23°

langhirano

Ritorna il Circolo di lettura: per voglia di sapere e per amicizia

Chi volesse unirsi al gruppo può farlo iniziando a sfogliare le pagine di «Correre», di Jean Echenoz. La sede nella libreria Liberamente: iniziativa gratuita per chi ama leggere

Ritorna il Circolo di lettura: per voglia di sapere e per amicizia
0

In un momento in cui la gente corre nel quotidiano, smartphone alla mano, soddisfatta di «vedere» gli amici soltanto on line, c’è chi continua a credere nella bellezza dei rapporti umani, coltivando la necessità di fare cultura e viverci a contatto.
Torna così a Langhirano, nei locali della libreria Liberamente, il Circolo di Lettura. L’anno scorso erano stati una quindicina gli amanti del libro che si erano dati appuntamento fisso, ogni mese, per confrontarsi sulle pagine lette e scambiarsi opinioni.
Jacopo Di Noto, titolare della libreria, continua a credere, insieme alle Donne di Torrechiara che avevano lanciato l’idea nel 2014, nell’importanza di sostenere attività come questa. «Siamo pronti a ripartire – anticipa entusiasta -. C’è una diffusa necessità di recupero dei rapporti umani e di approfondimento culturale, nonché di stimolo intellettuale. L’anno scorso si era formato un bel gruppo, quest’anno ci aspettiamo ancora più partecipazione».
La lunga e avvincente strada della lettura nel 2014 è passata attraverso le storie di uomini perduti tra onore e senso di colpa in «Amok» di Stefan Zweig, gli intrecci di vita piena e vissuta tra Budapest, Roma e New York di «La donna giusta» di Sandor Marai, i salotti di Somerset Maugham e del suo «Lo scheletro nell’armadio», le guerre di emancipazione e civili di «La donna abitata» di Gioconda Belli, la realtà agreste francese che nasconde i misteri de «Il calore del sangue» di Irène Némirovsky, le vicende di Momo, ragazzo arabo nella banlieu di Belleville, nella Parigi di Gary Romain con «La vita davanti a sé» e le ossessioni e i feticci di Yoko Ogawa e il suo «L’anulare». A collegare le storie una scelta non casuale: quella delle edizioni Adelphi. «I titoli sono decisi a turno, così ogni membro del Circolo può avanzare la propria proposta – spiega Jacopo Di Noto -. Molti hanno scelto opere di Adelphi, perché resta uno degli editori più amati e fidati, sinonimo di spessore, garanzia di cultura».
Il 24 febbraio gli amanti della lettura si riuniranno in libreria, a partire dalle 21, e lo faranno iniziando a parlare insieme di «Correre», romanzo di Jean Echenoz.
«Se qualcuno fosse interessato ricordo che non si paga il biglietto per il Circolo di Lettura, è gratis e gestito da persone che amano leggere, si respira aria nuova, si fanno conoscenze di autori che normalmente non vanno in classifica, e si decide in modo democratico quale autore affrontare per la volta successiva – spiega Jacopo, che gestisce la libreria di via Mazzini da tre anni -. Si richiede «solo» una serata al mese e una sana voglia di...leggere. Tra gli scaffali di Liberamente si respira il profumo di pagine fitte di parole: «Abbiamo anche il reparto «usati» - spiega Di Noto -. Perché anche in tempi duri come i nostri è giusto che ci si possa permettere la lettura. Ritiriamo libri usati, purché in buono stato, per far sì che nessun libro smetta mai di avere una missione. Al Circolo di lettura c’è anche chi legge e-book, ma credo sia solo una moda: non si può rinunciare al calore delle pagine». Chi volesse unirsi al gruppo può farlo iniziando a sfogliare le pagine di «Correre», di Jean Echenoz, imparando a conoscere Emil Zátopek, il protagonista di una storia che nessuno ha mai dimenticato. «Emil Zàtopek vuole sempre capire fin dove si può spingere – spiega Jacopo -. Non gli importa lo stile, corre come uno sterratore, il volto deformato, senza preoccuparsi dell’eleganza. Nel giro di pochi anni e di due olimpiadi Emil diventa invincibile. Nessuno riesce a fermarlo: neppure il regime cecoslovacco, che invano lo spia, limita le sue trasferte, distorce le sue dichiarazioni».
Emil corre, corre sempre. Corre contro il suo declino, con piglio provocatore. Corre anche nelle miniere d’uranio dove lo sbattono forzatamente, corre dentro un destino che è lontano da noi quarant’anni, eppure così vicino. «Con questo libro, che è un invito a correre, appunto, ricominciamo l’anno - conclude Jacopo -, verso la cultura, verso la natura dell’uomo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

"Quarta Categoria"

Oggi un derby "Special": Reggiana-Parma

politica

Elezioni amministrative, si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25

5commenti

tragedia

39enne muore in moto a Pescara, un rene "donato" a Parma

giovedi'

«Parma 360»: uno speciale sul festival

carcere

La denuncia di Antigone: "A Parma 603 detenuti per 350 posti"

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

elezioni 2017

Salvini giovedì 30 a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

2commenti

tribunale

Zebre Rugby, concordato in bianco: scongiurato il fallimento

Cambio alla presidenza, nominata la Falavigna, Pagliarini resta socio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon