11°

29°

libri

«Ladri - Gli evasori e i politici che li proteggono», saggio di Stefano Livadiotti

Stefano Livadiotti

Stefano Livadiotti

0

 

All’estero talvolta dicono di noi (italiani, s’intende) che il nostro maggiore sport nazionale non è il calcio. Ma l’evasione fiscale. E purtroppo i numeri non possono che far riflettere: su oltre 41 milioni di contribuenti, il 62,89 per cento dichiara meno di 26mila euro, lo 0,1 per cento più di 300mila euro. Eppure, non si può ignorare l’enorme quantità di Suv che girano per le strade del Belpaese (sono 2,7 milioni le auto di lusso; e 600mila le barche nei nostri porti), e nemmeno il fatto che realizziamo il tre per cento del Pil mondiale, pur essendo appena l’uno per cento della popolazione del pianeta. Parte da questi numeri Stefano Livadiotti, firma di punta dell’«Espresso», in un saggio, «Ladri. Gli evasori e i politici che li proteggono», che, statistiche alla mano, non intende fare sconti. A nessuno.
L’inchiesta procede attraverso alcune tappe, che analizzano il rapporto tra «evasori e tartassati», il mondo del sommerso, ma anche il triangolo (pericoloso) tra gli elettori, i loro rappresentanti politici e il fisco. Alcuni dati sono noti: i lavoratori dipendenti sono la categoria più numerosa fra i contribuenti. Ma il fatto anomale è che essi, pur guadagnando in media più degli autonomi, dispongono di un patrimonio pari alla metà di quello posseduto da questi ultimi. «Il gioco – spiega l’autore – è, tutto sommato, abbastanza semplice: non far risultare tutti i ricavi e gonfiare i costi, mostrando così un margine tassabile ridotto all’osso». Al di là delle trecento banche dati che potrebbero essere di aiuto al riguardo, si stima che i contribuenti italiani a rischio siano cinque milioni, mentre i controlli non superano mediamente quota 200mila. Servirebbero, dunque, più verifiche; e, secondo l’autore, sarebbe fondamentale anche limitare ulteriormente l’uso del contante, oltre che realizzare una seria riforma del catasto. Ma qui entra in gioco la politica e Livadiotti non risparmia dure critiche alle politiche berlusconiane in materia (condoni e scudi fiscali compresi). Senza dimenticare il peso di alcune lobby. Più in generale, quello che emerge dall’analisi dell’evoluzione politica degli ultimi decenni, è il fatto che se in Italia il fattore etico-religioso ha condizionato per lungo tempo il voto, a partire dagli anni Novanta l’elemento decisivo per le scelte degli elettore è costituito dall’appartenenza sociale. Alzi la mano, ad esempio, chi non ha sentito evocare, almeno una volta, in campagna elettorale (e non solo) il cosiddetto «popolo delle partite iva». Al termine di un’analisi arricchita da una bibliografia e da un utile indice dei nomi, l’autore non rinuncia a un approfondimento sul rapporto con il fisco dei nostri parlamentari. Emergono così aliquote agevolate, diarie esentasse e altri dati che non produrranno effetti benefici sulla salute dei lettori-elettori. Basti sapere che, tenuto conto di indennità e rimborsi vari, «la retribuzione complessiva di chi siede alla Camera in rappresentanza del popolo italiano è sottoposta a un’aliquota media Irpef del 18,7 per cento». E allora non si può davvero non concordare con quell’affermazione attribuita a De Gaulle e citata dall’autore in apertura del libro: «L’Italia non è un paese povero, ma un povero paese».
Ladri - Gli evasori e i politici che li proteggono
Bompiani, pag. 239,16,50

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca

festa

Il Mastiff cambia timoniere: bentornato Luca Gallery

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Ritratti, curiosità, Storia: un altro weekend con le mostre di Fotografia Europea

REGGIO EMILIA

Ritratti, curiosità, Storia: un altro weekend con Fotografia Europea Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Incidenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

traffico

Gli autovelox della prossima settimana

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

evento

Gay Pride a Reggio, Anche Parma ci sarà "con entusiasmo"

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso

2commenti

tg parma

Pasimafi, il tribunale del riesame revoca i domiciliari ai Grondelli Video

tg parma

Scarpa: dalla sicurezza al welfare, ecco 10 punti per il rilancio della città Video

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

Autostrada

Il casello di Parma sarà chiuso per 3 notti

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

1commento

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEMA

Eva e Emmanuelle: a Cannes le muse di Polanski Video

ITALIA/MONDO

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

TORINO

Rally, auto fuori strada travolge il pubblico: muore un bimbo

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

Calciomercato

Milan, ultimatum a Donnarumma

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima