-5°

Italia-Mondo

Camorra: pronto l'esercito

0

Da domani 400 superpoliziotti per combattere la criminalità organizzata nel Casertano. Non si esclude l'arrivo dei militari. L'ipotesi di uno sgarro ai Casalesi. Denunciati venti immigrati per i disordini. Roma (AGA) - Dentro la guerra scoppiata nel ghetto di Gomorra con 400 super-poliziotti sostenuti con ogni probabilità anche dall’Esercito. È così che lo Stato proverà da domani a mostrare la propria forza cercando di fronteggiare l’emergenza nel Casertano dopo la strage di Castelvolturno, in uno dei feudi inviolabili dominati dalla criminalità organizzata. La struttura interforze, nel corso di un vertice al Viminale tenuto dal vice capo della Polizia Nicola Cavaliere con i reparti investigativi di Scom, Ros e Gico, ha messo a punto un piano dettagliato che prevede non solo un’azione coordinata per accelerare le indagini su una lunga sequenza di omicidi ma in maniera più operativa dare il via ad una serie di interventi per stanare i latitanti, colpire i boss e accelerare contro gli immigrati clandestini le procedure di espulsione. 

 Nel prossimo Consiglio dei Ministri, in programma martedì, si valuterà anche l’invio di militari anche fuori dalle città, nelle aree più a rischio, secondo quanto prevede il provvedimento Maroni sulla sicurezza.  In arrivo dunque blitz, retate e maxi-operazioni alla luce anche dei primi risultati investigativi che per gli inquirenti non lasciano più dubbi. La strage di immigrati africani non ha nessuna matrice razzista ma è una «risposta terroristica» del clan dei Casalesi, in difficoltà - anche per alcune divisioni tra i «caporali» - nel controllare sul litorale domizio la criminalità d’importazione (spaccio di droga e prostituzione) di matrice africana. Ed è su questa certezza che si basa la risposta che le forze dell’ordine stanno preparando per individuare gli autori degli omicidi, catturare i caporali locali e riportare l’ordine dopo la rivolta di immigrati africani (venti i denunciati) che hanno messo a ferro e fuoco Castelvolturno distruggendo vetrine, rovesciando cassonetti e bloccando la strada statale Domiziana per diverse ore.  «Verificheremo i precedenti, le frequentazioni e le amicizie delle persone uccise, c'è da capire il motivo per cui hanno agito in maniera chirurgica i sei killer professionisti» ha detto il questore di Caserta, Carmelo Casabona. Non è comunque escluso che qualcuno delle vittime non c'entri direttamente con attività illecite. Allo stesso tempo promette mano dura con gli autori delle violenze dopo la strage. «Non è possibile che si possa ricondurre tutto ad una contrapposizione gratuita e razziale».

L’ambasciatore del Ghana nell’incontro con il prefetto ha chiesto di fatto maggiore protezione per la sua comunità, finita nel bersaglio dei clan, terrorizzata da nuovi agguati e dalla facilità (il travestimento da carabinieri) con cui i Casalesi hanno potuto scatenare l’inferno. L’appello del cardinale Crescenzio Sepe a deporre le armi non è stato ascoltato.  I sicari della camorra - che non sopportano gesti di autonomia nel controllo del territorio - sarebbero tornati in azione. Un uomo è stato ferito gravemente a Cesa, nel Casertano, raggiunto da un proiettile alla testa. È il segno che la guerra è solo all’inizio. Le indagini sulla mattanza di giovedì sera si indirizzano verso la mancata tangente per esercitare lo spaccio di droga che gli extracomunitari non hanno pagato ai Casalesi. Determinante risulterà la testimonianza dell’immigrato ghanese rimasto gravemente ferito e ora ricoverato al Cardarelli di Napoli. I sicari firmatari della strage hanno sparato con la stessa violenza usata nel primo omicidio a Baia Verde contro il titolare della sala giochi, Antonio Celiento, massacrato da una ventina di copi. Per la strage degli immigrati e l’agguato avvenuto prima della mattanza) è stato usato un solo kalashnikov, a conferma che un solo commando abbia agito in quella notte di ordinaria violenza. (Aga)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

6commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

9commenti

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

2commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Bonassola

Il parroco difende l'amore gay, il vescovo frena

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto