13°

31°

Italia-Mondo

Università, linea dura di Berlusconi sulle occupazioni

Università, linea dura di Berlusconi sulle occupazioni
0

«Siamo pronti a mandare la polizia negli Atenei. L’ordine deve essere garantito, lo Stato deve fare lo Stato». Dopo il segnale inquietante dei tafferugli a Milano, ieri è sceso in campo Silvio Berlusconi, che ha usato la stessa formula utilizzata contro i blocchi delle discariche in Campania per annunciare la linea dura contro le occupazioni studentesche, che dilagano in tutta la penisola, e coinvolgono anche professori e ricercatori.
È muro contro muro tra i manifestanti e il governo. Ed è scontro durissimo con l’opposizione sulla riforma Gelmini, che secondo i sondaggi incontra pochi consensi. La piazza turba il premier, che non intende permettere altri blocchi. «L'occupazione di luoghi pubblici non è la dimostrazione dell’applicazione della libertà», ha tuonato il presidente del consiglio in una conferenza stampa a Palazzo Chigi, in cui parlando al fianco del ministro dell’Istruzione, ha puntato il dito contro i centri sociali e la sinistra. «Non è un fatto di democrazia, è una violenza nei confronti degli altri studenti che vogliono studiare». Di qui la decisione di convocare nel pomeriggio a Palazzo Grazioli il ministro dell’Interno Roberto Maroni per dargli istruzioni dettagliate sull'impiego delle forze dell’ordine. E per oggi al Viminale è previsto un vertice tecnico per valutare le misure da adottare per «garantire i diritti di tutti». La sfida di Berlusconi agli studenti, che contro la riforma Gelmini e i tagli ai fondi delle università da giorni portano avanti le proteste di piazza, non poteva essere più chiara.

Il Cavaliere non farà marcia indietro. Non ritirerà il contestato decreto che porta la firma della titolare di Viale Trastevere ed è «sacrosanto». Non ascolterà l’appello di studenti, genitori e insegnanti. E tanto meno quello di Walter Veltroni, leader del Pd, che secondo lui soffia sul fuoco per riempire il Circo Massimo sabato prossimo. «La sinistra - ha spiegato Berlusconi - dice solo menzogne, fa un allarmismo inutile e soffia sulla protesta» attraverso i media, «che ormai hanno divorziato dalla realtà». La tv pubblica «alimenta l’ansia» e i giornali «hanno trascurato di raccontare la realtà».
Il premier ha snocciolato poi punto per punto il decreto, contestando tutte le obiezioni dell’opposizione. Non ci saranno 86 mila insegnanti in meno; non verrà chiuso il tempo pieno, anzi «ci saranno 6000 classi in più». Non saranno chiuse molte scuole, «sarà solo razionalizzato il personale». Ed infine non è vero che con questo decreto si cerchi di favorire la scuola privata. «Stiamo cercando di far funzionare meglio la scuola pubblica - ha spiegato Berlusconi - che oggi è inefficiente e costosissima».
Nessun cedimento dunque, da parte di un premier che è stato «uno studente modello». Governo e maggioranza andranno avanti, anche sulle classi ponte, a colpi di fiducia al Senato, dove il via libera definitivo al provvedimento è previsto per il 29 ottobre. Ieri il dibattito in Aula è proseguito in un clima di crescente tensione, innescata dalle minacce di Berlusconi di fare intervenire la polizia nelle scuole e negli atenei, ed è stata respinta la richiesta di Anna Finocchiaro, capogruppo del Pd, di rinviare i lavori a lunedì prossimo per consentire alla Commissione Pubblica istruzione di concludere l’esame del testo.

(Aga)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

3commenti

Parma

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

Criminalità

Salso, anziana rapinata: le rubano catenina e orologio d'oro

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

3commenti

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

MILANO

Al via l'assemblea di Parmalat, Chersicla rinuncia a presiedere

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover