplosivo che stavano trasportando alcuni guerriglieri palestinesi , con basi logistiche in Italia. Sulla sua Loggia Massonica P2 fu istituita una Commissione Parlamentare d' Inchiesta , presieduta da colei che , secondo me , avrebbe potuto essere la prima donna Capo del Governo in Italia. L' onorevole ( democristiana ) Tina Anselmi . L' Anselmi condusse l' inchiesta senza guardare in faccia nessuno , da donna "quadrata" qual' era , ma la sua carriera politica fu stroncata , a cominciare dal suo Partito.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Filippo, un anno dopo

Anniversario

Filippo, un anno dopo

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

Alle elementari

Due casi di scabbia al Maria Luigia

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

Salsomaggiore

Teatro Nuovo, sciolto il contratto con i gestori

LUTTO

E' morto Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

IL CASO

Numero telefonico «rubato», prima vittoria per una 85enne

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

1commento

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

2commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Incidente in una ditta: morti tre operai, uno è gravissimo

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

1commento

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti