16°

31°

Libri

L'epica della provincia come antidoto
alla crisi e al trionfo della bruttezza

Silvia Avallone ha presentato il suo libro: «Racconto i giovani che non vogliono cedere»

L'epica della provincia come antidoto
alla crisi e al trionfo della bruttezza
Ricevi gratis le news
0

 

L'estetica etica. La bellezza come arma di giovani pionieri nati negli anni Ottanta in provincia, che quella provincia di capannoni sfitti e cemento diffuso ora la vogliono riprendere, insieme ai mestieri seri dei nonni. Ne ha parlato con passione ieri sera a Palazzo del Governatore la scrittrice Silvia Avallone, autrice del fortunatissimo «Acciaio« e ora di «Marina Bellezza» (ed. Rizzoli), romanzo corale sulla generazione di chi oggi ha suppergiù vent’anni. La serata è stata organizzata dal Servizio biblioteche del Comune.
Fame di futuro e voglia di restare, di non abbandonare l’Italia e la sua provincia, intessuta di giovani contadini tornati nelle valli sconosciute, insegnanti eroi della Resistenza, questo lo spirito che bagna il libro. La Avallone, incalzata dalle domande di Mara Pedrabissi, giornalista della «Gazzetta», ha raccontato: «Vado a caccia delle storie di chi rimane. Storie estreme, opposte. Strade folli, sterrate, alternative. Acciaio era stata per me una dichiarazione di guerra, in quegli anni appena prima della crisi non si parlava mai di lavoro. Esistono le fabbriche, gli operai, questo ho voluto dire. Oggi si parla solo del lavoro che non c’è, non potevo dichiarare guerra, siamo già in guerra. Bisognava tentare una ricostruzione». E infatti, se si può definire «Marina Bellezza», si tratta di un romanzo di ricostruzione.
Ci sono storie di ragazzi che strappano un pezzo di bellezza a un territorio; «alcuni coetanei sono eroi», ha affermato la Avallone.
Un lungo, appassionato, ardente discorso: «Marina, esatto specchio di questo paese, è figlia di questi vent’anni. L’unica cosa che ci hanno insegnato a sognare è il successo facile, tutto subito. Lo scrittore ha un compito preciso: mettere il dito nella piaga. Un romanzo deve farci male, metterci in discussione. Fare anche da specchio che non ci piace. Marina è l’Italia nuova travestita da Italia vecchia».
Parla dando del lei ai suoi personaggi, come chi sa scrivere.
«Il successo è il percorso, non il momento di gloria. Non contano solo i risultati. Sono andata a conoscere tante persone reali. In un’Italia saccheggiata dall’idea del tutto subito: cementifichiamo, buttiamo rifiuti, non importa chi viene dopo. C’è chi sogna di fare il mestiere del nonno. Tornare alla provincia, riprendersela, in mezzo ai capannoni sfitti. Andrea prende quindici mucche e va a salvare un mondo dimenticato. C’è lo spirito dei pionieri del Far West, senza di loro sarebbe un paese morto».
Servendosi del biellese come metafora d’Italia, dopo un book tour di cinque mesi, racconta: «E’ servito un anno e mezzo di lavoro. Devo partire da un luogo. I luoghi sono dei personaggi. Sono protagonisti. La provincia profonda è una terra di conquista: volevo epica, la gente di provincia l’ho vista e scritta come i personaggi di Sergio Leone«. E poi: «Diventare adulti è superare il conflitto con la famiglia. Questa generazione è anche meglio della precedente, non ha tutto subito. S’ingegna». Sul suo ruolo: «Parteggio, ma non sono militante. Letteratura è libertà, è poter andare controcorrente, è il contrario dell’ideologia. Se la strada non è faticosa, non stai andando da nessuna parte». Il primo editor? «La mamma».

Usa parole accese: «Capire cos’è la provincia, è capire chi siamo. La provincia è spicchio di verità, cordone ombelicale. Provincia non è per forza provinciale. Ho voluto raccontare la provincia in un momento in cui la città ha tradito. C’è un moto di ribellione forte, tante persone per andare avanti sono tornate indietro. Moto retrogrado, che non è tornare indietro. La provincia è anche terra di sperimentazione».
Difficile ripetersi, chiede il pubblico? «Acciaio era il romanzo dove la fabbrica c’era, dura, faticosa; “Marina Bellezza” è il romanzo dove la fabbrica non c’è più. Andrea è uno che legge Flaubert nella stalla».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Modifiche alla viabilità in occasione delle partite del Parma

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

5commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

9commenti

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Governo

Politiche sull’acqua: Berselli nominato alla guida del nuovo distretto padano

Accorpate le vecchie autorità di bacino, la sede del nuovo distretto resterà a Parma

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

3commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

11commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SALUTE

Caso sospetto chikungunya-dengue importato a Reggio

Italia

Terrorismo, forze dell'ordine armate anche fuori servizio

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente