11°

classifica

Province in cui si vive meglio: Parma scivola al 13° posto

Province in cui si vive meglio: Parma scivola al 13° posto
Ricevi gratis le news
12

E’ dedicata alla qualità della vita la 17/ma indagine che anche quest’anno Italia Oggi ha realizzato per esaminare le forti discrepanze esistenti in quel caleidoscopio tutto italiano rappresentato dalle province. I risultati in verità non fanno emergere discontinuità con gli anni scorsi, assegnando il gradino più alto del podio a Trento, che rifà il bis del 2014, seguita da Bolzano e Pordenone. Storia nota anche in coda, dove la 110/ma piazza è retta anche questa volta da Carbonia-Iglesias, preceduta, allo stesso modo del 2014, dalla provincia del Medio Campidano e da Enna. La top five dell’indagine si completa con il quarto posto di Mantova (che perde una posizione) e dal quinto di Treviso (che scende anch’essa di un gradino).


La provincia di Parma, che l'anno scorso aveva perso una posizione - dal 7° all'ottavo posto - scivola di cinque gradini e finisce tredicesima. Ma riceve la medaglia di bronzo in una delle singole categorie valutate, quella dei servizi finanziari. Scivolone ancora più consistente per Reggio Emilia, che passa dal sesto al 18° posto.

 Una delle novità di quest’anno è il divario tra i territori che fanno capo a centri di media grandezza ed altri al contrario legati alle principali città. Non a caso Roma, Milano e Torino arretrano un pò, mentre Napoli conferma il 103/mo posto sulle 110 complessive.
Ma più in generale dallo studio emerge che nel 2015 sono state 53 - su un totale di 110 - le province in cui la qualità della vita è risultata buona o accettabile, contro le 55 della scorsa edizione. Quindi, osservano i curatori dello studio, ciò significa che il 56% della popolazione italiana vive in territori dove la qualità della vita è scarsa o insufficiente.
Lo studio di Italia vede al sesto posto Cuneo, che recupera ben 5 posizioni, poi Verona (+2), Belluno (+4), Vicenza (-2) e in decima posizione Udine (+4). Come accennato, non brillano le province dei grandi centri urbani: ad esempio Milano occupa la 49/ma posizione, perdendo 13 posti rispetto alla 36/ma piazza del 2014, Venezia la 54/ma (-14), Bologna la 61/ma (-8), Roma la 69/ma (-12), Torino la 76/ma (-11), Genova la l’81/ma (-17), Bari la 93/ma (-1), Palermo la 105/ma (-10). Tra le eccezioni Firenze, che sale di 3 gradini rispetto alla 29/ma posizione del 2014, Ascoli, che addirittura ne risale 22 rispetto al 42/mo posto del 2014, Grosseto (+15), Olbia-Tempio (+26), Pistoia (+22), Campobasso (+36) e Ogliastra (+30).
L’indagine ha preso in esame anche vari indicatori, come ad esempio 'Affari e lavoro", che vede al primo posto Bologna (terza un anno fa), indice, a detta dei curatori, di un generale risveglio imprenditoriale del nord-est.

Nell’indicatore 'ambiente" la sorpresa - non certo piacevole in questo caso - viene da Imperia, che va ad occupare l’ultima posizione, a quanto sembra per un errato affidamento del servizio di raccolta rifiuti da parte del comune. Al penultimo posto Massa-Carrara, che ha perso peraltro 8 posizioni, penalizzata secondo l'indagine da problemi nell’uso dei mezzi di trasporto pubblici e nella raccolta differenziata. Il territorio più 'ecò, al contrario, è guarda caso Trento, che precede Mantova e Belluno, seguite da Bolzano, che primeggia nell’indicatore 'popolazione", battendo in questo caso Barletta-Andria-Trani. Scorrendo lo studio si scopre poi che sono i territori del Veneto ad avere le migliori performance in tema di sicurezza (indicatore 'criminalità'), con al vertice Pordenone. Infine, il sistema salute vede sul podio due province toscane su tre (Pisa, prima, seguita da Isernia e Siena).(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alberto

    28 Dicembre @ 21.38

    Michele qui non si sta facendo una statistica sulla città , ma sulla provincia , e a quanto mi risulta il presidente della PROVINCIA di parma NON è Pizzarotti , ma appartiene al PD . Se poi non mi devo preoccupare per i 580 € in più che lo STATO mi preleverà dalla mia modesta pensione , vorrà dire che li farò addebitare sul tuo conto, tanto sono sicuro che tu non ti offenderai.

    Rispondi

  • fortunato

    28 Dicembre @ 16.37

    arriveremo sempre più giù, la città è allo sbando e penso che andrà sempre peggio. Siamo in mano a: NESSUNO !!!! Poveri noi......

    Rispondi

  • Ivo

    27 Dicembre @ 19.47

    Al fallimento hanno provato a portarci le precedenti amministrazioni , caro Michele (860 milioni ..,) poi effettivamente tra decine di sparatorie al giorno , scippi giornalieri , rapine bombardamenti fucilazioni , terrorismo , militarizzare Parma è ormai impossibile! Non vuol più venirci nessuno ( forse per la benzina a Secco , o leggi inesistenti e pene in-certe ? Chi è al governo ? E Mafia capitale ? Gli interessi del pd ?) , nemmeno i berretti verdi interpellati han voluto ! Ieri mi han sparato al semaforo , oggi al bar . Ed il Codacons dice che L anno prossimo , le Spese aumentano di 580€ . Sperando che il petrolio rimnga ai minimi

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Dicembre @ 16.57

    'STE STATISTICHE SONO COME L' ELASTICO DELLE MUTANDE : SI TIRA DOVE SI VUOLE ! E la città dove si vive meglio , e quella dove si vive peggio , e l' Ospedale migliore , e il Medico più bravo...........Sembra una tiramolla..........va su di qua , va giù di là . In realtà la statistica è uno strumento importantissimo di studio e di lavoro , ma , al tempo stesso , molto difficile da usare. Noi facciamo una somma , poi dividiamo per quanti numeri abbiamo sommato , e pensiamo d' avere fatto una statistica , quando abbiamo fatto solo una media . Due statistiche possono dire due cose diverse , secondo come i dati sono stati raccolti ed interpretati. Non per nulla esiste un Corso Universitario apposta di Scienze Statistiche. Anche nella lettura dei lavori scientifici bisogna stare molto attenti , perché , in Letteratura , si trova di tutto , ma poi bisogna fare una severa ed approfondita critica delle fonti , del metodo e del merito . Le più serie Riviste Scientifiche hanno un apposito Comitato di Esperti per fare questa valutazione . Se metodi , interpretazione e risultati di un lavoro non sono convincenti non lo pubblicano , e , nonostante questo , a volte incappano in qualche infortunio anche loro . Per questo io raccomando sempre di far riferimento a fonti autorevoli ed attendibili , non a "dépliants" dei "figli dei fiori" . Comunque , in tutte queste "statistiche" sulle città più o meno "benestanti" , emerge un dato comune : le più "benestanti" sono a Nord ( Trento e Bolzano) , quelle in condizioni peggiori a Sud ( Calabria e Sicilia) . Oltre questo è difficile andare.

    Rispondi

    • Goldwords

      27 Dicembre @ 19.12

      Un vecchio adagio diceva che se metti i piedi nel frigorifero e la testa nel forno, la media è perfetta e statisticamente sei in buona posizione. Concordo sul macro, ossia nord e sud, ma forse non servivano tanti dati per saperlo, come sul fatto della spazzatura Trento e gli/le altre. Per il resto, penso tu abbia ben più che ragione. Anche se forse... non so se vivere in un posto come la Calabria sia proprio così male....

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi: foto

PARMA

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi Foto

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

tg parma

Fango, acqua, lavoro e tanta amarezza: parlano gli sfollati di Colorno Video

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

ENZA

Si lavora per il ripristino delle sponde di Enza e Parma Video

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

1commento

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

6commenti

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

I torrini del Battistero danneggiati: arrivano le impalcature Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

PARLAMENTO

Approvata la legge sul biotestamento. Le novità punto per punto Video

BOLOGNA

Peculato: condannato l'ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari

SPORT

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

RUGBY

Carlo Orlandi (Zebre): "Cerchiamo di migliorare il possesso palla" Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS