19°

29°

Bergamo

Yara: no a nuove perizie sul Dna, lettere hard a Bossetti

Yara, Bossetti sbotta in aula:

A sinistra Massimo Bossetti, a destra la vittima dell'omicidio, Yara Gambirasio

Ricevi gratis le news
2

I giudici della Corte d’Assise di Bergamo hanno respinto le richieste di perizia sul Dna e sull'allineamento delle telecamere di sorveglianza chieste dalla difesa di Massimo Bossetti. Il processo pertanto prosegue. Sull'omicidio di Yara Gambirasio hanno lavorato i carabinieri del Ris di Parma. 
L'accusa si era opposta alla perizia in quanto la questione è "sufficientemente istruita" nel dibattimento mentre le parti civili non si sono formalmente opposte ma ritengono la perizia non necessaria. 

SARANNO ACQUISITE LETTERE "HARD" A BOSSETTI. I giudici hanno deciso inoltre che debba essere acquisita l’intera corrispondenza fra il muratore di Mapello e una detenuta del carcere di Bergamo che si chiama Gina. Il pubblico ministero aveva chiesto l’acquisizione solo di alcune delle missive ma i difensori hanno chiesto entrino nel processo tutte quante perché queste vanno «contestualizzate». Alcune delle lettere contengono passaggi giudicati dall’accusa scabrosi e con riferimenti alle ricerche a sfondo pornografico contenute nei computer sequestrati all’imputato. Secondo la difesa, invece, il contenuto delle lettere non ha alcuna attinenza con quelle ricerche. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    22 Aprile @ 18.02

    IO NON HO NESSUNISSIMA SIMPATIA PER BOSSETTI , E SPERO SIA FATTA GIUSTIZIA NELL' ORRIBILE CRIMINE CONTRO YARA . Ciò premesso , ho la brutta sensazione che la condanna di Bossetti sia già stata pronunciata , e , questo , non va bene. In un processo equo si devono prendere in considerazione tutte le possibilità . Non si può partire con la convinzione preconcetta che l' imputato sia colpevole .Bisogna considerare tutte le fonti : quelle a favore e quelle contro, per arrivare ad una verità che può anche rivelarsi diversa da quella da cui si era partiti. Contro Bossetti c' è solo la prova di quel DNA , che è molto pesante , ma , da sola , non è conclusiva. Se vacillasse quella , non ci sarebbe altro. Gli inquirenti , che ben lo sanno , hanno cercato altre prove , per mare e per terra , ma non ne hanno trovate. Ci sono molti passaggi poco chiari nella ricostruzione che è stata fatta del delitto . La condanna di Bossetti sembra già stata scritta , e non dovrebbe accadere. Non vorrei che ci dovessimo trovare , fra venti o trent' anni , a dover scarcerare un innocente.

    Rispondi

    • Biffo

      22 Aprile @ 19.33

      Bossetti, probabilmente, aveva già incontrato, anche solo occasionalmente, la povera Yara, come da alcune testimonianze, magari facendone qualche complimento, che, a 13 anni, fa piacere e di cui non si calcolano le conseguenze fatali. Quella sera tragica, a portare il radioregistratore al Palazzetto dello Sport, avrebbe dovuto andare la sorella maggiore. Come mai ci è andata lei? E come mai Bossetti gironzolava da quelle parti, proprio in quei momenti, con il furgoncino bianco? Io penso che l'aspettasse, che lei sia salita sul furgone, e che la faccenda sia poi degenerata; il timore di una denuncia, da parte della famiglia Gambirasio, ha portato Bossetti alla soppressione di Yara, per farla tacere per sempre. Come mai persino la moglie, nei colloqui in carcere, lo sollecitava a dire tutta la verità?

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti