18°

fiaccadori

Parma di una volta nel libro di Alda Magnani

L'autrice: «Ho scritto dei miei ricordi e di personaggi noti». Isa Guastalla: «E' il ritratto di una città complessa»

Parma di una volta nel libro di Alda Magnani
0

 

Giulia Viviani
Come restituire lo spirito di una città in meno di cento pagine? Lo fa Alda Magnani, con i suoi «Racconti parmigiani» (Edizioni ETS), presentati ieri alla Libreria Fiaccadori dall’autrice stessa, introdotta da Isa Guastalla e con le letture di Stefania Moroni. Nocetana, laureata in lettere, per anni ha insegnato italiano e latino in molti licei cittadini, ultimo prima di andare in pensione, lo scientifico Ulivi, da tempo si dedica alla poesia, con diversi volumi pubblicati e concorsi vinti, e ultimamente anche alla prosa, genere a cui afferiscono questi nuovi racconti, come quelli contenuti nella precedente raccolta, «Racconti nocetani», uscita lo scorso anno. «Ne esce il ritratto di una città complessa - spiega Isa Guastalla - fatta di personaggi veri o verosimili, che intrattengono rapporti e conversazioni dal sapore assolutamente reale». È il clima affettuoso di recupero in cui l’autrice colloca questi suoi personaggi a renderli significativi per la storia di una città, raccontata con semplicità ed essenzialità dall’occhio di un io narrante che dà continuità. 
«Nel libro ci sono io con i miei ricordi - racconta Alda Magnani - quelli accumulati da quando i miei genitori decisero di mandarmi a studiare a Parma. Poi però ci sono anche personaggi noti a tutti come Padre Lino o Barbara Sanseverino, o la «Boia», pronipote del boia di epoca ducale alla quale la gente si rivolgeva per far «segnare» i mali». Poi ci sono i personaggi inventati che però sembrano usciti da una fotografia d’epoca, anziché dalla fantasia di una scrittrice, come le vecchine dell’Oltretorrente che ogni giorno si ritrovano sotto casa per farsi compagnia. Immagini di una Parma che forse non c'è più, ma di cui si conserva lo spirito in posti speciali, come sono senz’altro le pagine dei libri. Il volume «Racconti parmigiani» si può trovare alla Libreria Fiaccadori ed ha una caratteristica che lo rende ancor più prezioso: lo scopo benefico. 
«Il ricavato sarà interamente devoluto alla costruzione di case per i poveri villaggi dell’Uruguay, di cui ho conosciuto la realtà grazie a don Giuseppe Benfenati che ha iniziato un’opera importante negli anni '80, dando abitazioni degne a chi vive ancora sotto tetti di paglia».
Giulia Viviani

 

Come restituire lo spirito di una città in meno di cento pagine? Lo fa Alda Magnani, con i suoi «Racconti parmigiani» (Edizioni ETS), presentati ieri alla Libreria Fiaccadori dall’autrice stessa, introdotta da Isa Guastalla e con le letture di Stefania Moroni. Nocetana, laureata in lettere, per anni ha insegnato italiano e latino in molti licei cittadini, ultimo prima di andare in pensione, lo scientifico Ulivi, da tempo si dedica alla poesia, con diversi volumi pubblicati e concorsi vinti, e ultimamente anche alla prosa, genere a cui afferiscono questi nuovi racconti, come quelli contenuti nella precedente raccolta, «Racconti nocetani», uscita lo scorso anno. «Ne esce il ritratto di una città complessa - spiega Isa Guastalla - fatta di personaggi veri o verosimili, che intrattengono rapporti e conversazioni dal sapore assolutamente reale». È il clima affettuoso di recupero in cui l’autrice colloca questi suoi personaggi a renderli significativi per la storia di una città, raccontata con semplicità ed essenzialità dall’occhio di un io narrante che dà continuità. «Nel libro ci sono io con i miei ricordi - racconta Alda Magnani - quelli accumulati da quando i miei genitori decisero di mandarmi a studiare a Parma. Poi però ci sono anche personaggi noti a tutti come Padre Lino o Barbara Sanseverino, o la «Boia», pronipote del boia di epoca ducale alla quale la gente si rivolgeva per far «segnare» i mali». Poi ci sono i personaggi inventati che però sembrano usciti da una fotografia d’epoca, anziché dalla fantasia di una scrittrice, come le vecchine dell’Oltretorrente che ogni giorno si ritrovano sotto casa per farsi compagnia. Immagini di una Parma che forse non c'è più, ma di cui si conserva lo spirito in posti speciali, come sono senz’altro le pagine dei libri. Il volume «Racconti parmigiani» si può trovare alla Libreria Fiaccadori ed ha una caratteristica che lo rende ancor più prezioso: lo scopo benefico. «Il ricavato sarà interamente devoluto alla costruzione di case per i poveri villaggi dell’Uruguay, di cui ho conosciuto la realtà grazie a don Giuseppe Benfenati che ha iniziato un’opera importante negli anni '80, dando abitazioni degne a chi vive ancora sotto tetti di paglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze

feste e giovani

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze Gallery

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

3commenti

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Teramo-Parma

0-0 a teramo

Parma 1 punto avanti al Pordenone, obbligati a vincere il derby  Foto

Frattali: "Parata decisiva? Era ora". Scavone: "Il mio gol? Era regolare" (Video: le interviste) - Le altre partite (Pordenone e Padova hanno perso)

2commenti

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

Paura a bedonia

Ventenne cade con la moto: arrivano il soccorso alpino e l'elisoccorso

teramo-parma 0-0

D'Aversa: "Ci manca il gol? Non è un periodo felice. Comunque buona gara" Video

1commento

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

promozione

Festa Pallavicino: è promosso in Eccellenza Gallery

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

3commenti

musica e cultura

A Parma l'opera scende in piazza (per riqualificare l'Oltretorrente)

L'idea di una soprano islandese

3commenti

elezioni

Ecco la nuova squadra di Pizzarotti

7commenti

Via Volturno

Nuova spaccata in una panetteria

social

Le sigle "rock" del salsese Copelli diventano virali

Laminam

Incontro tra cittadini e Comitato «L'aria del Borgo»

gazzareporter

Borgo Guazzo, cronache dalla discarica.....

1commento

Traversetolo

Il sindaco sposta il comizio del 1°Maggio: il Pd insorge

4commenti

Ragazzola

Un comitato per «proteggere» il ponte sul Po

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

1commento

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

politica

Primarie Pd: in Emilia Romagna alle 17 hanno votato in 163.899. Le foto di Parma

3commenti

milano

Pirata della strada tradito da una telefonata a casa: "Sono in ospedale"

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula 1

Gp di Russia: vince la Mercedes (di Bottas.) Le due Ferrari sul podio

serie a

"Buu" razzisti a Cagliari: Muntari abbandona il campo Gallery

MOTORI

Economia

E' Fiesta l'auto piu' venduta d'Europa Video

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento