-2°

WORLD MILK DAY

Renzi: "Firmato il decreto per origine del latte in etichetta"

Latte: allevatori in piazza a Milano con mucca Onestina
Ricevi gratis le news
0

Il decreto per l’origine del latte in etichetta «è già stato firmato, non è una promessa» ed «è stato già inviato ieri a Bruxelles ieri. Prima i fatti e poi le parole». Lo ha detto il premier, Matteo Renzi, che all’incontro della Coldiretti a Milano ha parlato di «una storia che richiama giustizia, sapere che cosa sto bevendo».

A quanto apprende l’ANSA, il decreto in particolare prevede tre diciture chiare in etichetta: il 'paese di mungiturà, il 'paese di confezionamentò; il 'paese di trasformazione". In ognuno dei casi andrà indicato il nome del Paese, ma se le 3 fasi avvengono nello stesso Paese si potrà indicare il relativo Paese. In ogni caso sarà obbligatorio indicare espressamente il paese di mungitura del latte.
Renzi ha annunciato il decreto interministeriale all’incontro con la Coldiretti insieme al ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, che lo ha firmato insieme al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. 

«Con oggi ufficializziamo che l'Italia porta in etichetta l’origine del latte e dei suoi derivati": lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, arrivando all’incontro organizzato a Milano dalla Coldiretti in occasione del World Milk Day.
Secondo Martina, «è una tappa storica per il mondo dei produttori e degli allevatori».

«E' una tappa storica per il mondo dei produttori e degli allevatori - ha detto Martina rispondendo ai giornalisti fra gli stand della Coldiretti -. E’ un passaggio necessario per garantire sempre di più e sempre meglio i nostri allevatori in questo momento molto difficile per la crisi del latte che sta vivendo tutta l’Europa».
Al ministro è stato infine chiesto come si muoverà il Governo sul fronte del falso Made in Italy alimentare, altro tema su cui l'associazione di categoria si sta confrontando. «Dovremo chiedere fuori dal contesto europeo degli accordi, bisogna alzare l’asticella ed è quello che stiamo facendo», ha risposto. 

E gli allevatori scendono in piazza

Sono a centinaia gli allevatori a Milano scesi in piazza per la giornata nazionale del latte italiano. Molti gli slogan a sostegno della loro protesta e a favore dell’etichettatura obbligatoria: «Avete preso i nostri marchi, non vi daremo le nostre mucche"; «Più trasparenza con l'etichettatura di origine obbligatoria"; «Stop a speculazioni: giusto prezzo per produttori e consumatori».
Per la mobilitazione nazionale in occasione del World Milk Day della Fao è stata scelta Milano perchè in Lombardia si produce il 40% del latte italiano. Di fronte alla Fiera Milano Congressi - MICO - è presente anche la pronipote della mucca "Onestina», simbolo della battaglia per il made in Italy degli allevatori che chiedono un prezzo giusto ed onesto.
Ad attendere l’arrivo del premier Matteo Renzi, del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del Governatore della Lombardia Roberto Maroni, è presente anche il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo.

Il decreto per l’origine del latte in etichetta «è già stato firmato, non è una promessa» ed «è stato già inviato ieri a Bruxelles ieri. Prima i fatti e poi le parole». Lo ha detto il premier, Matteo Renzi, che all’incontro della Coldiretti a Milano ha parlato di «una storia che richiama giustizia, sapere che cosa sto bevendo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande