15°

Sarzana

Architetto morto, è suicidio . La moglie: "Era depresso"

architetto
Ricevi gratis le news
0

Non è stato un omicidio: a spararsi in bocca un colpo di 38 special sarebbe stato lo stesso Giuseppe Stefano Di Negro, l’architetto spezzino di 50 anni trovato con il cranio fracassato sulle sponde di un torrente nel quartiere Braida di Sarzana (La Spezia) sabato sera. Quindi sarebbe suicidio: il condizionale però è ancora d’obbligo perchè quel poco che esce dalle stanze della questura sul ritrovamento della pistola, una colt appunto calibro 38 originariamente in possesso del padre di Di Negro, è contraddittorio e di difficile comprensione. La pistola sarebbe infatti stata "trattenuta" dai due ragazzi che hanno ritrovato agonizzante Di Negro, arma che è stata poi riconsegnata alla polizia dopo un lungo interrogatorio. Il "giallo" dunque permane, anche se parzialmente sciolto dai primi esiti dell’autopsia e dalle ultime notizie che trapelano dagli inquirenti.
La verità ha cominciato ad affiorare con l’esame dell’anatomopatologo. L’autopsia è iniziata proprio dalla testa martoriata dell’architetto che, a prima vista presentava una ferita con avvallamento sull'occipite. Subito si è pensato a un colpo con una mazza o un sasso. Ma il medico legale ha trovato il foro d’entrata di un proiettile nella bocca di Di Negro. Il proiettile era però vecchio e probabilmente maltenuto tanto che non ha avuto la potenza per uscire dalla teca cranica. Ha provocato la ferita ma non è uscito del tutto. E il medico legale l’ha trovato. Il che ha comportato la necessità di praticare lo stub (il guanto di paraffina, ndr) sulle mani di Di Negro per accertare se sia stato lui a premere il grilletto.
Sciolto, anche se parzialmente, il primo nodo se n'è subito presentato un altro. La pistola era originariamente nella disponibilità del padre di Di Negro. Secondo quanto appreso, l'architetto si era recato a casa dei genitori poco prima delle 10 sabato sera, ufficialmente per cercare delle carte. Con tutta probabilità invece ha preso la pistola, è tornato verso la macchina e si è sparato in bocca. Ma la pistola non è stata trovata. Dato che è impossibile che Di Negro se ne sia disfatto dopo che si è sparato, la pistola doveva essere ancora lì. Ma non c'era. In serata si è appreso che i due ragazzi che avevano trovato agonizzante Di Negro si erano presi l’arma: poi, pressati dalla polizia, hanno consegnato la pistola. Anche per loro, che potrebbero essere accusati di aver alterato la scena del crimine, ci sarà la prova del guanto di paraffina. Ma a mettere la parola fine a questo "giallo" dovrebbe essere la presenza, non confermata dalla polizia, del biglietto di addio lasciato dall’architetto. «Era disperato, sabato ha detto che voleva staccare la spina. E io non sono riuscita a salvarlo dall’abisso» dice intanto Prisca Gianfranchi, moglie dell’architetto. Da subito la moglie del libero professionista avrebbe fatto presente agli inquirenti le difficoltà personali del marito. Una depressione di cui soffriva da tempo e per cui aveva rinunciato forse a curarsi. «Tutti gli anni in questa stagione andava in depressione. Era disperato, ma lo nascondeva» ha raccontato la signora Gianfranchi tra le lacrime. La notizia è riportata stamani dai quotidiani Il Secolo XIX, La Nazione e La Repubblica. Eppure sabato Di Negro ha voluto portare la figlia, insieme a un’amica, ad un parco divertimenti per bambini. In serata si è recato dai suoi genitori, dicendo di cercare una stampa antica. Forse cercava la pistola del padre, una colt calibro 38, sparita dalla scena di quello che a questo punto sembra essere a tutti gli effetti un suicidio. L’avrebbero recuperata due giovani, che avevano lanciato l’allarme, e che dopo un interrogatorio l’hanno riconsegnata agli inquirenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan

FOTOGRAFIA

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

FIDENZA

Non ha il biglietto del treno: aggredisce il controllore

LA MORTE DEL BOSS

Addio a Riina. E c'è chi gli rende omaggio

Adolescenti

Il bullo? Si combatte con l'ironia

A Lesignano

Nuovi lavori al centro dato alle fiamme

SISSA TRECASALI

Muore sulla pista da ballo

Cinema

Archibugi: «Ma i ragazzi non sono tutti sdraiati»

FORNOVO

Stazione in mano agli sbandati

ladri in azione

Furto alla mensa del Campus: niente pasti per studenti e dipendenti Video

protesta

Martedì anche a Parma sciopero dei taxisti (dalle 8 alle 22)

anteprima gazzetta

Il dopo terremoto a Fornovo: "Il peggio sarebbe passato"

dopo terremoto

Due torrini del Battistero danneggiati: area transennata Video

PARMA

Valigia abbandonata vicino al tribunale: arrivano i carabinieri

In seguito ai controlli sono stati trovati solo alcuni documenti

vigili del fuoco

Fiamme in un capannone industriale a Monticelli Foto

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

6commenti

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La sublime prova d'amore della mamma di Mattia

di Vittorio Testa

1commento

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

bologna

Giallo: donna morta accoltellata in casa nella zona di Igor. S'indaga a 360°

BRUXELLES

Ema ad Amsterdam, Milano beffata al sorteggio. Eba a Parigi (dopo sorteggio). Ema: cos'è (Video)

SPORT

CALCIO

Tavecchio si è dimesso con rabbia e con un "giallo": "Con un gol sarei stato un eroe". Lippi: "Scelse lui Ventura"

2commenti

Atlanta

Georgia Dome raso al suolo, in fumo 214 milioni di dollari Video

SOCIETA'

cecina

Giocatore lancia bottiglia d'acqua per stizza e colpisce una bimba. Tafferugli tra tifoserie

reali d'Inghilterra

Elisabetta e Filippo: 70 anni di matrimonio Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

MOTO

Energica Eva EsseEsse9, la special elettrica