21°

parlamento

Omicidio stradale è legge: ecco che cosa cambia

Omicidio stradale è legge: ecco che cosa cambia
Ricevi gratis le news
12

Arriva la legge sull'omicidio stradale. Il testo, ormai arrivato alla quinta lettura, è stato approvato dall'Aula di Palazzo Madama ed è quindi legge. L'Aula ha detto "sì" al voto di fiducia chiesto dal governo sul ddl per l'omicidio stradale. I voti a favore sono stati 149, 3 i contrari e 15 gli astenuti.

Renzi: è stata dura, ma finalmente è legge - "Per Lorenzo, per Gabriele, per le vittime della strada. Per le loro famiglie. L'omicidio stradale è legge #finalmente". Così il premier Matteo Renzi su twitter dopo il via libera alla legge. "E' stata dura - dice il premier - ma questa legge è realtà".

Ecco che cosa cambia - Con le nuove misure dunque l'omicidio stradale diventa un reato a se', graduato su tre varianti. In particolare, resta la pena gia' prevista oggi (da 2 a 7 anni) nell'ipotesi base, quando cioe' la morte sia stata causata violando il codice della strada. Ma la sanzione penale sale sensibilmente negli altri casi. Con le nuove regole chi uccide una persona guidando in stato di ebbrezza grave, con un tasso alcolemico oltre 1,5 grammi per litro, o sotto effetto di droghe, rischiera' da 8 a 12 anni di carcere. Sara' invece punito con la reclusione da 5 a 10 anni l'omicida il cui tasso alcolemico superi 0,8 g/l oppure abbia causato l'incidente per condotte di particolare pericolosita' (eccesso di velocita', guida contromano, infrazioni ai semafori, sorpassi e inversioni a rischio). La pena puo' pero' aumentare della meta' se a morire e' piu' di una persona: in quel caso il colpevole rischia fino a 18 anni di carcere . Ecco le altre novita' del testo approvato.

LESIONI STRADALI. Aumentano le pene se chi guida e' ubriaco o drogato: da 3 a 5 anni per lesioni gravi e da 4 a 7 per quelle gravissime. Se invece il colpevole ha un tasso alcolemico fino a 0,8 g/l o se l'incidente e' causato da manovre pericolose la reclusione sara' da un anno e 6 mesi a 3 anni per lesioni gravi e da 2 a 4 anni per le gravissime.

CONDUCENTI MEZZI PESANTI. L'ipotesi piu' grave di omicidio stradale (e di lesioni) si applica ai camionisti e agli autisti di autobus anche in presenza di un tasso alcolemico sopra gli 0,8 g/l.

FUGA DEL CONDUCENTE. Se il conducente fugge dopo l'incidente scatta l'aumento di pena da un terzo a due terzi, e la pena non potra' comunque essere inferiore a 5 anni per l'omicidio e a 3 anni per le lesioni. Altre aggravanti sono previste se vi e' la morte o lesioni di piu' persone oppure se si e' alla guida senza patente o senza assicurazione. La pena e' invece diminuita fino alla meta' quando l'incidente e' avvenuto anche per colpa della vittima.

REVOCA DELLA PATENTE. In caso di condanna o patteggiamento (anche con la condizionale) per omicidio o lesioni stradali viene automaticamente revocata la patente. Una nuova patente sara' conseguibile solo dopo 15 anni (omicidio) o 5 anni (lesioni). Tale termine e' pero' aumentato nelle ipotesi piu' gravi: se ad esempio il conducente e' fuggito dopo l'omicidio stradale, dovranno trascorrere almeno 30 anni dalla revoca.

RADDOPPIO DELLA PRESCRIZIONE. Per il nuovo reato di omicidio stradale sono previsti il raddoppio dei termini di prescrizione e l'arresto obbligatorio in flagranza nel caso piu' grave (bevuta 'pesante' e droga). Negli altri casi l'arresto e' facoltativo. Il pm, inoltre, potra' chiedere per una sola volta di prorogare le indagini preliminari.

PERIZIE COATTIVE. Il giudice puo' ordinare anche d'ufficio il prelievo coattivo di campioni biologici per determinare il dna. Nei casi urgenti e se un ritardo puo' pregiudicare le indagini, il prelievo coattivo puo' essere disposto anche dal pm

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sandrino

    04 Marzo @ 12.34

    si è sempre invocato il reato di omicidio stradale per il classico pirata della strada, cioè coloro che fuggivano dopo l'incidente. Come il solito in italia si complica tutto

    Rispondi

  • Bastet

    03 Marzo @ 14.24

    ...che rimanga sempre e comunque in evidenza la differenza tra un incidente provocato a causa dell'alcool e uno provocato per.....ah,già!perché è un incidente!!!!!!! perché son due cose diverse,eh? LA TRAGEDIA è UNA COSA...bere e guidare è altro. Ma visto che siamo in Italia,mi sorge un dubbio (anzi!più di uno) .....andrà in galera anche il 30enne che di rientro da una giornata di lavoro,in trasferta,sbanda e prende contro ad altra autovettura,uccidendone l'autista e/o passeggeri?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Marzo @ 17.54

      Se la condanna non supera i tre anni , con la sospensione condizionale , potrebbe non andare in galera , sempre che non abbia altre condanne negli ultimi cinque anni , nel qual caso dovrebbe scontare il "cumulo" . Però potrebbe non poter più guidare per quindici anni , con la revoca della patente , per riavere la quale , dopo i quindici anni , dovrebbe ridare gli esami.

      Rispondi

      • Bastet

        04 Marzo @ 17.26

        ah,ecco,grazie Vercinge. Mi era scappato questo punto. Purtroppo ,allora,il mio sentore era giusto. Paga anche chi senza colpe...perché parliamoci chiaro ,l'incidente può accadere a tutti,eh? anche a persone come me....che non bevono alcolici. nel mentre l'extracomunitario senza patente(di solito sono loro che guidano senza tal documento) dovranno pagare solo una multa. che non pagheranno mai,in quanto nullatenenti e nullafacenti! invece il povero cretino (perché a questo punto...) che rientra da una trasferta... Grazie ancora per la delucidazione :)

        Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Marzo @ 10.44

    E' STATA APPROVATA DAL PARLAMENTO , PRATICAMENTE ALL' UNANIMITA' , LA TANTO INVOCATA LEGGE SULL' "OMICIDIO STRADALE . ENTRERA' IN VIGORE DOPO LA FIRMA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA . BENE , E , ADESSO , STAREMO A VEDERE . E' prevista la possibilità, e , in alcuni casi , l' obbligo , di arresto in flagranza , e sono previste pene detentive molto severe. Reclusione da cinque a otto anni per chi provoca colposamente la morte di una persona con un tasso alcoolemico superiore a 0,8 g/l , che aumentano fino a otto - dodici anni se , oltre all' alcool , c' è anche l' assunzione di "droghe" , compreso lo "spinello" che , al "sondaggio" della "Gazzetta" , avete detto che va liberalizzato , perché fa bene. Guardate che , a superare lo 0,8 g/l di alcoolemia ci vuol poco . Bastano tre bicchieri di vino buono ed un "grappino" alla fine del pasto , E ricordate che la sospensione condizionale della pena può essere concessa solo per condanne non superiori a tre anni . Se vi scontrate on qualcuno e gli procurate , per esempio , la frattura di un femore , che comporta una prognosi di guarigione superiore ai 40 giorni , quindi è una lesione grave , vi viene revocata la patente , e , per cinque anni , non potete più guidare , Per averla di nuovo dovrete ridare gli esami. Personalmente , a me va bene , perché io non bevo , non ho mai fatto uso di droghe e non comincerò adesso , in cinquantadue anni di guida non ho mai avuto incidenti con danni alle persone , MA SONO CURIOSO DI VEDERE COSA SUCCEDE . Purtroppo di avere un incidente stradale può capitare a tutti . Aspetto di vedere cosa succederà , e cosa diranno giornali e televisioni , quando un buon padre di famiglia , bravo marito , professionista affermato , bravo lavoratore , persona "per bene" , a causa di un malaugurato incidente , si troverà in galera con ladri ,rapinatori , stupratori e assassini ! Voglio vedere cosa succederà quando un bravo ragazzo di diciannove o vent' anni , stellone di mamma e papà , studente , destinato a carriere di prestigio , uscendo da una discoteca dopo aver bevuto un paio di whisky e fumato un paio di "canne" , avrà un incidente e finirà in galera per anni . Voglio proprio vedere la pioggia di appelli al "buon senso" ! Va bene che , ormai , in Italia , in carcere non va più nessuno , e starà ai "domiciliari" , servito come un principino da mammina.....

    Rispondi

    • salamandra

      03 Marzo @ 12.48

      Come dicevo nell'altra discussione le pene rimangono uguali a prima negli indicenti. Si aggravano solo se dovuti a infrazioni gravi o stato di ebbrezza o droga. Quindi il "capita a tutti l'incidente" rimane come prima visto che anhe precedentemente era prevista luna pena detentiva, mi ubriaco , mi metto alla guida e ammazzo uno allora (forse) vado in galera. Aspettiamo pure la prova dei fatti ma non mi sembra una legge così mal fatta.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        03 Marzo @ 18.29

        MAH , vede , il problema che io pongo non è tanto se la Legge sia "ben fatta" o "mal fatta" . Mi domando cosa succederà quando ne vedremo le conseguenze . Cosa succederà quando una persona "per bene" , di ritorno da una cena con amici in cui ha bevuto tre bicchieri di barbera e un limoncino , superando gli 0,8 g/l di alcoolemia , se avesse un incidente mortale , dovrebbe scontare dai cinque ai dieci anni di carcere , senza la possibilità di sospensione condizionale , e dovesse abbandonare casa , lavoro e famiglia per finire in mezzo a ladri , rapinatori , stupratori e assassini. Non vorrei che giornalisti e televisioni che oggi esultano , ci riempissero di articoli e trasmissioni con mogli e figli sul lastrico che piangono davanti alle telecamere....................

        Rispondi

        • salamandra

          03 Marzo @ 22.29

          Non invidio certamente nessuno a cui capiterà questo e spero non capiti a me. Ma nel caso di indicente mortale c'è anche qualcuno a cui capita qualcosa di ben peggiore...

          Rispondi

  • BRUNO C.

    03 Marzo @ 09.39

    ERA ORA !!!

    Rispondi

  • RENZ

    03 Marzo @ 09.24

    R E N Z

    "Omicidio stradale è Legge" così titolano giornali e TG (tutti, non solo Gazzetta) Spero che la Legge sia CONTRO l'Omicidio stradale, perché. come si disse a dicembre: "canone Rai in bolletta E' Legge", sembra che la legge renda obbligatorio l'omicidio stradale... Non è un errore della Gazzetta, ma il linguaggio di un'informazione frettolosa e superficiale, come del resto la Politica e il Paese.

    Rispondi

    • 03 Marzo @ 09.26

      In questo caso in realtà "è legge" perché si parla di un reato che, così formulato, prima non era presente nei Codici. Redazione Gazzettadiparma.it

      Rispondi

      • RENZ

        03 Marzo @ 10.41

        R E N Z

        Giusto... Nel merito, sono sempre dell'idea che bisogna applicare bene le Leggi che ci sono già. Inoltre senza PREVENZIONE serve a poco, questa Legge interviene quando la vittima è già morta, e se uno non la capisce con la Legge di adesso, che non ci si mette al volante senza patente e drogati... non la capisce neanche dopo... (gli imbariagoni non girano con i Codici sotto il braccio) e al primo decreto SVUOTA CARCERI... è fuori !

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi

10commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

1commento

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

4commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

1commento

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

Parma Marathon

Raccolta fondi per la famiglia del runner morto

Un'iniziativa per i familiari di Luigi Liuzzi

AIDEPI

Paolo Barilla: "Industria bistrattata per debolezza politica"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

MODENA

Otto anni all'aggressore del primario Tondi

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

Tg Parma

Affare Parma - Desports: la Cina apre gli investimenti esteri Video

PARMA

Tra i premiati Sport Civiltà nomi noti e giovani promesse Video

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»