bergamo

Fece pipì in un cespuglio 11 anni fa: prof licenziato

Toghe

Toghe

Ricevi gratis le news
8

Undici anni fa fece pipì, dopo una sagra paesana, in un  prato a ridosso di un cespuglio. Erano le due di notte, di Ferragosto, in un piccolo paese, Averara, con 182 abitanti in una valle laterale della Val Brembana. A festa finita e bar chiusi. Accusato di atti contro la pubblica decenza, allora ricevette duecento euro di multa, subito pagati. Non fece ricorso. Tutto finito? No.  Per quel reato Stefano Rho, 43 anni, professore di filosofia a Bergamo, è stato licenziato. Da poco ha avuto un posto di ruolo.

Nell'autocertificazione, chiesta del Ministero, aveva poi dichiarato "di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi scritti del Casellario giudiziario ai sensi della vigente normativa". Tre mesi dopo il dirigente scolastico gli comunica che è stato effettuato un controllo su di lui: è stato scoperto che c'è un "decreto penale passato in giudicato". Il professore spiega tutto. Il dirigente applica il "minimo della pena": la censura. Ma la Corte dei Conti non è così comprensiva: i giudici impongono alla scuola di licenziare il 43enne.  Il reato, peraltro, non prevede l'iscrizione nella fedina penale e non è un "motivo ostativo" per essere assunti nella pubblica amministrazione. 


 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mala Tempora

    05 Febbraio @ 08.50

    Il giudice dovrebbe allora spiegare perché a Roma Scattone, condannato con sentenza irrevocabile per l'omicidio di Marta Russo, ha potuto insegnare in una scuola superiore....! Povera Italia

    Rispondi

    • Filippo

      05 Febbraio @ 13.36

      Semplicemente perché ha scontato la sua pena ed è tornato ad avere tutti i suoi diritti. Non dimentichiamo che è stato condannato per delitto colposo, non doloso e che comunque lui ha sempre professato la sua innocenza.

      Rispondi

  • corra

    05 Febbraio @ 08.33

    volevo chiedere a questi giudici che sentenza applicano contro tutti quegli extracomunitari che urinano in pieno centro città contro i muri e le porte dei palazzi e quando vengono scoperti e ripresi dai proprietari si rivoltano contro di loro con fare minaccioso e spesso e volentieri anche con aggressioni fisiche,desidererei tanto che un tutore della legge mi desse una risposta.

    Rispondi

  • corra

    05 Febbraio @ 08.15

    non val neanche la pena di commentare la spudoratezza di una certa magistratura che a mio parere è molto responsabile dei mali del nostro paese,a questa casta va impedita l,arroganza che usano contro cittadini inermi sfuttando la loro inpunità,devono pagare per i loro errori come qualsiasi altro cittadino, devono scendere da quel trono dorato su cui siedono,nome e cognome e anche loro sottoposti a giudizio ,basta è ora di finirla tutti i giorni sentiamo delle sentenze da far rabbrividire.Basta.

    Rispondi

  • Andreaparma

    04 Febbraio @ 20.23

    Come quella giudice che ha condannato il derubato in quanto aveva ucciso il ladro, nonostante il pubblico ministero ne aveva chiesto l'assoluzione.

    Rispondi

  • Filippo

    04 Febbraio @ 17.51

    Sono questi giudici a dover essere licenziati.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS