Manchester

La "bomba" all'Old Trafford? Un pacco dimenticato in esercitazione...

Si rivela "una gaffe" l'allarme bomba all'Old Trafford
Ricevi gratis le news
0

L’allarme rosso della paura scende sull'Old Trafford, il leggendario stadio dei "diavoli rossi" del Manchester United. Ma dura solo poche ore l’incubo del terrorismo, o di una trappola tesa da un qualche misterioso criminale intenzionato a giocare la carta del panico, dietro l'allerta - rivelatasi alla fine una clamorosa gaffe - che oggi ha costretto a svuotare decine di migliaia di persone dalle tribune di uno dei templi del calcio britannico e mondiale, ad annullare la partita che vi si stava per disputare nell’ambito dell’ultima giornata di campionato della Premier League e a dare il via a un pomeriggio col fiato sospeso: concluso con un boato diverso da quello dell’esultanza del tifo, lo scoppio controllato di un oggetto sospetto, simile a un tubo collegato con un telefonino. Che però era stato dimenticato durante un’esercitazione di sicurezza.
L’indagine - dopo ore di controlli a tappeto condotti nello stadio dalla polizia, con l’intervento di cani addestrati a fiutare eventuali esplosivi e poi di unità di artificieri dell’esercito di Sua Maestà bardati da capo a piedi - si è sciolta quindi in un sospiro di sollievo. L’oggetto, hanno stabilito gli investigatori dopo averne esaminato i reperti, non era nient'altro che un ordigno fittizio: il residuo di una esercitazione di sicurezza condotta nell’impianto di recente, con la simulazione di possibili minacce, e poi dimenticato - con incredibile leggerezza - dall’azienda privata che lo aveva fornito per l’occasione. Una 'dimenticanzà tale da scatenare un putiferio, ma che non induce la Greater Manchester Police a concludere d’essere stata affrettata nell’evacuazione: perchè secondo le parole del vicecomandante John O'Hare, la precauzione è stata dettata dalla «priorità di garantire la sicurezza di ciascuno dentro l’impianto e nell’area circostante». Tanto più che - ha insistito un altro funzionario - l’oggetto, per quanto innocuo, era «incredibilmente simile a un ordigno» funzionante.
Tutto si è consumato all’improvviso, pochi minuti prima del fischio d’inizio di United-Bournemouth, match atteso a Manchester per le speranze europee di una stagione in tono minore. Gli spalti sono affollati, per quanto non gremitissimi. Ma prima che le squadre scendano in campo, ecco levarsi dagli altoparlanti l’invito perentorio a sfollare due settori della tribuna 'sir Alex Ferguson'. Si tratta di «un’operazione di sicurezza in codice rosso», conferma immediatamente via Twitter la società. L’evacuazione si mette in moto tutto sommato con calma, senza isterie, raccontano i testimoni. Gli addetti del club di casa collaborano con gli agenti. Qualche protesta si alza dal settore occupato dai sostenitori del Bournemouth, che intonano cori e sfottò fuori luogo verso i rivali. Ma anche loro vengono ricondotti alla ragione, mentre nel giro di pochi minuti la partita viene dichiarata dapprima sospesa, quindi annullata. Lo svuotamento dello stadio da parziale diventa totale: via tutti pure dalle tribune intitolate a Bobby Charlton. Fra i fan più riottosi dei Red Devils c'è chi bercia all’indirizzo delle telecamere slogan contro Jihadi John. Ma in sostanza il deflusso viene sbrigato con ordine.
Resta però l’inquietudine, nelle stesse ore in cui un’altra emergenza è rimbalzata da Oslo, dove un volo di Ryanair diretto proprio a Manchester è stato evacuato dopo che due passeggeri, poi fermate dalla polizia norvegese, erano stati sentiti parlare (probabilmente nell’ambito di uno scherzo di dubbio gusto) di una bomba a bordo. Un’inquietudine ingigantita dall’eco di quell'esplosione, controllata dagli artificieri eppure sinistra all’interno d’un campo sportivo. A maggior ragione dopo il precedente di qualche mese fa dello Stade de France, nel giorno più nero di Parigi; e all’indomani del monito dell’Europol sugli Europei di calcio in programma fra poche settimane proprio in Francia, indicati come bersaglio ideale del terrorismo. Un contesto che aveva suggerito ad alcuni analisti l’idea che qualcuno - un mitomane, o magari un simpatizzante dei jihadisti - potesse aver deliberatamente puntato ad alimentare il panico anche all’Old Trafford, sullo sfondo del permanente livello d’allerta «grave» in vigore nel Regno Unito come in altri Paesi per le minacce dell’Isis e dell’incessante ticchettio degli avvertimenti (o della psicosi) via web. Fino alla scoperta di una verità stavolta tanto banale, quanto imbarazzante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

MODENA

Ius soli, scontri alla manifestazione: arrestato 28enne antagonista di Parma

Il giovane è stato condannato a 6 mesi (pena sospesa). Due manifestanti al pronto soccorso, 6 agenti lievemente feriti

3commenti

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

PARMA

Cremazione di cani e gatti: inaugurato il servizio a Pilastrello

È nato il Ponte dell’Arcobaleno

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande