-4°

Arte-Cultura

L'amore oltre il tempo

New York, una donna curata con l'elettroshock crede di vivere nel 1918 e nel 1941: «Non può cambiare quello che accade, ma cambia atteggiamento verso la vita»

 Andrew Sean Greer

Andrew Sean Greer

0

di Anna Folli
Provate a immaginare una fantastica macchina del tempo che vi trasporta in epoche diverse insieme alle persone alle quali volete bene. E’ proprio questo che ha fatto Andrew Sean Greer, che con questo suo ultimo romanzo si è ancora una volta dimostrato un geniale ideatore di trame perfette. I suoi libri precedenti, «Le Confessioni di Max Tivoli» e «La storia di un matrimonio», best seller tradotti in tutto il mondo, lo hanno rivelato come uno degli scrittori più talentuosi della sua generazione. E ora Sean Greer è in Italia per presentare «Le vite impossibili di Greta Wells», una storia d’amore e di dolore che supera il tempo e lo spazio. Greta, una giovane donna che vive nel 1986 a New York, viene colpita quasi simultaneamente da due tragedie che le sconvolgono l’esistenza: muore di Aids il suo amatissimo fratello ed è abbandonata da Nathan, l’uomo di cui è innamorata e con cui vive da anni. In preda a una forte depressione viene curata con una serie di elettroshock che hanno un inaspettato effetto collaterale: la proiettano indietro nel tempo. Greta vive nel 1918 e nel 1941, in situazioni molto simili ma in contesti che la rendono una donna in qualche modo diversa. E per lei si aprono nuove possibilità. Forse suo fratello Felix non morirà. E forse Nathan non la lascerà per un’altra donna.

Nei suo romanzi il tempo ha un ruolo fondamentale: lo era in «Le confessioni di Max Tivoli», e lo è ora in «Vite impossibili di Greta Wells».
Credo che uno scrittore scriva in un certo senso sempre lo stesso romanzo, pur declinandolo in vari modi. Dieci anni fa mi hanno chiesto di che cosa parlavano i miei libri. Ho risposto molto semplicemente: parlano d’amore e del tempo che scorre. Credo sia ancora così. Ogni scrittore ha un suo demone, una sorta di tormento che rimane al centro delle sue storie.
Forse è proprio per la centralità del fattore «tempo» che per i suoi romanzi si è fatto spesso riferimento a Proust.
Sono stato molto influenzato da Proust, anche se ovviamente non posso nemmeno pensare di paragonarmi a lui. Lo leggo e rileggo costantemente, trovando sempre nuovi spunti di riflessione. Questa mia predilezione è abbastanza insolita per autori americani della mia generazione. Ma pur avendomi certamente influenzato, vivo nel ventunesimo secolo e quindi nei miei romanzi il tempo scorre veloce e segue ritmi diversi rispetto a Proust.
La sua protagonista, Greta Wells, non trova né nel presente, né nel passato il suo «mondo perfetto»: la sua esistenza è sempre segnata dalla perdita.
Ogni volta che ho immaginato di vivere nel passato, mi sono chiesto se sarei stato più felice. Se fossi vissuto nell’Ottocento, forse io mi sarei sentito a mio agio, ma non sarebbe stata felice mia madre che, come donna, avrebbe avuto molte limitazioni. E nemmeno i miei amici neri, che sarebbero stati discriminati. Mi sono reso conto che c’è sempre un prezzo da pagare in qualsiasi realtà si viva. Nel suo romanzo si sperimenta l’inutilità di lottare per aggiustare la propria vita che procede seguendo uno schema apparentemente predeterminato. Il destino è più forte di noi?
Nel corso del romanzo Greta non può cambiare quello che accade ma cambia il suo atteggiamento verso la vita. E’ nello stesso tempo la stessa donna e una donna diversa che vive in un altro modo il suo rapporto con Nathan. Credo che noi possiamo fare la differenza. Probabilmente il mio è un atteggiamento tipicamente americano ma ritengo sia troppo passivo pensare che sia il destino a decidere e che noi non possiamo fare niente per modificarlo.
Come già in «Storia di un matrimonio», anche in questo romanzo si ha la sensazione che il matrimonio sia una sorta di rifugio, un luogo dove trovare protezione per le proprie debolezze, ma che in realtà la passione si trovi altrove.
Quando si è molto giovani, i nostri modelli d’amore sono Giulietta e Romeo. Ma poi, fortunatamente, si cambia. Quello che si desidera davvero è un alleato nella vita, qualcuno che desidera la nostra felicità. Si cerca la passione, ma poi ci si rende conto che l’amore è un’altra cosa: non una fiamma che ci brucia, ma una condivisione.
Le vite impossibili di Greta Wells Bompiani, pag. 304,18,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

3commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

2commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta