11°

17°

Bruxelles

Kamikaze, anche l'Olanda avvertì del pericolo. Fbi coinvolta nelle indagini

Ecco i punti deboli delle indagini in Belgio

Kamikaze, anche l'Olanda avvertì del pericolo. Fbi coinvolta nelle indagini
Ricevi gratis le news
0

Il Belgio, nel mirino per le falle nel funzionamento dell’intelligence e dell’azione degli investigatori, ha accettato un maggior coinvolgimento degli Stati Uniti nella conduzione delle indagini sugli attentati di Bruxelles. Lo riporta il Wall Street Journal che, citando fonti dell’amministrazione Usa, parla dell’invio nella capitale belga di un ulteriore task force di agenti dell’Fbi.
Proprio l’Fbi - racconta ancora il Wsj - avrebbe avviato delle proprie indagini sul posto non appena si è avuta notizia della presenza di americani tra le vittime dell’attacco all’aeroporto di Zaventem. Ma ora gli investigatori belgi ed americani avrebbero cominciato a scambiarsi più informazioni rispetto ai giorni scorsi. In particolare, i primi avrebbero fornito agli agenti federali copia delle memorie recuperate nei computer e nei telefonini finora sequestrati.
«Ora gli investigatori del Belgio sono più aperti all’assistenza - afferma un funzionario statunitense - hanno cominciato a capire che hanno bisogno di aiuto». 

KAMIKAZE: LA POLIZIA OLANDESE INFORMO' QUELLA BELGA PRIMA DEGLI ATTENTATI. L’FBI ha trasmesso alla polizia olandese informazioni sui precedenti criminali ed estremisti di due kamikaze, Ibrahim e Khalid El Bakraoui, il 16 marzo, sei giorni prima degli attentati di Bruxelles. Il 17 marzo è stato anche stabilito un contatto diretto tra la polizia olandese e quella belga, ha detto il ministro olandese della giustizia, Ard van der Steur davanti al Parlamento dell’Aja. 
Nei giorni scorsi era emerso che anche la polizia greca aveva contattato i colleghi del Belgio prima degli attentati. 

DALLA METROPOLITANA A CHEFFOU, ARRESTATO E RILASCIATO: ERRORI E DUBBI SULLE INDAGINI DEI BELGI. 
(ANSA) - Polizia e intelligence belga sempre più nella bufera dopo l’ennesima clamorosa gaffe della liberazione di Faycal Cheffou, per giorni considerato il terzo terrorista, "l'uomo col cappello", e rilasciato per mancanza di prove. Ma questo è solo l’ultimo insuccesso di una lunga serie. Prima, dopo, e perfino durante le stragi di martedì scorso sono state tante le falle, gli errori, le incertezze, i ritardi registrati nell’azione di lotta al terrorismo delle autorità belghe, additati ormai al livello internazionale come simbolo di inefficienza e inettitudine. Accuse già scoppiate all’indomani delle stragi di Parigi del 13 novembre, pianificate a Molenbeek. E che nei giorni prima del 22 marzo si erano placate, solo per qualche ora, grazie all’arresto di Abdelslam Salah. Ma che ora, alla luce degli ultimi sviluppi, stanno riprendendo vigorose.
Di seguito una breve galleria delle mancanze più clamorose.

* "L'UOMO CON IL CAPPELLO", TUTTO DA RIFARE - Appena due giorni dopo le stragi, viene fermato un giornalista free-lance, Faical Cheffou. Dopo i primi interrogatori, il giorno dopo, venerdì, il suo fermo viene trasformato in arresto, grazie alla testimonianza chiave del tassista che ha portato i due kamikaze e lui a Zaventem. L’accusa è gravissima: aver partecipato ad attività terroristica in relazione agli attentati. Rimane dentro sabato e domenica. Oggi la svolta: libero per mancanza di prove. La polizia riparte da zero e rilancia la caccia all’uomo con un video sul web;

* CRITICHE DA TURCHIA E GRECIA - Ankara nei giorni scorsi ha fatto sapere di aver in passato informato Bruxelles dell’espulsione di Ibrahim El Bakraoui, il 'foreign fighter' fermato dai turchi vicino al confine con la Siria lo scorso giugno ed espulso verso il Belgio, via Schipol-Amsterdam, a luglio. E’ uno dei kamikaze di Zaventem: al momento del suo rientro in Olanda non era stato preso in custodia nè dagli olandesi né dai belgi. «Incompetenti», ha tuonato il presidente Recep Tayyip Erdogan. Oggi ancora imbarazzo, ma con la Grecia. Atene aveva comunicato al governo belga, già a gennaio 2015, di aver trovato mappe dell’aeroporto di Zaventem nell’appartamento dove Abdelhamid Abaaoud, la "mente" di Parigi, aveva vissuto in quel periodo. Anche quella segnalazione è caduta nel vuoto;

* METRO, PERCHE' NON S'E' CHIUSA? - Dopo un batti e ribatti durato giorni, resta l’ennesimo giallo tra il ministro dell’Interno, Jan Jambon, che dice di aver dato l’ordine di evacuazione alle 8.50 (comunque 52 minuti dopo le bombe a Zaventem) e il portavoce della Metro, che nega tutto. Per questa vicenda e altre gravi disfunzioni, sia lui, sia il suo collega alla Giustizia, Koen Geens, hanno offerto le proprie dimissioni, respinte dal premier Charles Michel. Al lavoro una Commissione d’inchiesta parlamentare;

* SALAH, PERCHE' COSI' POCHI INTERROGATORI? - Per mesi è stato la "primula rossa" del terrorismo islamico, l’uomo più ricercato al mondo. E una volta catturato vivo, ben prima del 22 marzo, viene interrogato pochissimo. Le Monde ha rivelato che dopo 125 giorni di caccia all’uomo, Salah è stato ascoltato solo due volte, per un’ora ciascuna, perché stanco e ferito. Appena 120 minuti, che secondo molti non sono stati abbastanza nemmeno per tentare di sventare le stragi di Bruxelles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va