-1°

Italia-Mondo

Anna Maria Franzoni è in carcere con Antonella Conserva

Anna Maria Franzoni è in carcere con Antonella Conserva
6

Anna Maria Franzoni ha trascorso ieri il suo primo giorno in cella nel carcere bolognese della Dozza, sorvegliata a vista dagli agenti (come del resto accade di solito ai nuovi detenuti). Nella sezione femminile dello stesso carcere è rinchiusa Antonella Conserva, la compagna di Mario Alessi fra gli imputati del processo per l'uccisione del piccolo Tommy.

Il primo giorno di carcere della Franzoni si è svolto fra pratiche burocratiche, le visite mediche di ingresso e un lungo colloquio con lo psicologo. Chi l'ha incontrata in carcere dice che lo sguardo della donna non ha lasciato trasparire alcuna emozione.

Intanto la procura generale di Torino ha chiesto l'applicazione dell'indulto per Anna Maria Franzoni. Se la richiesta sarà ratificata dalla Corte d'Appello torinese, la condanna sarà ridotta da 16 a 13 anni di reclusione. Dopo l’applicazione dell’indulto, la Franzoni, condannata ieri dalla Cassazione per aver ucciso il figlioletto Samuele nella loro casa di Cogne, potrebbe dover  scontare in carcere dai cinque ai sei anni prima di ottenere  qualche beneficio.

La concessione di permessi premio, ammissione al lavoro  esterno, detenzione domiciliare o semilibertà è disciplinata,  su richiesta, dal tribunale di sorveglianza competente per  territorio, in questo caso quello di Bologna. L'indulto non era stato concesso dalla Corte d’Assise  d’appello perchè, come si legge nelle motivazioni della  sentenza, «l'imputata (come lei ben sa, al pari della sua  precedente difesa), è indagata per concorso in calunnia  aggravata» nel procedimento chiamato Cogne-Bis. La tesi dei  giudici era che «ove mai l’imputata fosse condannata anche in  esito al corrispondente processo, l’indulto dovrebbe esserle  applicato in seguito, sulla pena cumulata». La procura generale, però, ha imboccato l’iter verso  l'applicazione immediata in quanto la sentenza di condanna per  l'omicidio è ormai diventata irrevocabile.

La sentenza ha anche un riflesso parmigiano: il colonnello Luciano Garofano ha affermato che il verdetto "rende merito al lavoro rigoroso e scrupoloso del Ris di Parma". E ha aggiunto di sperare che "i media abbandonino l'atteggiamento gratuitamente critico degli ultimi tempi ed abbiano più rispetto per i fedeli difensori dello Stato il cui unico obiettivo è quello di contribuire alla giustizia e alla verità".

Ma sulla vicenda l'opinione pubblica rimane divisa fra colpevolisti e innocentisti. Ovviamente i processi non si fanno in tv (tante le critiche di questi mesi a Porta a porta o Matrix), nè sui giornali o sui siti. Però sicuramente quella di Cogne è una vicenda che colpisce e pone tantio interrogativi. Ecco perché, anche su questo articolo, apriamo il Dite la vostra.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • renzo

    24 Maggio @ 01.00

    Sentendo molti radionotiziari ho capito che c'e un senso di pietismo nei riguardi della s.ra Franzoni.C'e chi dice delle posibilità di scarcerazione entro 5anni,altri della possibilita di una riduzione grazie all'indulto.Insoma a quel povero bimbo non è giusto dare giustizia e è dovuto solo pieta per la mamma omicida?

    Rispondi

  • lorena

    23 Maggio @ 14.57

    quello che mi preoccupa è come mai tutti pensano alla mamma e cosi poco a quel povero bambino,è colpevole questo si sapeva da subito,la si vuole graziare ?

    Rispondi

  • KATYA

    22 Maggio @ 18.30

    QUINDI PER LA LEGGE HA UCCISO SUO FIGLIO! E L'HANNO LASCIATA LIBERA PER TUTTI QUESTI ANNI CON ALTRI 2 FIGLI!! QUESTO E' GARANTISMO PER L'ACCUSATA, MA LE POTENZIALI VITTIME?

    Rispondi

  • Francesco

    22 Maggio @ 17.11

    mario Alessi giustamente e un mostro laFranzoni molti la chiamano poverina ma gli italiani pensano che il delitto di Cogne sia una telenovela?

    Rispondi

  • ROBERTA

    22 Maggio @ 14.57

    QUELLO CHE PIU PIU SCONVOLGE E LA LUNGHEZZA DI QUESTI PROCESSI . QUANTO SI E PARLATO DI COGNE , DI ERBA., DI CHIARA, DI ALESSI E DELLA CONSERVA MOLTO MENO DI RAIMONDI E TANTO SE NE PARLERA ANCORA PERCHE COSI TANTI AVVOCATI CAMPANO SU QUESTI PROCESSI CHE PUR RILEVANDOSI CHIARI FIN DALL'INIZIO BISOGNA SEMPRE DIMOSTRARE L'INNOCENZA DEL COLPEVOLE A TUTTI I COSTI. LA NOSTRA BUROCRAZIA DELLA GIUSTIZIA E UNO SCHIFO

    Rispondi

    • maria antonietta

      22 Maggio @ 16.22

      16 anni sono pochi se ha ucciso suo figlio in quel modo crudele che si è appreso dai giornali. Almeno 30 anni ,se è colpevole, da passarli tutti in carcere, è ora di finirla che dopo 6./7 anni escono per buona condotta. nell'articolo del giornale si legge" e i miei bambini " io direi che ci poteva pensare prima, cosa pretendeva di starsene tranquilla a casa sua ?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria