Libia

Scoppia una guerra per colpa di una scimmia: 21 morti

I feriti sono più di 60. Tutto è cominciato con una scimietta che ha strappato il velo a una ragazzina

Scoppia una guerra per colpa di una scimmia:

I miliziani hanno usato anche i carriarmati.

Ricevi gratis le news
3

E’ stato il gesto dispettoso di una scimmia, che ha tolto il velo ad una ragazza, la scintilla che ha innescato una spirale di violenza inaudita tra tribù rivali del sud della Libia. Almeno 21 morti e oltre 60 feriti, tra cui donne e bambini, il bilancio di quattro giorni di combattimenti esplosi la scorsa settimana a Sabha.

Il tutto è iniziato - riportano i media locali - dopo l'aggressione di una scimmietta, che apparteneva ad un commerciante della tribù Gaddadfa (quella dell’ex rais Muammar Gheddafi), contro una scolaresca di ragazze che passava davanti al suo negozio. L’animale ha strappato il velo ad una giovane, l'ha graffiata e morsa al viso. Un gesto inconsulto che ha rotto i già fragili equilibri tra le due comunità. Immediata la reazione dei familiari della giovane della tribù Awlad Suleiman che hanno imbracciato le armi e ucciso tre membri dell’opposta comunità insieme al piccolo animale.

Ma nei giorni seguenti all'incidente la situazione è degenerata. Le due tribù sono passate alle maniere forti e si sono affrontate - scrive la Bbc online - con carri armati, razzi, colpi di mortaio e altre armi pesanti, causando una vera e propria strage. «La situazione è molto brutta - ha affermato il deputato Ibrahim Mesbah el Hadi al portale Alwasat - mancano gli equipaggiamenti necessari all'ospedale e le scuole sono chiuse». Secondo la stessa fonte il Consiglio presidenziale avrebbe inviato un aereo per curare i feriti ed è in procinto di mandare una forza per mantenere la sicurezza e aiutare i capi tribù a riconciliarsi.

Da diversi anni i rapporti tra le due comunità sono contraddistinti da forti tensioni. Contrasti che investono anche altri gruppi come quello esploso violentemente lo scorso anno tra i tuareg ed i tebu nel sud-est. Dalla caduta di Gheddafi nel 2011 Sabha è diventato uno dei centri "specializzati" nel commercio illegale per il traffico di armi e di migranti. In altre parole quasi una terra di nessuno, dove mancano efficienti controlli di sicurezza da parte delle autorità centrali.

Si tratta di una guerra civile che spassa spesso inosservata di fronte ai conflitti che invece esasperano il nord del Paese dove sono attivi i gruppi legati all'Isis o che si riconoscono in al Qaida, che si affrontano oramai quotidianamente con le forze di Tripoli e quelle del generale Khalifa Haftar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    22 Novembre @ 01.34

    E il politicamente corretto occidente ha scelto di esportare la democrazia e di eliminare Gheddafi...

    Rispondi

  • nerosso

    21 Novembre @ 20.53

    L'ignoranza che uccide!!!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Novembre @ 18.49

    E adesso arriveranno qui per scappare dalla guerra !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

Arresto cardiaco durante l’ora di ginnastica: 15enne salvato al Maggiore

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: tante frazioni isolate nel parmense

1commento

ferrovia

Enza esondato: chiuse le linee Parma-Brescia e Parma-Suzzara

1commento

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

4commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

17commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole