22°

32°

il caso m5s

Di Maio: "Sms di Pizzarotti? Non è l'asilo Mariuccia"

"Abbiamo solo applicato le regole"

Di Maio: "Sms di Pizzarotti? Non siamo all'asilo Mariuccia"
Ricevi gratis le news
16

NAPOLI, 14 MAG - «Io penso che il M5S abbia semplicemente applicato una regola. Abbia fatto rispettare le regole. Avevamo un avviso di garanzia nascosto per tre mesi e questo è un dato inconfutabile. E per questa ragione noi abbiamo applicato una regola in quanto questo è il Movimento Cinque stelle e non il Partito Democratico». Lo ha detto Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, a Volla (Napoli), rispondendo alle domande dei giornalisti sull'ipotesi di un’azione legale da parte di Federico Pizzarotti nei riguardi del M5S.

«Siamo rappresentanti delle istituzioni, non dell’asilo Mariuccia», ha aggiunto Di Maio rispondendo alle domande sullo scambio di messaggi inviati dal sindaco di Parma, Pizzarotti, a lui e Roberto Fico, di cui ha riferito lo stesso Pizzarotti (leggi). «Quindi - ha proseguito Di Maio - credo veramente che commentare messaggi pubblicati su Facebook sia veramente di cattivo gusto di fronte agli italiani. Tra l'altro in quei messaggi si testimonia che c'eravamo sentiti».
«Gli italiani - ha concluso Di Maio - mi pagano lo stipendio per occuparmi dei problemi del Paese e non per parlare del Movimento Cinque Stelle ed è per questo che oggi sono qui - ha concluso riferendosi alla sua presenza a Volla - a parlare di amianto e voglio occuparmi di problemi ben più seri». 

Fico: "Da Nogarin percorso trasparente, da Pizzarotti no"

«Ci sono atteggiamenti diversi da parte di Nogarin e Pizzarotti». Lo ha detto il presidente della commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico, componente del Direttorio del Movimento Cinque Stelle, che fa una distinzione fra i comportamenti tenuti dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, sospeso per un avviso di garanzia per abuso d’ufficio in relazione a una nomina al teatro Regio e il primo cittadino di Livorno, Filippo Nogarin, coinvolto in un’indagine per bancarotta fraudolenta per la società di rifiuti Aamps.

«Nogarin ha detto di aver ricevuto un avviso di garanzia, attraverso un percorso chiaro e trasparente - ha spiegato - mentre invece il sindaco di Parma non l’ha fatto perchè c'era un avviso di garanzia che probabilmente giaceva nel cassetto da circa tre mesi, da febbraio, e nessuno sapeva niente».
«Questo è inaccettabile - ha aggiunto Fico - E’ arrivato un avviso di garanzia a febbraio e nessuno del Movimento Cinque Stelle era stato informato e questo non è trasparenza. In ogni caso lui farà le sue controdeduzioni e poi si vedrà».
«I messaggi non fanno riferimento al teatro, ma a problemi relativi al Consiglio comunale di Parma - ha evidenziato Fico in riferimento ai messaggi resi pubblici da Pizzarotti - Sono questioni a cui ho risposto anche telefonicamente e per le quali ho parlato non mi è stata mai nominata la questione del teatro di Parma».
«La mail dello staff non è anonima, perchè è quella di Beppe Grillo che non è una persona anonima - ha concluso Fico - Ma soprattutto quella è la mail attraverso le quali si certificano le liste civiche con cui avuto la certificazione anche Pizzarotti». (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fortunato

    14 Maggio @ 18.04

    giusta la punizione, Pizzarotti doveva parlare prima alla città e al proprio movimento e cosi si è tirata la zappa sui piedi.

    Rispondi

  • Ivo

    14 Maggio @ 17.07

    @ Michele piantala con il solito disco rotto . Per quel che è , Pizzarotti ha fatto pochissimi danni a Parma . Partito con 850 milioni di debito , che lui Nn ha commesso. Nessun tribunale di taglia 40 % del debito , il debito è quasi dimezzato , ( arrabbiati con chi L ha fatto ) , le strade tangenziale ecc , sono state messe apposto, giardini e " tetti di amianto su tutte le scuole " L ha fatto solo lui !

    Rispondi

  • Fede

    14 Maggio @ 17.04

    A CASA!!!!! W SALVINI

    Rispondi

  • Ivo

    14 Maggio @ 17.01

    Anche a me piace Pizzarotti , ma molto di più le " regole " che qualcuno li chiama da bambini . Cit. Lenzi Caro Orfini, sono orgogliosa di appartenere ad un Movimento che si scuote per un avviso di garanzia anzichè far parte di un partito in cui arresti, condanne e alleanze con pregiudicati sono vissuti con normalità. .., a questo siete ormai assuefatti, anche qualcuno di voi lo vede normale . Se Pizzarotti ha infranto delle regole , paga! A prescindere se è di poco conto o meno , ma le regole sono regole, altrimenti fai parte di partiti comuni

    Rispondi

  • Michele

    14 Maggio @ 16.33

    mandra_sala@libero.it

    @Sandro non abita a Parma. A Parma il debito è in aumento. Tagliato dal tribunale per il 40% (stessa cifra di cui si appropria il sindaci indagato) è ora in AUMENTO per la totale mancanza di manutenzione a strade giardini bus della TEP. Questa finta lascia Una città allo sbando, sprofondata nel degrado, inamo alo spaccio di droga e con 1000 nodi al pettine da sanare. Una scuola fatta marcire per partito preso (quella Europea) ed una che non verrà mai terminata (la Racagni).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti