21°

31°

CATANIA

Muore dopo un aborto terapeutico. I legali: "Il medico era obiettore"

Dopo l'esposto della famiglia la procura apre un fascicolo

Muore dopo un'aborto terapeutico. I legali: "Il medico era obiettore"

Sala operatoria (foto d'archivio)

7

La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta sulla morte di una 32enne impiegata di banca deceduta il 16 ottobre scorso, dopo 17 giorni di ricovero nell'ospedale Cannizzaro per delle complicazioni alla 19/ma settimana di gravidanza avviata con la procreazione assistita in un’altra struttura. La donna, incinta di due gemelli, nati morti, era sposata con un trentenne, ed era alla prima gravidanza.  Il fascicolo è stato attivato, come atto dovuto, dopo la denuncia dei familiari della donna che nella loro ricostruzione dei fatti parlano di un medico che si sarebbe rifiutato di estrarre i due feti, quando sono entrati in crisi respiratoria, perché obiettore di coscienza.

Il procuratore Carmelo Zuccaro ha disposto il trasferimento della salma in obitorio, bloccando i funerali che erano stati organizzati nel paese del Catanese di cui la donna era originaria, e il sequestro della cartella clinica. La magistratura disporrà l’autopsia dopo avere identificato il personale in servizio che sarà indagato, come atto dovuto, per omicidio colposo per potere eseguire l’esame medico legale. Dalla Procura si conferma il contenuto della denuncia, ma si sottolinea che «questa è la prospettazione dei fatti esposta dalla famiglia, che dovrà essere verificata». Ma per questo occorrono un’analisi attenta della cartella clinica e l’esito dell’autopsia.

A riferire il contenuto dell’esposto presentato alla Procura è il legale della famiglia, l’avvocato Salvatore Catania Milluzzo. «La signora al quinto mese di gravidanza - sostiene il penalista - era stata ricoverata il 29 settembre per una dilatazione dell’utero anticipata. Per 15 giorni va tutto bene. Dal 15 ottobre mattina la situazione precipita. Ha la febbre alta che è curata con antipiretico. Ha dei collassi e dolori lancinanti. Lei ha la temperatura corporea a 34 gradi e la pressione arteriosa bassa. Dai controlli - aggiunge - emerge che uno dei feti respira male e che bisognerebbe intervenire, ma il medico di turno, mi dicono i familiari presenti, si sarebbe rifiutato perché obiettore di coscienza: "Fino a che è vivo io non intervengo", avrebbe detto loro. Quando il cuore cessa di battere viene estratto il feto e mostrato morto ai familiari. Due di loro possono avvicinare la donna che urla dal dolore e grida continuamente "aiuto!". Viene eseguita una seconda ecografia - continua nella ricostruzione il penalista - e anche il secondo feto mostra delle difficoltà respiratorie. E anche il quel caso il medico avrebbe ribadito che lo avrebbe fatto espellere soltanto dopo che il cuore avesse cessato di battere perché lui era un obiettore di coscienza».

Il secondo feto, secondo la denuncia, non è mostrato ai familiari. E un medico li avvisa che «le condizioni della donna sono gravissime perché la sepsi si è estesa, con una setticemia diffusa». La donna sedata è portata in rianimazione, «e i familiari - osserva l’avvocato Catania Milluzzo - riferiscono di averla vista con dei cerotti sulle palpebre che le chiudevano gli occhi». Poi domenica 16 ottobre la notizia del decesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    20 Ottobre @ 12.09

    COME AL SOLITO , A FAR PIU' CHIASSO SON QUELLI CHE , DI MEDICINA , NON SANNO NIENTE ! La cosa più sensata è quella che ha detto la Procura di Catania : "questa è la prospettazione dei fatti esposta dalla famiglia , che dovrà essere verificata" . COMUNQUE SEMBRA CHIARO CHE , SE LE COSE SONO ANDATE COSI' MALE , DEV' ESSERCI STATA QUALCOSA CHE NON E' ANDATA PER IL VERSO GIUSTO . Potrei avanzare un' ipotesi , ma non vorrei addentrarmi in ipotesi che saranno la Magistratura , coi suoi Periti , e la Direzione dell' Ospedale , a dover chiarire . L' "obiezione di coscienza" del Medico verso l' interruzione volontaria di gravidanza sembra non entrarci , perché l' obiezione si riferisce all' interruzione VOLONTARIA , ma non è questo il caso. La donna non voleva interrompere la gravidanza , tant' è che era ricorsa alla procreazione assistita. Se , poi , si erano create le condizioni che avrebbero richiesto un intervento cesareo d' urgenza , per gravi necessità cliniche , l' "obiezione" non c' entra niente.

    Rispondi

  • Berta

    20 Ottobre @ 09.43

    Italia, sempre più terzo mondo...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      20 Ottobre @ 11.48

      E per fortuna che , secondo l' Organizzazione Mondiale della Sanità , in Italia abbiamo uno dei migliori Servizi Sanitari del mondo !

      Rispondi

  • la camola

    20 Ottobre @ 07.04

    si accertino le responsabilità ed allontanare gli obiettori dai pazienti, probabilmente possono essere per loro un pericolo.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      20 Ottobre @ 11.46

      L' obiezione di coscienza verso l' interruzione volontaria di gravidanza è un diritto che la Legge riconosce ai Medici .

      Rispondi

  • Bastet

    19 Ottobre @ 22.57

    Medico e obbiettore non dovrebbero coesistere nella stessa frase!Il medico deve fare il medico e tentare il massimo per salvare le vite che ha di fronte!Le sue credenze le lascia a casa, tanto come dovrebbe fare un professore...VERGOGNA! ! !

    Rispondi

    • Vercingetorige

      20 Ottobre @ 11.44

      Dice bene : "il medico deve fare il medico e tentare il massimo per salvare le vite che ha di fronte" . Il che automaticamente esclude interruzioni volontarie di gravidanza ed eutanasia.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Registrato un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso

sanità

Un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso in due vie Video

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

1commento

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse