-0°

16°

Veneto

Errore durante circoncisione: bimbo quasi evirato

Errore durante circoncisione: bimbo quasi evirato

Foto d'archivio

Ricevi gratis le news
1

Una piccola malformazione che con un intervento in day hospital, attraverso la circoncisione, avrebbe messo tutto a posto: invece il paziente, un bambino marocchino, ha subito per errore una parziale evirazione. A due anni di distanza dall’accaduto e dopo altri cinque interventi chirurgici, in gran parte in anestesia generale, la famiglia del piccolo, che all’epoca aveva 6 anni, chiede all’ospedale di Belluno, dove è avvenuto il primo intervento, un risarcimento danni di 500mila euro in via cautelare, perché con il tempo il paziente potrebbe avere problemi nella propria vita sessuale.
A raccontare la vicenda è l’avvocato Matteo Mion del foro di Padova che, specializzato in danni da cosiddetta "malasanità", assiste la famiglia del bambino, di fede musulmana e residente nel padovano. La religione, tiene a precisare, nella vicenda non c'entra assolutamente nulla. A raccontare l’odissea del bimbo, secondo il legale, sono le cartelle cliniche e i referti. All’atto del primo intervento all’Unità di urologia a Belluno per una «fimosi prepuziale», ci sarebbe stato un errore che ha portato, secondo il riscontro documentale dell’ultimo intervento fatto a Padova, «all’amputazione accidentale del glande e dell’uretra glandolare durante la circoncisione». A questo atto si aggiunge la perizia di parte che, sulla scorta dei documenti sanitari e degli accertamenti medici, parla apertamente di «inequivocabile presenza di errore medico» che potrebbe aver compromesso «la futura funzione erettile», non valutabile al momento vista l’età del bambino.
L’avvocato Mion racconta come fin dalle prime fasi dell’operazione iniziale a Belluno qualcosa sia andato storto, tanto che da subito si è tentato di correre ai ripari. Dopo i primi risultati, solo apparentemente positivi, la situazione non è migliorata facendo iniziare al piccolo un calvario medico culminato con l’intervento da parte di uno specialista in chirurgia plastica fatto giungere dall’ospedale di Treviso. Un percorso lungo e martoriato da visite, controlli, speranze e altri interventi fino all’ultimo, l’ennesimo, a Padova dove i sanitari hanno messo a referto la frase che toglie ogni dubbio: «Amputazione accidentale».
Per questo il legale ha stimato un danno «in via prudenziale non inferiore a 500 mila euro», denaro che spera di ottenere in via extragiudiziale con un accordo tra la famiglia e l’ospedale. In caso contrario Mion si dice pronto a fare causa al nosocomio bellunese che «allo stato - accusa - non ha mai dato risposta alle missive della famiglia». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    26 Maggio @ 11.31

    OLTRE IL CONCETTO DI INCOMPETENZA!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Addio a Bocuse, star degli chef e  padre della Nouvelle Cuisine

FOOD

Addio a Bocuse, star degli chef e padre della Nouvelle Cuisine Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

incidente in curva

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

6commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

tennis

Australian open, gli ottavi: Seppi eliminato. Stasera gioca Fognini

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti