spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". Ma si cerca l'imam scomparso
Ricevi gratis le news
0

Il piano iniziale della cellula jihadista che ha colpito giovedì sulla Rambla prevedeva un attacco con tre furgoni carichi di esplosivo Tatp e bombole di gas per distruggere la Sagrada Familia, il celeberrimo tempio di Antoni Gaudì simbolo di Barcellona, scrive El Confidencial citando fonti delle indagini. 

Il ministro catalano degli Interni Joaquim Forn ha negato che la cellula terrorista di Barcellona sia stata smantellata, come annunciato invece in precedenza dal titolare degli Interni nel governo spagnolo Juan Ignacio Zoido. Forn ha detto ai giornalisti che la polizia catalana non ritiene che la cellula sia «totalmente smantellata», come affermato da Zoido.
«Non possiamo dare per conclusa l’inchiesta fino a quando non avremo individuato e detenuto tutti i componenti della cellula», ha aggiunto. Secondo Forn, la polizia catalana ricercherebbe ancora «due o tre persone importanti per le indagini».
La stampa spagnola scrive che sarebbe ancora in fuga in particolare il marocchino Abouyaakoub, 22 anni, sospettato di essere il conducente del furgone killer della Rambla. Secondo Forn invece, la polizia catalana non avrebbe ancora identificato il responsabile materiale della strage di Barcellona.
Le informazioni fornite dalla polizia regionale sono state a volte contraddittorie. Le apparenti divergenze pubbliche fra il ministro spagnolo e quello catalano appaiono come le prime crepe fra Madrid e Barcellona dopo le dichiarazioni di unità pronunciate dopo gli attentati.



Sarebbero arrivati a giugno scorso nel covo di Alcanar, a sud di Barcellona, i terroristi della cellula che ha colpito la Spagna. 
L’edificio, di proprietà di una banca, sorge in un piccolo centro abitato con una ventina di case, perlopiù occupate da turisti francesi. Nelle ultime settimane è stato notato «un via vai di persone» nella villa. I terroristi presenti mercoledì, quando è avvenuta l’esplosione, erano almeno tre: due sono rimasti uccisi, un terzo è gravemente ferito. Altre sette persone, tra i residenti, sono rimaste ferite.
Alcuni vicini affermano di non aver protestato per l'occupazione della villa, perchè «di proprietà di una banca ed era vuota da tempo».

La polizia spagnola sta effettuando dei test del Dna per verificare se il secondo cadavere nel covo di Alcanar sia quello di Abdelbaki El Satty, l’imam di Ripoll che si sospetta abbia radicalizzato e guidato i giovani della cellula terroristica che ha colpito la Spagna. Lo riferiscono i media spagnoli.
La polizia ha effettuato una perquisizione a casa dell’uomo, che ha officiato la preghiera nella moschea della città per oltre due anni, fino a due mesi fa.
L’imam, di circa 40 anni, è scomparso: secondo alcune fonti avrebbe detto ai conoscenti che si apprestava a recarsi in Marocco, dove ha moglie e figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat